LEZIONI DI SESSO

marzo 22, 2011 in Racconti da Meno Pelnaso

Lezioni di sesso

Sul solito autobus oggi l’argomento è piccante …

– L’hai sentita l’ultima?

– No.

– Ti ricordi quella notizia della supplente che era stata trovata da una collega in classe con alcuni studenti …

– Aaaah siiii, beccati in fragrante mentre facevano …

– Si, si, proprio mentre facevano …

– SESSO?!? – interviene una signora dalle gote rosse protendendosi in avanti.

– Massiii! Era su tutti i giornali! – interviene un’altra.

– … è stata emessa la sentenza …

– … è ricapitato in USA …

– … Caro, ma tu come lo sai?!?

– Leggo i giornali … Cara … i quotidiani … hai presente? … quelli senza la pubblicità delle creme ringiovanenti …

– Sei un CAFONE! … Caro!!!

La voce si sparge per tutto l’autobus come una fiamma sulla polvere da sparo …

– Certo l’hanno sentito tutti, era …

– Beh d’altra parte in un mondo in cui il sesso …

– … è sulla bocca di tutti …

– … già … ma spesso solo per sentito dire … vero CARO?!?

– … il sesso è stato “liberato” …

– … perché era “rinchiuso”?

– … beh, … forse …, al più solo, … “nascosto”!

– … e pure male!

– … il sesso è stato portato in piazza …

– … se ne parla fin troppo sui media …

– … ma ormai viene usato come testimonial di oggetti e servizi …

– … però quella della pubblicità non era poi così …

– Ma … CARO!!!

– … usato come merce di scambio …

– … Signora questa però è storia vecchia …

– … è stato definitivamente separato dall’”Amore” …

– … con grande nostalgia!

– … e stato confuso con la politica …

– … ma Signora … anche questa è storia antica!

– … sa anch’io ho un certa età …

– … già, … come lo facevano nell’antica Roma?

– SCREANZATO!!! Per sua norma e regola io alla sua età … CARO! … ma insomma digli qualche cosa anche tu!

– … lieto di conoscerLa, … mi chiamo Plinio il Vecchio …

– … è stato mercificato … e poi condannato perché trasgressivo …

– … ma poi su internet lo cercano “strano” …

– … già … anche nelle chat e negli sms diventa esplicito, li ha mai letti i messaggi sul cellulare di sua figlia? …

– … io ho un figlio maschio …

– … è sicuro? … ops! … NO! … cioè … intendo … è sicuro che anche lui non mandi … beh … insomma … ha capito … forse … (Mamma mia che figura … ma perché non sto zitta!)

– Il sesso ormai è stato celebrato fino a glorificarlo …

– … salvo poi condannarlo nel momento opportuno, … vero CARO?!? … già … che ne sai tu … bisognerebbe sapere di cosa si tratta per condannarlo!

– … è stato invitato ai festini … ma poi rinnegato!

– … ma se viene sempre mescolato alla vita pubblica nelle orge mediatiche … !

– … forse c’è carenza di altri argomenti …

– … mai che invitino anche noi però!

– MA … CARO!?! … cosa dici?! …

– … è stato diretto contro vittime innocenti e su questo, disgraziatamente, non c’è niente da ridere!



– … e nella scuola, in cui si potrebbe studiarlo e spiegarlo, per educare prima di condannare, è invece sempre entrato di straforo, regolarmente confuso e poi cacciato malamente …

– … dalle ultime notizie non sembra molto “cacciato” però …

– Già sembra che salti sempre fuori qualche paziente e volitiva “istruttrice” …

– … nelle aule, … temporaneamente abbandonate, … sugli altari dell’educazione, … a pochi iniziati, … non sempre idonei per età …, … confondendo a volte la teoria con la pratica …

– … ha notato che sui giornali mettono sempre quando sono le donne a fare queste cose?… e gli uomini?

– … forse perche quelli si ricordano di chiudere la porta a chiave?!

– … le supplenti ritenevano di dover “supplire” con “mezzi propri” alle carenze dei piani di studi nazionali?!?

– Ehe, ehe, ehe …

– … se colti in fragrante, vengono prima sospesi e poi condannati secondo i termini di legge (sembra si rischino due anni e quattro mesi in Italia, ma quasi 81 in USA!), e infine immolati secondo i termini di coscienza …

– … conviene in Italia …

– … eh, eh, … la riforma scolastica …

– … forse che tanti “lodevoli” sforzi sono incompresi e “nell’istruzione” vengono tarpate le ali alla rara libera iniziativa personale?

– … ah, ah, bella questa, … già …

Una ragazza si rivolge ai due anziani signori di fianco:

– … dopo che la pubblica sete di sangue e vendetta ha trovato appagamento, sorge però spontaneo un dubbio, … dove erano le famiglie, la scuola, la società e le coscienze quando gli ormoni dei pargoli iniziavano ad “ormonare”? … perché lo fanno sempre in tempi piuttosto precisi … ricordate vero?

– … beh! ormai è passato tanto tempo … sa … la memoria … l’andropausa …

– … Caro, tu sei sempre stato in …”pausa”!

Altri s’infervorano:

– … è vero! Dov’erano le famiglie quando i druidi e le druidesse del sesso palesavano le loro intenzioni dalle cattedre o nei corridoi?

– … dai media, utilizzati come “tate”, i “maestri esemplari” lo celebravano, e celebrano, con tanta disinvoltura …

– … quando i difensori della pubblica morale predicavano bene e razzolavano male?

– … quando i “liberatori” e gli “innovatori” ballavano mentre spargevano sale sulle “arcaiche ed obsolete”, ma rassicuranti, rovine delle istituzioni della famiglia, della scuola e della morale?

– … ma erano proprio tutti per caso distratti … a fare …



– … cosa?

– … Caro, … torna in “pausa” … su!

Affettuosamente Vostro

Meno Pelnaso

di Meno Pelnaso