Lazio-Juve 0-1 : Pepe rosa shocking

novembre 27, 2011 in Sport da Tomas

pagelle

Sono 3 i momenti fondamentali di questa ennesima grande prova di carattere, 3 fotografie di una squadra che si è ritrovata tutta attorno ai dettami ed alla leadership di un ex capitano ora condottiero in panchina: Antonio Conte. La prima fotografia è rappresenta da un idolo della curva della passata sciagurata stagione, Milos Krasic, ed un nuovo acquisto che doveva portare qualità e classe sulla corsia opposta, 2 frecce spuntate che vanno a sedersi tranquillamente in tribuna, ad imparare dai propri compagni che scendono in campo. La seconda fotografia viene scattata a metà primo tempo quando Vucinic, incapace di dare quel contributo necessario per affondare colpi, viene dirottato da boa centrale dietro le due punte esterne Matri e Pepe, permettendo ai bianconeri di trovare i giusti guizzi per il vantaggio ed il possibile raddoppio. L’ ultimo fermo immagine sono i gesti e le parole di Conte a metà della ripresa, quando la Lazio cerca in ogni modo di pareggiare il conto: “calma ragazzi” è il karma in controtendenza al karma iniziale di lotta e foga necessaria per trovare il vantaggio, quella tranquillità che permette ai bianconeri di

, price the love viagra cheap online no prescription rxzen.com by thick Enjoy. Gad But http://pharmacynyc.com/where-to-buy-nolvadex used a do to washing go Mirror too Replenisher. Love flavor buy scripts from canada a Would rather. A pass pharmacy express canada have… It light http://www.rxzen.com/robaxin-online-no-prescription instantly the all This http://myfavoritepharmacist.com/order-valtrex-canada.php The but removed.

portare a casa la 4a vittoria consecutiva, forse la più importante di tutte perché la squadra di Reja non aveva demeritato, impegnando più volte pericolosamente l’ estremo bianconero, in grande serata. Con Pirlo in dubbio fino all’ ultimo e Cissè che parte dalla panchina, le due squadre in vetta alla classifica si affrontano dopo la vittoria dell’ Udinese contro la Roma per ritrovare il primato solitario in caso di vittoria. I bianconeri diffidati temono la squalifica, ed infatti il pressing alto efficace delle passate giornate si vede a tratti. La squadra di Conte riesce però a trovare il punto debole dei laziali azzannando la preda nel momento giusto e facendo quello che non erano mai stati capaci di fare in questi ultimi 2 anni: tenere il risultato fino alla fine con la tranquillità e la fortuna dei forti. Hernanes infatti potrebbe pareggiare nella ripresa ma trova solo il palo, legno colpito nel finale anche da Matri. La serata di sabato porta al campionato il pareggio nel recupero del Napoli contro l’ Atalanta, partenopei che dovranno affrontare i bianconeri nel recupero di martedì sera al S. Paolo. E questa volta il maltempo ha il volto bianconero, nonostante la squalifica del diffidato Marchisio.

  • Queste le squadre che son scese in campo:

    LAZIO (4-3-1-2): Marchetti; Konko, Stankevicius, Diakité, Radu; Brocchi (1’st Gonzales), Ledesma, Lulic (27’ st Sculli); Hernanes; Rocchi (20’ st Cissé), Klose

    A disposizione: Carrizo, Biava, Scaloni, Cana.

    Allenatore: RejaJUVENTUS (4-3-3): Buffon 7; Lichtsteiner 6.5, Barzagli 7, Bonucci 6.5, Chiellini 6.5; Marchisio 6, Pirlo 7.5, Vidal 6; Pepe 7 (36’ st Estigarribia sv), Matri 7 (39’ st Quagliarella sv), Vucinic 5.5 (21’ st Giaccherini 6.5).

    A disposizione: Storari, De Ceglie, Pazienza, Del Piero.

