La finale dei World Cyber Games X edition

luglio 12, 2010 in Technology da Redazione

World Cyber GamesIl 17 e 18 luglio si terranno per la prima volta a Torino le finali nazionali delle Olimpiadi dei Videogiochi. Dalle 10 alle 19, sarà totalmente gratuito presso l’8Gallery, nella Corte della Ristorazione la possibiltà di partecipare a “scontri” all’ultimo games. Con questa finale, i World Cyber Games celebrano una data particolare: i 10 anni dalla nascita delle cosiddette Olimpiadi dei Videogiochi.

In entrambe le mattine del week end ci sarà la possibilità di qualificarsi per l’ultima volta alle finali e, subito dopo, lottare per gli ambiti titoli di campione italiano, nelle rispettive categorie.

I giochi che celebreranno i nuovi campioni italiani saranno divisi in 3 categorie e decreteranno un vincitore per gioco. Per la categoria giochi per il PC i giocatori cibernetici si sfideranno alla guida con TrackMania Nations Forever (Ubisoft), al gioco di strategia con ambientazione fantasy Warcraft 3: The Frozen Throne (Blizzard Entertainment), al calcio di FIFA Soccer 10 (EA) e al gioco di strategia con ambientazione fantascientifica StarCraft: Brood War (Blizzard). Per XBOX360 un altro gioco di guida Forza Motorsport 3 (Microsoft Game Studios), il musicale Guitar Hero 5 (Activision) e il gioco piacchiaduro Tekken 6 (Namco Bandai Games) mentre per la categoria MOBILE si gioca con le gare automobilistiche di Asphalt 5 (Gameloft).

Ogni torneo sarà gratuito, per partecipare basterà presentarsi alla Corte della Ristorazione di 8 gallery allo stand di World Cyber Games dalle 10 di mattina in poi e iscriversi direttamente in loco.

Nati in Corea nel 2000, ogni anno oltre 1 milione e 500 mila giocatori partecipano alle selezioni nazionali del torneo in 77 diverse nazioni, speranzosi d’essere tra i 700 finalisti a guadagnare un viaggio nel luogo delle finali per giocarsi il montepremi di 500.000 $ in palio. Grazie al supporto offerto dal main sponsor delle olimpiadi, Samsung Electronics Italia ®, e alle postazioni gioco forniti dagli Sponsor Cooler Master e Xbox, i giocatori che arriveranno a 8 gallery avranno la possibilità in entrambe le mattine del week end di qualificarsi per le finali e, subito dopo, lottare per gli ambiti titoli di campione italiano. I vincitori si avvicineranno di un passo alle finali mondiali di Los Angeles e potranno lottare per il grandioso premio finale.

Il sistema italiano di qualificazione ha proposto diverse tappe sul territorio nazionale e dei tornei online per garantire ai videogiocatori più forti l’opportunità di gareggiare in più sfide, dando inoltre la possibilità al grande pubblico di toccare con mano la spettacolarità e l’agonismo che si manifesta durante i tornei. In occasione delle varie tappe, Samsung ha fornito la propria tecnologia a supporto dell’evento, mettendo a disposizione, all’interno delle postazioni di gioco, 60 monitor T220, 4 TV LCD da 40” e 4 cellulari, 2 omnia e 2 Innov8 che, grazie alle loro funzioni, si adattano particolarmente bene ai videogiochi mobile. L’azienda, inoltre, per ogni tappa ha avuto uno showcase di prodotti e novità, per far vivere ai fan dei “virtul-duellanti” l’emozione dei prodotti Samsung.

“Per noi di Progaming Italia gestire i WCG è una soddisfazione sempre più grande. Il crescente numero di presenze in questa edizione 2010 ha nuovamente battuto tutti i record di aspettative” spiega Marco Olivari, Project Manager del progetto WCG Italia. “Samsung [Main Sponsor dei World Cyber Games dal 2000, ndR] è da sempre vicina al mondo dei giovani e uno dei suoi obiettivi è quello di creare una cultura dei videogame in cui videogiocatori e appassionati possano riconoscersi” ha dichiarato Sang Chul Lee, Presidente di Samsung Electronics Italia. “I World Cyber Games rappresentano un evento molto importante per Samsung, essendo delle vere e proprie olimpiadi dei videogiochi. Essere main sponsor non solo è un onore, ma dimostra l’importanza che hanno per la nostra azienda i valori dello sport e della competizione, anche virtuale”.

Per maggiori informazioni www.wcg-italy.com.

di Redazione