Madame Butterfly, la farlalla che smette di volare, ad Asti a Novembre

ottobre 24, 2019 in Net Journal, Primo Piano, Spettacoli, Viaggi e Turismo da Simona Margarino

Cio-Cio-San, ossia Madame Butterfly, rappresenta uno di quei personaggi tragici e volutamente rassegnati nei cui panni la Storia ha voluto spesso imbrigliare donne troppo cieche, innamorate o ingenue per accorgersi della miseria di una realtà non cercata. Certamente non stupisce se il ruolo nell´opera spetta a una Geisha quindicenne, incapace di avvedersi che il ´suo´ uomo ha ben altri orizzonti rispetto a Nagasaki e una giovane giapponese acquiescente.

Forse la ´signorina farfalla´, lasciata ad aspettare una nave che sembra non arrivare mai, avrebbe dovuto capire sin dal principio che Pinkerton non era un ´ufficiale e gentiluomo´, semmai solo un uomo, che sa dare amore ma anche riprenderselo, che gode e se ne va, come mille altri uomini in mille secoli, in mille altre esistenze. Così quando dal porto il fil di fumo finalmente appare ad annunciare il ritorno dell´amante-marito, è naturale che il sogno evapori e dal velo esca un´altra moglie, pronta a a strapparle il figlio da braccia troppo fragili.

Così l´unico vera forza di Cio-Cio-San resta nelle mani, alzate in un sacrificio, strette sulla lama di un pugnale a tagliare le ali. Non una sconfitta per lei, perché in fondo non si perde quel che non si é mai davvero avuto. Ma forse una sconfitta per le tutte quelle donne che credono di non potercela fare quando il letto si è svuotato anche dei sogni.

Eppure Madame Butterfly tornerà sempre a vivere, con altri nomi e su altri palchi per molti anni ancora. Il 17 Novembre al Teatro Alfieri di Asti.

Life is full of Pinkertons

Madama Butterfly – Balletto di Milano

17 novembre Asti, h17:30

Teatro Alfieri Asti

Via Leon Grandi, 16, 14100 ASTI 

Biglietti: (€24-50€)

https://www.ticketone.it

o

Biglietteria: martedì-venerdì, 10:30-16:30

 

Tragedia giapponese di P. ILLICA e G. GIACOSA

Musiche di GIACOMO PUCCINI

Personaggi e interpreti

Cio-cio-san HIROKO MORITA

B.F. Pinkerton LUIGI ALBANI

Sharpless GIORGIO VALERIO

Suzuki VIKTORIA SHAPRANOVA

Goro CLAUDIO GRASSO

Lo zio Bonzo DANIELE BICCIRÈ

Il Principe Yamadori GIORGIO TIBONI

Kate Pinkerton GIOVANNA ACQUILINO

Il Commissario Imperiale AGELO LODETTI

 

con la partecipazione di

Coro OPERA & BALLET 

ORCHESTRA FILARMONICA ITALIANA

Maestro concertatore e Direttore d’Orchestra GIANMARIO CAVALLARO

Regia di MASSIMO PEZZUTTI

Scene di MARCO PESTA

Costumi SARTORIA TEATRALE BIANCHI MILANO

Regista assistente e direttore di scena CRISTINA MOLTENI

Capo reparto tecnico PASQUALE ZANELLATO

Direttore trucco e parrucco ENZO ALTOMONTE

Produzione OPERA&BALLET SWISS C.A.

 

Le produzioni liriche “Opera & Ballet” si avvalgono della presenza di artisti di calibro internazionale, impegnati nei maggiori teatri. La direzione artistica è affidata al M° Carlo Pesta, già sovrintendente e direttore artistico in prestigiose realtà nazionali e internazionali tra cui Festival Pucciniano. Direttore musicale e direttore d’orchestra è il M° Gianmario Cavallaro, già fondatore di Amadeus Kammerchor e Orchestra Filarmonica Amadeus e direttore stabile per del Coro presso il Teatro dell’Opera di Novara e presso il Teatro Sociale di Mantova. Il regista è Massimo Pezzutti. Regista, baritono e direttore di coro, inizia l’attività musicale sin da bambino cantando nel Coro di voci bianche del Teatro alla Scala di Milano.