LAMLETO

aprile 21, 2009 in Spettacoli da Redazione

Marco BianchiC’è un giovane veneto che un giorno pensa che Amleto è proprio un bel personaggio, che dice un sacco di cose che vorrebbe dire lui, e in più le dice con il linguaggio di Shakespeare, che è molto più bello che il suo.

C’è un attore che vuole mettere in scena la storia della tragedia di Amleto: solo la storia, perché secondo lui non la sa nessuno….

Poi lo stesso attore dice: “la storia di Amleto non può prescindere da Amleto – il personaggio” – e così si appresta a interpretarlo, a confrontarsi con tutti gli “amleti” prima di lui.

Ma soprattutto c’è Amleto, il protagonista della tragedia, che assorbe tutto, la sua stesa storia e quelle degli altri. Tutto…. come un buco nero!

Così, dai tentativi di messa in scena del giovane veneto, dal confronto con lo spirito incarnato del principe di Danimarca e degli altri personaggi, dall’analisi attenta e ragionatissima del testo di Shakespeare nasce uno spettacolo che non è l’ennesima reinterpretazione di Amleto, ma una INTERPRETAZIONE, che utilizza tutte le possibili potenzialità di un singolo attore per metterle al servizio del testo.

Una riflessione sull’uomo moderno a partire dal prototipo dell’uomo moderno.

Un monologo che diventa dialogo, che diventa racconto, che diventa confessione.

Un’esplorazione azzardatissima dei meandri della mente umana, dal particolare all’universale, e ritorno.

Per 400 anni la tragedia di Amleto ci ha posto delle domande.

Ora deve darci delle risposte…….

LAMLETO

Di e con Marco Bianchini (e William Shakespeare)

regia di Lorena Senestro

Venerdì 24 e Sabato 25, ore 21.

Teatro della Caduta, Via Buniva 24, Torino.

Lo spettacolo è ad ingresso gratuito.

E’ consigliata la prenotazione.

tel. 011 5781467 – fax 011 8128921

www.teatrodellacaduta.org

di Redazione