L’indonesiana Siti Musdah Mulia è donna dell’anno

novembre 29, 2009 in Attualità da Adriana Cesarò

Serata di premiazione della XII edizione del Premio Internazionale la Donna dell’Anno 2009

Donna DellLa dodicesima edizione del Premio Donna dell’Anno 2009, ha premiato l’impegno della giurista e teologa indonesiana Siti Musdah Mulia. Un Premio al coraggio di donne speciali. Libertà di pensiero, di movimento, di emigrazione, diritto all’istruzione e al lavoro, questi, alcuni temi che donne come Siti Musdah Mulia, in silenzio e in ogni angolo del mondo dedicano la loro vita in aiuto dei più deboli, per la libertà, per la pace, per i “Diritti Umani Senza Frontiere”. La cerimonia di premiazione si è svolta, venerdì 27 novembre, presso il Grand Hôtel Billia di Saint Vincent.

Non ho paura delle persone che ostacolano il mio operato – ha dichiarato Siti Musdah Mulia – questo premio è anche un riconoscimento a tutte le persone che, ogni giorno lavorano con me per realizzare insieme una vita migliore per chi soffre.

La vincitrice ha ricevuto anche un premio di cinquantamila euro per il progetto con cui è stata candidata “difesa dei diritti delle donne nella società musulmana, opposizione alla poligamia, impegno nel dialogo tra le religioni, opposizione alla pena di morte, opposizione alla sottomissione della donna e alla violenza”. Siti Musdah Mulia è stata premiata da Alberto Cerise, presidente del Consiglio regionale della Valle d’Aosta e dal Professor Umberto Veronesi, presidente della giuria del premio.

Siti Musdah Mulia_donna dellTutte le candidate avevano delle ragioni notevoli e delle storie importanti e, per noi della giuria, è stato molto difficile dover decidere – ha detto il professor Umberto Veronesi – lei difende i diritti delle donne con importanti iniziative legislative opponendosi ad ogni forma di discriminazione.

Alla premiazione era assente la candidata afgana Mary Akrami, bloccata a New York causa visto, a cui è stato assegnato il premio “Soroptimist”. Il Soroptimist International è una associazione che promuove azioni e crea le opportunità per trasformare la vita delle donne attraverso la rete globale delle socie e la cooperazione internazionale. La candidata marocchina Aicha Ech-Channa, impegnata nella lotta contro la tubercolosi e nella pianificazione della famiglia, in particolare, in aiuto alle ragazze madri ed ai loro bambini e sostegno ai bambini abbandonati.

Grazie a tutti gli italiani per la vostra solidarietà – ha detto Aicha Ech-Channa – in uno dei momenti difficile della mia associazione, interiormente speravo in un aiuto ed è arrivata la telefonata per questo premio.

Sul palco la presentatrice Maria Concetta Mattei ha aperto la serata con la musica di Karima che ha presentato il brano “come ogni ora”. Una voce dolce e potente, un talento sotto l’attenzione del maestro Burt Bacharach. Karima, seconda a Sanremo 2009 nella categoria “Proposte” è protagonista della musica nazionale del Soul e del Rhythm and blues. Karima è in partenza per Los Angeles per registrare con Burt Bacharach. Il suo nuovo disco uscirà a marzo 2010.

di Adriana Cesarò