Mostra del WWF pinerolese

dicembre 12, 2003 in Spettacoli da Stefania Martini

wwfDa due anni la Sezione WWF Pinerolese collabora con l’Istituto Penitenziario Minorile “Ferrante Aporti” alla realizzazione di Emigranti e Migratori, un progetto etnico – culturale, che coinvolge i volontari dell’associazione e i ragazzi detenuti nel carcere.

L’iniziativa si colloca in un programma molto più ampio ed ambizioso, che prevede il reinserimento nella vita comunitaria di alcuni di questi ragazzi: la direzione del carcere e gli assistenti hanno scelto alcuni di loro per svolgere lavori esterni diurni in alcuni comuni del Pinerolese che hanno sostenuto il progetto.

Il comportamento dei ragazzi al di fuori della struttura carceraria viene poi analizzato dal Magistrato competente che, di volta in volta, valuta i progressi ottenuti dai singoli. Il buon esito del programma svolto permette di riacquistare la libertà ed un ritorno alla normale vita sociale per ognuno di loro.

L’idea da cui ha preso spunto il lavoro che verrà presentato sabato è quella di trovare affinità ed somiglianze tra la condizione degli uccelli migratori che ogni anno, al giungere dei primi freddi, abbandonano le coste dell’Europa per trovare rifugio e speranza di sopravvivenza sulle temperate sponde africane e quella degli uomini, che da quelle stesse coste fuggono la povertà, per giungere nelle nostre città, alla ricerca di nuove opportunità di vita.

E proprio da quelle coste e dai Balcani, proviene la maggior parte dei minori ospitati al Ferrante Aporti: giovani che hanno alle spalle storie di vita di strada, sfruttamento e violenza. Ma ognuno di loro è approdato nel nostro paese con la speranza di una vita nuova.

Ecco dunque il parallelo: gli uccelli migrano ciclicamente in una direzione o nell’altra, spinti dal loro istinto; gli uomini emigrano nella sola direzione che oggi giorno è loro consentita, l’Occidente, spinti dai bisogni più elementari.

E queste considerazioni si sono trasformate in opere: sono stati realizzati dai soci volontari, dagli obiettori di coscienza impiegati dai comuni interessati e dai ragazzi del Ferrante Aporti circa quaranta pannelli su forex che compongono la Mostra. Utilizzando ritagli di giornale, ricerche in biblioteca e su Internet, sono stati ricostruiti i percorsi, le rotte, le sofferenze, le tragedie che hanno accompagnato gli sbarchi di uomini, donne e bambini, di coloro che vengono etichettati come clandestini, sulle nostre coste.

Il progetto Emigranti e Migratori ha avuto, inoltre, il sostegno della Regione Piemonte, della Provincia di Torino, della Provincia di Cuneo, della Città di Torino, della Città di Pinerolo, della Comunità Montana “Pinerolese (Pedementana)”; dei comuni di Cantalupa, Cumiana, Frossasco, Moretta e Villafranca; delle Associazioni del Pinerolese e del Cuneese e della rivista Focus.

Chi fosse interessato, in futuro, ad ospitare questa Mostra che offre uno spaccato di vita vissuta da persone che si muovono in mezzo a noi, può contatare:

WWF Italia – Centro Agroambientale

presso Scuola Boselli, Frazione Lusetti, 65. 10040 Cumiana (TO).

Tel. 0121/377007 – Fax 0121/377007.

E-mail: [email protected]

Sito: www.wwfpiemonte.com

di Stefania Martini