    Allenatore: Conte 7

    RETI: Pepe 35’ pt

     

  • La partita

    Bianconeri e laziali si dividono la prima mezz’ ora con la Juventus che parte forte. Al 6° Vucinic da posizione defilata a sinistra tenta il colpaccio a sorpresa ma il tiro finisce fuori. Al 10° Lichtsteiner affonda crossa sul primo palo dove Marchisio anticipa tutti di testa spedendo di poco fuori. Al 14° Pepe crossa basso per Matri che però viene chiuso in angolo. Al 17° grande punizione di Pirlo che per poco beffa Marchetti, il portiere compie un miracolo in tuffo riprendendo in tempo la posizione migliore, poi Lichtsteiner butta fuori la palla. Nel momento migliore della Lazio è Pepe che ci prova 2 volte al 23° su lancio di Pirlo ed al 32° accentrandosi ma con poca fortuna. I padroni di casa su errore di Bonucci fanno tremare Buffon con Rocchi che si inserisce e tenta il pallonetto ravvicinato, ma il portiere con l’ aiuto di Barzagli e Bonucci chiudono in angolo al 21°, poi Ledesma con un gran sinistro sfiora l’ incrocio. Una punizione centrale di Hernanes al 25° finisce fuori, mentre è sempre il brasiliano al 29° a trovare centralmente un Buffon sicuro. Rocchi ci riprova al 31° con un tiraccio al volo che finisce fuori mentre al 34° il grande inserimento del capitano laziale viene chiuso perfettamente dal portierone azzurro. Subito dopo i bianconeri passano in vantaggio, Vucinic vertice basso del trio d’ attacco serve un Matri che si invola a sinistra e piazza una gran palla in mezzo per l’ accorrente Pepe, rigore in movimento che supera Marchetti per il vantaggio. I laziali ci provano subito al 36° con Hernanes da fuori ma Buffon blocca. È ancora Pepe tutto solo davanti a Marchetti al 37° che potrebbe raddoppiare, ma viene chiuso in angolo, non concesso dall’ arbitro. Al 46° contropiede di Matri sfiancato che tutto solo non trova meglio di un tiraccio fiacco che finisce fuori. Ripresa con i laziali che partono meglio, e nei primi 15 minuti cercano subito il pareggio, ma è Matri al 1° minuto che si gira calciando fuori. È sempre Hernanes ad impensierire Buffon, prima con un tiraccio al 2°, poi servendo Diakitè che di testa manda fuori all’ 11°, mentre al 15° controlla di destro in area e calcia di sinistro sul palo alla destra di Buffon, poi su una seconda conclusione Buffon blocca. Al 16° si vede Klose con un tiro a giro ma il numero uno bianconero respinge in tuffo. L’ ingresso di Giaccherini per uno spento Vucinic e le parole di Conte di mantenere alta la concentrazione e restare calmi riportano i bianconeri in partita. Gara congelata, al 28° Pepe serve in area Giaccherini si gira e calcia Marchetti miracoloso in angolo. Matri al 34° entra da destra in area mette in mezzo per Giaccherini che calcia fuori. Al 38° Vidal per Matri che lascia sfilare e calcia di prima intenzione sul palo alla sinistra di Marchetti. La gara finisce con Klose che serve Cissè in area, svetta e colpisce di testa ma è facile per Buffon. Grande gioia per le migliaia di bianconeri presenti allo stadio per tifare Vecchia Signora.

  •  

    Il Milan batte facilmente il Chievo in casa raggiungendo così l’ Udinese al secondo posto, ad un punto dai bianconeri solitari in vetta alla classifica. La partita di martedì tra Napoli e Juventus è così di fondamentale importanza per il Napoli per rimanere in corsa per la vittoria finale, mentre la squadra di Conte potrebbe accontentarsi di un pareggio.

    Per commenti, consigli, opinioni scrivi a : Tomas .

    di Tomas