La Rabbia di Louis Nero

febbraio 3, 2008 in Cinema da Pierluigi Capra

La Rabbia Il film La rabbia, di Louis Nero, girato a Torino, dovrebbe uscire a Los Angeles in anteprima mondiale e al cinema Centrale di Torino il 29 Febbraio 2008 in anteprima per l’Italia.

Sarà un evento importante per la città della Mole poiché sono attesi, col giovane regista torinese Louis Nero, attori del calibro di Franco Nero, Tinto Brass, Philippe Leroy, Nico Rogner, Barbara Enrichi ed altri.

Il regista Nero si è laureato a Dams di Torino nel 2000 con una tesi sulla produzione sperimentale del regista Peter Greenaway, sta conseguendo una seconda laurea in filosofia teoretica ed ha all’attivo già tre film: Golem, Pianosequenza e Hans.

Questo suo ultimo lavoro, in una certa misura autobiografico, è un atto di denuncia nei confronti del “sistema cinema” che, secondo Nero, è più industria che arte e spesso scoraggia coloro che al cinema chiedono di elevare l’animo umano.

“L’umanità esiste per creare opere d’arte” afferma un personaggio del film. E questa è anche la tesi di Louis Nero.

Il protagonista de La Rabbia infatti è un regista che, si scontra con le leggi del mercato a scapito della ricerca, della sperimentazione, della cultura, dell’ideale estetico. Il suo progetto è quello di lasciare un segno del suo passaggio sulla terra attraverso la creazione di un racconto per immagini.

Vuol rappresentare una generazione di idealisti che, pur sapendo che la società è sensibile solo al denaro, cerca di distaccarsene tentando una mediazione, un compromesso che però suscita sofferenza e rabbia.

Paradossalmente è proprio questa rabbia che, come tutti i sentimenti autentici, diventa forza e motore interiore di una voglia di riscatto. La rabbia repressa, opportunamente canalizzata, serve proprio a raggiungere lo scopo del regista: “realizzare il film”.

Il film non è solo serietà e impegno, ma anche ironia sui personaggi che animano il mondo del cinema, magia, illusione, creatività, analisi a livello psicologico del rapporto uomo-donna e padre-figlio.

Il progetto è risultato così credibile che ad esso hanno aderito numerose star italiane e internazionali, nonché personalità illustri legate al mondo del cinema non ostante il limitatissimo budget a disposizione. Da Franco Nero a Philippe Leroy, da Lou Castel a Giorgio Albertazzi, da Tinto Brass a Barbara Enrichi, da Faye Dunaway a Nico Rogner, da Arnoldo Foà a Corso Salani, da Jun Ichikawa a Corin Redgrave.

La colonna sonora del film è stata scritta dal compositore argentino Luis Bacalov vincitore del premio Oscar, nel 1995, per le musiche del film Il Postino.

La rabbia ricorda un po’ Prove d’orchestra il film più dissacrante di Federico Fellini.

Afferma Louis Nero: “Il continuo mutamento degli eventi mi ipnotizza, mi inganna… Voi non vi rendete conto di cosa voglia dire essere fedeli alla propria natura”.

Un regista deve trovare da solo la strada della creatività, e solo la passione può far vivere un film. La rabbia ne è la dimostrazione lampante.

Scheda sintetica del film

Regia: Louis Nero

Anno di produzione: 2008

Durata: 104′

Tipologia: lungometraggio

Genere: drammatico

Paese: Italia

Produzione: L’Altro Film

Attori: Franco Nero, Nico Rogner, Gregorio Napoli, Barbara Enrichi, Tinto Brass, Antonella Salvucci, Lucia Luciano, Jun Ichikawa, Sax Nicosia, Faye Dunaway, Philippe Leroy, Lou Castel, Arnoldo Foa’, Giorgio Albertazzi, Corso Salani, Giampiero Lisarelli, Hal Yamanouchi, Asia Cibelli, Anna D’Agostino

di Pierluigi Capra