MascheraFest

gennaio 27, 2010 in Spettacoli da Stefania Martini

mascherafestMascheraFest V Edizione è una rassegna di quattro parate all’aperto ed altrettanti spettacoli in sala, che ha l’obiettivo di diffondere, esaltare ed innovare il repertorio espressivo e poetico della Commedia dell’Arte e della Tradizione Comica Popolare.

Protagonista assoluta è la Maschera, metafora del teatro universale, legata ai carnevali, alla ritualità pagana e perciò, indissolubilmente, alla festa.

MascheraFest V Edizione rallegra il carnevale di Settimo Torinese, dentro il e fuori dal Teatro Garybaldi.

L’edizione 2010 della rassegna è caratterizzata da quattro sfilate per le vie del centro storico di Settimo Torinese, che prenderanno il via alle ore 16 dei sabati 30 gennaio, 6, 13 e 20 febbraio, cui faranno seguito quattro spettacoli teatrali in serata, nella cornice del Teatro Garybaldi.

Il programma prevede:

  • Sabato 30 gennaio, ore 21, Il Gobbo di Rialto, in prima regionale. A cura della Compagnia Internazionale Veneziainscena.

    Il canovaccio ha avuto il suo debutto ufficiale proprio nella suggestiva piazza San Marco per il Carnevale di Venezia e per tutto il 2008 è stato messo in scena nelle maggiori piazze italiane. La trama trae spunto dalla leggenda della statua del Gobbo di Rialto ed intreccia, fra realtà e fantasia, fatti storici legati al glorioso passato di Venezia (come la rivolta di Marco Querini e Baiamonte Tiepolo) e favole come quella di Otello e Desdemona.

  • Sabato 6 febbraio, ore 21, Assemblea teatro ripropone un classico della sua produzione, nato nel 1979 da una approfondita ricerca sui temi del carnevale ed arrivato oltre le 1000 rappresentazioni in tutto il mondo. In fra li casi de la vita e le magie de’ cieli libertà vò cercando, con la regia di Renzo Sicco.
  • Sabato 13 febbraio, ore 21, I Mori a Venezia, liberamente ispirato a Il Mercante di Venezia, Giulietta e Romeo e Otello di William Shakespeare: , gli attori effettuano pantomime e combattimenti sotto le sembianze delle maschere del teatro italiano.
  • Sabato 20 febbraio, ore 21, Accademia Teatrale del Piemonte – SAT/Scuola Professionale d’Arte Teatrale di Teatranzartedrama presentano La pazzia di Isabella e La finta pazza: due atti unici tratti dalla tradizione comica carnevalesca da Il Teatro delle Favole Rappresentative, ovvero la Ricreazione comica, boscareccia e tragica, raccolta di 50 scenari di Commedia dell’Arte a cura del capocomico Flaminio Scala; attore e letterato, attivo tra il XVI ed il XVII secolo, fu con le Compagnie dei Desiosi, degli Accesi, dei Confidenti, recitando le parti di innamorato.

    I due titoli proposti sono tra i più noti canovacci con cui i comici italiani del seicento affascinarono le scene italiane ed europee.

    di Stefania Martini