La tigre e la neve

ottobre 30, 2005 in Cinema da Barbara Novarese

La tigre e la neve“Spero che questa storia vi sorprenda, vi distragga, vi inquieti, vi diverta e vi commuova. Forse sono troppe. Vabbè, ma anche una sola di queste già sarebbe una cosa straordinaria per un film”.

La critica è discordante, tuttavia le posizioni sono ben distinte: il film piace o non piace… non esiste una via di mezzo. Così, sullo sfondo di una guerra altrettanto controversa, la nuova oper. a cinematografica di Benigni si districa tra l’amore ideale (che per una volta appare alla portata di tutti) e la speranza di preservarlo, a dispetto dell’atavica violenza insita nell’essere umano.

Una storia semplice, limpida e lucente come il cielo stellato di Bagdad. C’è la guerra, ma non si parla di guerra; più volte vengono inquadrati i ritratti di Saddam, tuttavia non si parla di politica; ci sono richiami precisi ad avvenimenti e personaggi ma i nomi non vengono citati. La violenza è lasciata all’immaginario, così come il dolore e la desolazione; l’unico sentimento esplicitato è l’amore, in tutte le forme che può impersonare: l’amicizia, la passione, il flirt passeggero, il sorriso di un bambino, i figli, gli animali, la solidarietà e soprattutto “DIO” (nell’accezione più ampia del termine). La morte stessa pare rivestire le sembianze dell’amore, quando il poeta Iraqueno si suicida… ad ognuno, comunque, spetta la propria interpretazione!

Si ride, ma soprattutto si sorride, accompagnando l’innocenza di un poeta con il sottogusto dell’umana rassegnazione: si può salvare il singolo, non il mondo intero.

Roberto Benigni partecipa alla sua opera con il solito incontenibile entusiasmo, trasformando ciò che per il mondo si chiama cinismo, in amore per la vita… comunque essa sia.

Che cosa c’entra “la tigre e la neve”?

Alcune volte, può avverarsi anche quello che pare impossibile.

Un film riuscito… fatta eccezione per la recitazione Nicoletta Braschi.

Anno: 2005

Genere: Commedia

Durata: 118′

Uscita italiana: 14/10/2005

Origine: Italia

Regia: Roberto Benigni

Cast

Roberto Benigni Attilio De Giovanni

Nicoletta Braschi Vittoria

Jean Reno Fuad

Tom Waits Se stesso

Emilia Fox Nancy

Gianfranco Varetto Avv. Scuotilancia

Giuseppe Battiston Ermanno

Lucia Poli Signora Serao

Chiara Pirri Emilia

Anna Pirri Rosa

di Barbara Novarese