La rivoluzione di Sigmund Freud

maggio 8, 2006 in Fotografia da Cinzia Modena

1856 – 2006

Anniversario della nascita di

Sigmund Freud

freudIl 6 maggio è stata inaugurata a Torino, alla Cavallerizza Reale – Maneggio Chiablese, la mostra fotografica “La rivoluzione di Sigmund Freud”, in collaborazione con Torino Capitale Mondiale del Libro, Città di Torino, Regione Piemonte e Gruppo Bodino.

La mostra, curata dalla casa editrice Bollati Boringhieri, vuole ripercorrere, attraverso la suggestione delle immagini fotografiche dell’epoca, la vita e la parabola di un mondo privo di centro, che rappresentarono la scenografia inedita e feconda, nel quale Sigmund Freud elaborò il suo pensiero rivoluzionario.

Sette sono le sezioni:

Le origini (1856 – 1888)

L’invenzione della psicoanalisi (1888 – 1900)

Il movimento psicoanalitico (1901 – 1911)

Le sorti dell’umanità (1912 – 1922)

La malattia e l’eredità (1923 – 1929)

L’avvento del nazismo e la diaspora (1929 – 1938)

La morte (1939)

“Più dell’immagine di Albert Enstein con i suoi capelli bianchi, più del sorriso arguto di Enrico Fermi, è Sigmund Freud con il suo volto pensoso colui che rappresenta, e sembra riassumere in sé, la cultura del Novecento. Le sue opere, e tutta la sua costruzione di proposte e di idee – la psicoanalisi – caratterizzano un’intera epoca… Freud rimane un gigante della nostra epoca in primo luogo perché ha trasformato l’immagine corrente della persona. Non soltanto le sue idee sulla vita sessuale hanno contribuito a vincere i moralismi più retrivi: le sue opere continuano a invitarci al realismo per quanto concerne la concezione della natura umana e il problema del rapporto fra l’individuo e la società” (Giovanni Jervis)

  • Informazioni utili

    La rivoluzione di Sigmund Freud

    Cavallerizza Reale

    Maneggio Chiablese

    Via Giuseppe Verdi, 9 – 10124 Torino

    Apertura: dal 6 maggio al 6 giugno 2006

    Orari: da martedì a domenica ore 11.00 – 18.00. Chiuso lunedì

    Ingresso libero

    di Cinzia Modena