L’affarista al Carignano

aprile 4, 2011 in Spettacoli da Redazione

Mercadet lDal 5 al 10 aprile, alle ore 20.45, al Teatro Carignano di Torino (piazza Carignano, 6), andrà in scena “L’AFFARISTA Mercadet” di Honoré de Balzac. Un’opera che ha ottenuto riscontri positivi solo nel 1851, dopo purtroppo la morte dell’autore che aveva tentato di presentarla al pubblico tra il 1840 ed il 1848.

Balzac scrive di una borghesia ormai affermata come classe sociale di potere e prestigio, che ha perso l’allure di una supposta nuova etica, e che si riassume in un dubbio vocabolo: affarista.

Mercadet, il protagonista, ha parenti prossimi in tutto il mondo, all’epoca e fino ai giorni nostri: affarista di nome, maneggione di fatto, non stupisce per l’abilità finanziaria, bensì per la capacità di convincere chi lo circonda della bontà dei propri affari. Scaltro, ipocrita e capace di volgere a proprio favore ogni evento, Mercadet vive con il solo scopo di speculare, di arricchirsi. Gioca in Borsa con capitali inesistenti, è assediato dai creditori, ma la sua pulsione nevrotica lo spinge a usare la moglie a proprio favore, come uno specchietto per le allodole, o a cercare un matrimonio che lo salvi dai creditori sacrificando la figlia.

La commedia si apre con Mercadet sull’orlo della bancarotta, animato però dai propri saldi principi: il motore della società moderna è il denaro e l’onore e la credibilità si fondano sull’apparenza. Così la moglie partecipa a ogni evento mondano, amplificando la fama di finanziere del marito, a cui tutti si rivolgono, nobili e servi.

Il regista Antonio Calenda dirige Geppy Gleijeses in questa nuova edizione di Mercadet l’affarista. La produzione vede riuniti il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, il Teatro Stabile di Calabria e il Teatro Quirino – Vittorio Gassman: La commedia di Balzac – spiega – possiede una stringente attualità, un incredibile impatto sul lettore contemporaneo, poiché tratta temi molto sentiti, come la frenesia e l’immoralità delle speculazioni economiche, lo spietato gioco delle Borse, il mondo losco e cinico degli affari.

Teatro Carignano | 5 – 10 aprile 2011

L’AFFARISTA

Mercadet

di Honoré de Balzac

con Geppy Gleijeses, Marianella Bargilli

e con Paila Pavese, Osvaldo Ruggieri

e (in ordine alfabetico) Francesco Benedetto, Adriano Braidotti,

Piergiorgio Fasolo, Antonio Ferrante, Ferruccio Ferrante, Antonio Tallura,

Alfonso Veneroso, Jacopo Venturiero

regia Antonio Calenda

INFO BIGLIETTERIA:

Biglietti: Intero € 29,00

Recite: martedì, mercoledì, venerdì e sabato, ore 20,45; giovedì, ore 19,30;

domenica, ore 15,30;

Biglietteria del Teatro Regio – Teatro Stabile, piazza Castello 215, telefono 011 8815241/242

(orario dal martedì al venerdì 10,30/18,00. Sabato 10,30/16,00).

Nei giorni di recita è possibile acquistare i biglietti alla cassa del teatro

un’ora prima dell’inizio dello spettacolo.

Vendita on-line: www.teatrostabiletorino.it

[email protected]

di Redazione