Lippi: centrato il primo traguardo

febbraio 7, 2002 in Sport da Giovanni Rolle

La Juventus ha conquistato la finale di Coppa Italia e Marcello Lippi può finalmente concentrarsi sull’imminente scontro-scudetto in programma domenica prossima all’Olimpico contro la Roma. “Sono soddisfatto per il raggiungimento della finale di Coppa Italia, – ha dichiarato il tecnico bianconero al termine della gara col Milan – anche perché era un traguardo che questa società non assaporava da alcuni anni. Ora possiamo finalmente concentrarci sulla Roma, anche se per la verità un pochino ci pensavamo già prima della sfida con i rossoneri. Sono soddisfatto anche per lo stato di forma della squadra, cosa che ritengo molto importante, non solo per la partita di Roma, ma anche perché ci permetterà di affrontare al meglio questi ultimi tre mesi della stagione, che ci vedranno impegnati su tre fronti”. Il tecnico ha inoltre fatto i complimenti a Zambrotta per il bellissimo gol segnato ai rossoneri: “Zambrotta prova spesso a fare questo tipo di conversioni. A volte la palla va a finire in tribuna, in questo caso ha segnato una splendida rete”.

Lo stesso Zambrotta, che è stato il migliore in campo, è soddisfatto sia del raggiungimento della finale che della sua prova personale: “Sono contento per il gol, visto che era da un po’ di tempo che lo stavo cercando, dopo tanti pali presi. E’ sicuramente uno dei gol più belli fra i pochi che sono riuscito a segnare nella mia carriera. Per quanto riguarda la nostra prestazione, dopo un primo tempo un po’ molle, nella ripresa ci siamo svegliati per non rischiare di vanificare tutti gli sforzi fatti per arrivare fino in semifinale. Stiamo attraversando un buon momento e siamo carichi mentalmente. Domenica andremo all’Olimpico con l’Obiettivo di portare a casa i tre punti”.

Sul versante rossonero, Adriano Galliani si rammarica per le occasioni fallite da Javi Moreno: “La differenza nelle due partite l’hanno fatta Del Piero e Javi Moreno. Mentre lo juventino ha segnato il gol che ha permesso ai bianconeri di vincere in extremis la gara di andata a San Siro, il nostro giocatore non è riuscito a concretizzare un paio di occasioni nel finale di partita al Delle Alpi. Se sulla prima, di testa, si può sorvolare, quella di piatto destro davvero non la doveva sbagliare”.

Anche Carletto Ancelotti si rammarica per gli errori dello spagnolo: “Sapevamo che ottenere la qualificazione al Delle Alpi sarebbe stato difficilissimo e ci siamo andati vicino. Nel secondo tempo la Juve è stata brava ad alzare il ritmo della partita, mentre noi siamo venuti fuori con due opportunità nel finale. Un po’ di rammarico c’è anche sul gol di Zambrotta, che è stato bellissimo ma evitabile, perché gli abbiamo permesso di portare a lungo la palla. Comunque, nel complesso, ho visto un buon Milan. Piano piano stiamo recuperando tutti i giocatori e credo che esistano i presupposti per finire in modo positivo la stagione”.

Coppa Italia, bianconeri in finale

di Giovanni Rolle