La patata

gennaio 16, 2006 in Ricette da Momy

Le ricette

Le origini

PatataIl nome di questo tubero, diventato una delle principali fonti di sostentamento, deriva da batata, parola caraibica che denota la patata dolce. Le origini della patata sono da cercarsi tra il Cile ed il Perù, dove le popolazioni della Cordigliera delle Ande la coltivavano già 4000 anni orsono. La lunga pratica agricola ha consentito a queste popolazioni di mettere a punto una serie notevole di varietà, che si adattano a qualsiasi clima.

In Europa arrivo portata dagli spagnoli intorno al 1570, e ci mise quasi 50 anni per arrivare in Inghilterra e in Irlanda, dove entrò immediatamente nella dieta della povera gente. Più refrattari furono i francesi, che inizialmente non la utilizzarano, convinti del fatto che causasse la lebbra. Solo grazie al farmacista Parmentier, che ne sperimentò le proprietà benefiche da prigioniero dei Prussiani nella guerra dei sette anni, l’impiego si diffuse anche nella regione francese.

Ancora più travagliato fu il percorso che la patata dovette compiere per arrivare negli Stati Uniti. Fu infatti esportata dall’Irlanda nel 1719…

un viaggio di 25.000 km, quando ne sarebbero bastati, circa 3800 anni prima, 6.500!

Le varietà

La specificazione della pasta, bianca o gialla, è relativamente recente e arriva dai cugini francesi, ancora oggi combattuti sulla scelta della varietà migliore per le famose frites. A queste due varietà si aggiungono la patata novella e la patata rossa. Ecco alcune delle loro caratteristiche ed il loro impiego ottimale:

  • a pasta bianca: di forma tonda, può essere di Napoli o di Como: è piuttosto farinosa quindi adatta alla preparazione di purè, sformati e qualunque piatto che ne prevede la frantumazione.

  • a pasta gialla: più soda e compatta, piuttosto versatile ma particolarmente adatta per essere cucinata intera e per essere fritta.

  • la Rossa: saporita e consistente, adatta ad ogni tipo di preparazione, buona sia saltata in padella sia al forno

  • la Novella: è il tipo che viene raccolto immaturo ed è disponibile tutto l’anno; è caratterizzata da polpa delicata e viene cucinata soprattutto arrosto o lessata.

    Caratteristiche nutrizionali

    Un alto contenuto di amido, unito alle proteine ed alla vitamina C, la rende un cibo ideale. Attenzione però alla loro conservazione: se prendono luce, diventano verdi e sviluppano degli alcaloidi velenosi, nocivi per la salute.

    La caratteristiche nutrizionali del prodotto sono fortemente influenzate dal tipo di preparazione: lipidi e calorie crescono con la frittura…

    Valori per 100 gr

    patate

    patate fritte

    patate novelle

    purè

    fecola di pat.
    Parte edibile [gr]:

    83

    100

    89

    100

    100
    Proteine totali [gr]:

    2,1

    1,6

    0,9

    2,02

    0,2
    Lipidi totali [gr]:

    0,4

    10,3

    0

    6,8

    0,1
    Glucidi totali [gr]:

    20,8

    27,2

    7,6

    13

    88,8
    Amido [gr]:

    20,29

    26,6

    17,1

    11,4

    88,8
    Glucidi solubili [gr]:

    0,5

    0,6

    0,5

    1,6

    0
    Energia [kcal]:

    90

    201

    71

    118

    335
    Fibra alimentare [gr]:

    2,1

    3,4

    2,4

    1,18

    0
    Colesterolo [mg]:

    0

    0

    0

    20,5

    0

    Le proprietà curative

    Come accennato nelle righe precedenti, il consumo di patate porta notevoli benefici alla salute grazie ai contenuti di vitamina C, ferro, potassio e vitamine del gruppo B. Questi elementi sono contenuti soprattutto nella buccia delle patate, per cui è bene cuocerle sempre con la buccia e, in caso di patate novelle, mangiarle senza sbucciarle.

