Massimo Zamboni e Angela Baraldi Live in “Solo una Terapia: dai CCCP all’estinzione”

novembre 7, 2011 in Musica da Gino Steiner Strippoli

Il FORTUNATO ED ACCLAMATO TOUR CHE NELLA SCORSA ESTATE HA VISTO IL CO FONDATORE E CHITARRISTA DEI CCCP/CSI TORNARE A CONFRONTARSI CON IL SUO VECCHIO E NUOVO REPERTORIO.

Zamboni1Quando Massimo Zamboni decise di lasciare i CCCP di fatto i CCCP “morirono” in quel momento e risorsero in altre vesti denominate CSI. In una mia lontana intervista a Giovanni Lindo Ferretti ricordo che ad una mia domanda riguardo quelle splendide stagioni musicali legate al nome CCCP mi disse erano state uniche e che la fine della band denominata CCCP era giusta nel momento stesso che Zamboni si incammino per altri percorsi: “Massimo per me ricorda Lindo – era come un fratello e per me è stato doloroso vederlo andare via. I CCCP non potevano più esistere senza Massimo. Ecco perché decisi che senza Massimo non potevano più esserci I CCCP”. Un intervista, questa, che feci quasi all’indomani della nascita dei CSI e che da tutta la dimensione e l’importanza che rivestiva Zamboni nella band.

Adesso esce un disco Live di Massimo Zamboni insieme a Angela Baraldi che documenta la prima parte del tour “Solo Una Terapia: Dai CCCP all’Estinzione”.

Una prova discografica che ripercorre le canzoni scritte da Massimo durante la sua esperienza denominata “Fedeli alla Linea” e interpretate vocalmente insieme ad Angela Baraldi, cantante di spessore non indifferente che, senza ombra di dubbio, avrebbe meritato negli anni maggiori successi e platee importanti rispetto a ciò che ha ricevuto.

Il musicista reggiano con questo live riesce a mantenere vivo il forte legame con il passato ma nel contempo riesce a dargli freschezza musicale con arrangiamenti e energia mai a sproposito, insomma nuova linfa al passato per le sue canzoni tanto da renderle attuali e dirompenti. Il concerto nasce da un’idea di Teatri di Vita di Bologna (in collaborazione con il MEI) che ha voluto in una rassegna dello scorso inverno Massimo ed Angela di nuovo insieme e questa volta sul palco. La collaborazione artistica Zamboni/Baraldi nasce infatti nel 2009 intorno ad un progetto realizzato per la casa di produzione cinematografica Cinemare, ovvero la colonna sonora scritta da Massimo per il documentario “+ o – Il sesso Confuso; racconti di mondi nell’era AIDS” di Andrea Adriatico e Giulio Corbelli dove Angela canta la title track, “9 ore”, brano che ovviamente entra a pieno diritto nella scaletta di questo spettacolo e nel relativo CD. Da quel concerto del Gennaio 2011, soprattutto dalla risposta del pubblico entusiasta, si sviluppa l’idea di un tour che riporta Massimo a confrontarsi con il suo passato supportato da una grande performer vocale, capace di dare un nuovo volto ad una musica rimasta nella memoria di molti.

Zamboni2Un live “Solo una Terapia:Dai CCCP all’estinzione” che vedrà Massimo Zamboni in un nuovo tour di ben 20 tappe con Angela Baraldi ad aprire il concerto. Insieme a questa coppia sul palco troverà spazio anche Hector Hellion , virtuoso e giovanissimo chitarrista messicano e “mascherato” (è infatti con una maschera, che gli copre totalmente il volto, che si presenta al pubblico) che aprirà il tour di Massimo Zamboni ed Angela Baraldi “dai CCCP all’estinzione”. Il disco “Solo Una Terapia : Dai CCC all’Estinzione” ( UPR –EDEL) si apre, e non poteva essere diversamente, con “Emilia Paranoica” dove la chitarra di Zamboni ,distorta al punto giusto lega presente e passato, con la voce imperiosa di Angela a farla viaggiare a mille anni luce in una dimensione musicale e armonica da godimento totale. Decadenza sonora nei giri di un blues psichedelico ascoltando la successiva “Da Solo”, con la voce di Massimo, cupa e leggera: molto floydiana. Arriva poi “Quando se non ora” una delicatezza in ballad che la voce di Baraldi rende ancor più preziosa, il resto lo fanno gli arrangiamenti di Zamboni. Il ritmo si fa più aggressivo in “Allarme” per poi ritornare ad una calma apparente nella suggestiva e indimenticabile “Del Mondo” , un vero gioiello sonoro e poetico. Qui la chitarra di Zamboni rispetto al passato disegna linee sonore più mature ma nel contempo lo stesso intriganti. L’intimismo raggiunge la vetta maggiore di questo live quando si passa ad ascoltare “Nove Ore” e “A Ritroso”. Poi sopraggiunge “Mi Ami” Poteva mancare?:“ Un erezione triste per un coito molesto, modesto. Spermi, spermi, spermi indifferenti…..”: una canzone sempre punkeggiante e provocante! Il rock è rock e Zamboni non l’ha mai scordato ed in “Io sto bene” il ritmo diventa incalzante e infuocato con una progressione imponente , mentre i riff di chitarre rimangono giustamente legati alla ‘tradizione punk’ dei fine anni ’70. “Cupe Vampe” arriva al momento giusto con la calda voce di Massimo a ricordare i roghi al cielo di guerre, dei Balcani, di Sarajevo. Continua la delicatezza musicale con “Annarella”. Poi con “Curami” Zamboni ci ricorda che il Punk è Punk e non si può dimenticare cosi come non si possono dimenticare certe sonorità con un brano in cui Zamboni sa esercitare un energia fuori dal comune.

Zamboni3Il gran finale Massimo e Angela lo regalano con “M’importa ‘na sega”, solo da ascoltare e viversela! Cosa dire di questo album Live? Be intanto grazie Massimo e Angela. Un lavoro importante che ridà nuova linfa al rock italico da un po’ di tempo a questa parte persosi in chissà quale mondo. Insieme a Massimo Zamboni ed Angela Baraldi hanno suonato in questo album anche Cristiano Roversi ,Stick e Basso, Erik Montanari, Chitarre e Gigi Cavalli Cocchi alla Batteria.

IL TOUR

NOVEMBRE

4. Roma – Locanda Atlantide

5. Acquaviva Delle Fonti (Ba)

12. Milano – Bitte

17. Torino – Maison Musique

14. Asti – Diavolo Rosso

26. Castelnovo (RE)

In Rete:

Angela Baraldi http://spazioinwind.libero.it/angelabaraldi/main.htm

Massimo Zamboni www.massimozamboni.it

http://www.facebook.com/pages/Massimo-Zamboni-Angela-Baraldi-Tour/197956030255136

di Gino Steiner Strippoli