Max, un vero eroe o una bufala?

ottobre 16, 2002 in Medley da Redazione

Martedì sera eravamo tutti , o quasi, davanti alla Tv. Ore 20.45, Italia 1, nell’ambito di Sarabanda, ecco il colpo di scena preparato da mesi. Max, alias Giulio Pascale, l’uomo che dallo scorso mese di aprile si presentava in studio mascherato, vince il montepremi e si toglie definitivamente i veli. Curiosa la storia di Giulio. Sembra che lui sia andato in tv per aiutare una ragazza con problemi di droga, perseguitata da un orco cattivo, che potrebbe attentare alla vita del giovane eroe. Ecco spiegato il travestimento e l’anonimato.

Si tratta di una storia degna dei migliori film americani, con una trama perfetta. L’impressione è che il fantomatico Max sia stato creato dagli stessi autori, per dare quel tocco in più, ad una trasmissione che ormai comincia a diventare vecchia.

Forse era meglio negli anni 80′, quando potevamo assistere a Kiss me Licia, o ai Puffi. Almeno quelle erano storie di fantasia, senza la pretesa di rappresentare la realtà .

Adesso sembra che la Tv voglia prendere in giro i suoi spettatori. Prima arriva il grande Fratello, che suscita la curiosità voieristica e anche un po’ morbosa degli italiani, poi ecco Operazione Trionfo, una produzione che ha la pretesa di costruire artisti in fabbrica. Ci mancava solo Papi con le sue patetiche storie strappa lacrime. Una moda per la Tv di oggi, dove non conta la qualità, ma la banalità.

di Paolo Robino