    Il succo crudo di patata, oltre ad essere un ottimo lucidante per l’argenteria [n.d.r], è un efficace contro i disturbi legati all’ulcera, anche se non ne favorisce la cicatrizzazione, limitandosi a migliorare i disturbi colici. Se al succo si aggiunge un po’ di olio di oliva extravergine, diventa un ottimo emolliente per le pelli secche e screpolate. La polpa può essere utilizzata per impacchi esterni sulla pelle, per lenire arrossamenti, geloni e scottature, per riposare gli occhi stanchi.

    Il decotto di foglie fresche (20 gr. in un litro d’acqua), con aggiunta di miele e’ efficace nelle tossi secche e stizzose.

    Le sagre

    Coni suoi 36 kg di consumo pro-capite, la patata è uno dgli alimenti più consumati sulle nostre tavole. Grazie alla sua versatilità infatti può essere utilizzata per la preparazione di antipasti, primi piatti, contorni e, perché no, dolci.

    Sarà forse per questo che nel nostro paese ogni anno vengono organizzate delle sagre dedicate al prezioso tubero. Eccovi qualche appuntamento, in ordine rigorosamente cronologico!

    Gennaio – Settimo Rottaro – Sagra del Salam ‘d patata

    Sagra Salame di patataLa Sagra del ‘Salam ‘d Patata’, prodotto tipico canavesano inserito nel Paniere dei Prodotti Tipici della Provincia di Torino, vuole riscoprire un prodotto, il salame di patata, fatto di ingredienti assolutamente naturali e ‘poveri’ come alcune parti del maiale e le patate bollite. E’ un insaccato dal gusto leggero, tipicamente piemontese, che ben si abbina ad un buon bicchiere di vino rosso canavesano. A questa antica dunque La Sagra si ispira alle antiche tradizioni contadine, evidenziando alcuni aspetti tipici della vita rurale caduti in disuso nel periodo dello spopolamento delle campagne e del consumismo più esasperato e riportandoli all’attenzione di tutti quale spunto per uno stile di vita qualitativamente migliore. Dal 20 al 29 gennaio 2006.

  • Info: www.comune.settimorottaro.to.it

    Agosto – Sagra della Patata Rossa della montagna Umbro Marchigiana – Colfiorito

    La Sagra della Patata Rossa di Colfiorito è ormai un appuntamento tradizionale per migliaia di persone che, da due versanti dell’Appennino Umbro-marchigiano, salgono sull’altopiano, taluni per l’intera durata della manifestazione, attratti dalle specialità gastronomiche, ma anche dal variegato programma ludico e culturale.

  • Info: www.sagrapatatacolfiorito.it

    Settembre – Sagra della Patata Fritta – Serra Pistoiese

    Si tratta di uno dei classici appuntamenti del folclore della montagna pistoiese. La manifestazione, ospitata nel cuore del paese (in Piazza del Gobbo e Regina Elena) prevede la distribuzione gratuita delle croccanti delizie, oltre a gare che vedono i produttori del luogo sfidarsi a colpi di tubero, per aggiudicarsi il premio di “patata più grossa nazionale”.

  • Inf
    o: www.abetone.com

    Ottobre – Sagra della patata – Tolè

    L’ultima domenica di settembre e la prima di ottobre si tiene a Tole’, nell’area degli impianti sportivi, la “Sagra della Patata”. Il fatto che questa manifestazione si tenga fin dal 1964 dimostra l’importanza che riveste per tutto il paese. Durante la festa sono attivati vari stands gastronomici e si possonno degustare le migliori ricette a base di patate all’interno della sala polivalente e quindi al riparo di ogni eventuale avversità metereologica. Nell’area circostante è allestita la Fiera Mercato nella quale è possibile acquistare le specialita’ di Tole’ (oltre alle patate, marroni, funghi e formaggi vari). Giochi e intrattenimenti musicali, uniti al mercatino delle cose vecchie e antiche organizzato per le vie del paese, completano l’offerta enogastreonomica.

  • Info: www.comune.bologna.it/iperbole/atptole

    Le ricette

    Antipasti

    Crocchette di granchio e patate [Brasile]

    Primi

    Gnocchi di ricotta e patate con speck e porcini

    Secondi

    Patate farcite al profumo di timo

    Dolci

    Frittelle di patate dolci

    di Momy