Le Strade del Cinema ad Aosta

agosto 6, 2003 in Spettacoli da Claris

35357(1)

L’estate ed il cinema a volte hanno avuto un rapporto controverso, dovuto in particolare alla mancanza di aria condizionata nelle sale ed all’assenza di nuovi film (fenomeno tipicamente italiano, per altro…). Da qualche anno non è più così, vuoi perché le sale si sono ammodernate, vuoi perché è cambiata la cultura delle major cinematografiche e degli spettatori, vuoi perché esiste un fenomeno tutto particolare che è quello dei festival estivi, da godersi in località di villeggiature amene tra una passeggiata in bici ed un aperitivo o al fresco del dopo cena.

“Strade del Cinema – 2° Festival Internazionale del cinema muto musicato dal vivo” è proprio uno di questi Festival estivi che abbinano ottimo cinema a piacevole musica. E la località dove si svolge è la gradevole Aosta! Fino al 16 agosto, quindi, dieci giorni di anteprime, proiezioni inedite, concerti e incontri aspettano gli appassionati nel capoluogo valdostano (Teatro Romano).

Oltre alla delizia degli spettacoli proposti, il festival riveste un’importanza particolare dal punto di vista tecnico, in quanto si tratta dell’unico festival internazionale dedicato a questo straordinario genere di spettacolo, che riprende la pratica della musicazione dal vivo di pellicole d’epoca, le cui origini affondano nella nascita del cinema.

Il Festival non premierà le opere cinematografiche proiettate (tutti veri e propri capolavori del cinema muto realizzati tra gli anni ’10 e ’20, dai film di Abel Gance a Buster Keaton a Charlie Chaplin) bensì le musicazioni, ovvero le composizioni originali realizzate come colonna sonora da musicisti e compositori della rassegna. Musiche classiche, jazz, pop, rock e progressive accompagneranno commedie romantiche, drammi epici, film western, slapsticks comedies, corti, lunghi e mediometraggi.

35358Le sezioni del Festival sono due: Giovani e Big. La prima, interamente consacrata ai nuovi talenti della scena musicale europea, vede la proiezione, nel corso di quattro serate, di quattro mediometraggi musicati dal vivo da quattro musicisti (singoli o band) emersi dalle selezioni organizzate a maggio sempre ad Aosta. La seconda sezione è riservata a musicisti già affermati, che accettano di mettersi alla prova componendo ed eseguendo in anteprima musiche originali per lungometraggi che hanno fatto la storia del cinema. Tra i big in lizza, ne segnaliamo due particolarmente popolari in questo momento, grazie a doti musicali non comuni: Gianluigi Trovesi e Antonella Ruggiero.

Il Festival Internazionale del Cinema Muto musicato dal vivo è organizzato dall’Associazione Culturale Strade del Cinema in collaborazione con Regione Autonoma Valle d’Aosta, Assessorato alla Cultura Comune di Aosta, Ministero dei Beni Culturali e Fondazione CRT. Contestualmente al Festival, inoltre, viene organizzato uno stage di composizione di musica per film, per dare la possibilità a giovani compositori di specializzarsi in questo settore.

Strade del Cinema – 2° Festival Internazionale del cinema muto musicato dal vivo

Periodo: dal 6 al 16 agosto 2003

Luogo: Aosta – Teatro Romano

Orari: tutti i concerti e le proiezioni iniziano alle 21.30

Ingresso: le serate e le proiezioni sono gratuite

Informazioni: Associazione Culturale Strade del Cinema – tel. 0165.230.528 – [email protected] – www.stradedelcinema.it

Gli eventi dell’edizione 2003

Mercoledì 6 agosto

Serata di apertura con la Silent Orchestra di Beppe Barbera (solisti d’eccezione: Gianluigi Trovesi e Sylvayn Kassap) che accompagna spezzoni tratti da alcuni dei più significativi film dell’epoca del muto: “La passion de Jeanne d’Arc” di Carl Theodor Dreyer, “Day Dreams” di Buster Keaton e “The Gold Rush” di Charlie Chaplin.

Da giovedì 7 a domenica 10 agosto

Retrospettiva Buster Keaton: la Sezione Giovani viene interamente consacrata all’opera del maestro comico americano. Otto mediometraggi di trenta minuti ciascuno (la metà della produzione “corta” del grande comico) sono proiettati dal 7 al 10 agosto, al ritmo di due a sera.. Queste le opere: The balloonatic, Scarecrow, The Paleface, Love Nest, My wife’s relation, Neighbours, Hard Luck, The Goat.

Lunedì 11 agosto

Omaggio all’Irish Film Society: dalle 21.30 proiezione di tre mediometraggi mai visti in Italia, fonte di tutta la cinematografia irlandese contemporanea, presentati da una specialista della cineteca nazionale irlandese, di cui uno musicato dal vivo dal gruppo dei Lomé. Viene inoltre proiettato per la prima volta in Italia Guests of the Nation (1936), racconto epico della lotta per l’indipendenza irlandese.

Da martedì 12 a venerdì 15 agosto

E’ l’ora dei big. Martedì 12 proiezione de “Il Gabinetto del Dr. Caligari” (di Robert Wiene) musicato Xavier Girotto (sassofono) e Luciano Biondini (fisarmonica). La serata del 13 agosto rappresenta un evento straordinario: “La Roue”, film-monstre (durata 4 ore) di Abel Gance, uno dei più grandi artisti della storia del cinema, viene musicato dal compositore di musica contemporanea Pietro Pirelli utilizzando le pietre sonore dello scultore sardo Pinuccio Sciola, strumenti/sculture già utilizzati da personalità del calibro di Luciano Berio e Renzo Piano (una di esse è anche esposta al nuovo Auditorium di Roma). Viene anche proiettato un documentario inedito su Pinuccio Sciola e la sua opera. Giovedì 14 agosto il quartetto di Battista Lena musica “Il vaso di Pandora” di W. Pabst, testimoniando il legame che da sempre unisce Strade del Cinema alla scena del jazz europeo contemporaneo.

Venerdì 15 agosto

Antonella Ruggiero (ex voce solista dei Matia Bazar) musica “Giglio Infranto” di David W. Griffith

Sabato 16 agosto

Serata di chiusura del Festival con il Trio Musikè, che musica dal vivo “The General” di Buster Keaton.

di Claris