L’Hotel Giardino compie 20 anni!

giugno 2, 2006 in Viaggi e Turismo da Momy

hotel giardinoVenti anni: sono quelli che compie, il 31 maggio, l’Hotel Giardino di Ascona. Venti è anche il punteggio massimo che la prestigiosa guida GaultMillau concede agli chef veramente straordinari. Sarà questo il fil rouge che ha attratto lo chef dell’hotel Giardino quando si è trattato di decidere come festeggiare questo importante traguardo?

Leggendo il programma degli eventi, la risposta possibile è una sola: sì!

Da fine aprile ad ottobre dieci grandi chef si contendono i favori del pubblico a colpi di forchetta. Piatti raffinati e vini pregiati delizieranno gli ospiti dell’hotel e tutti coloro che vorranno partecipare a questo tour eno-gastronomico tra gli over 14… punti GaultMillau, ovviamente!

Il primo ad esibirsi, il 28 aprile, è stato Beat Caduff. Cuoco e intenditore di vini, titolare dell’omonimo e famosissimo Caduff’s Wine Loft di Zurigo, delizia i suoi ospiti con prodotti freschi di mercato. Il punto d’attrazione del suo locale è la cantina, che vanta ben 2222 etichette.

L’11 maggio è salito ai fornelli Heinz Winkler, lo chef più blasonato di questo parterre de roi, visto che può vantare, oltre a 19, punti GaultMillau, anche 3 stelle Michelin. Il Residenz Heinz Winkler, situato nella piccola cittadina di Aschau, è un prestigiosissimo relais di campagna, disegnato come una dimora privata al centro di una corte chiusa. Tra i suoi ospiti si possono citare alcuni degli uomini più potenti della terra, da Re Juan Carlos di Spagna a Carlo Gustavo di Svezia, dal presidente della Germania Scheel a quello degli Stati Uniti George Bush (senior), e magnati di fama mondiale come il banchiere John D. Rockfeller e il presidente della Fiat Gianni Agnelli.

Questa sera Bernhard Diers, chef dell’Hotel Am Schlossgarten di Stoccarda, proporrà agli ospiti asconesi la cucina di ispirazione mediterranea che lo ha reso uno dei più celebri gourmet tedeschi.

Il 31 maggio un gradito ritorno all’hotel Giardino: quello di Alois Brünner, ora chef del Savoy Baur en Ville di Zurigo, cresciuto professionalmente proprio ad Ascona, sulle rive del Lago Maggiore.

Arriva invece da St. Moriz Reto Mathis, il cui locale Reto Mathis’ Food Affaire, situato a a 2.486 m s.l.m, al capolinea della funicolare Corviglia, è famoso per le sue eccellenti specialità al caviale.

Anche per Armin Rottele, che verrà chiamato in causa il 23 luglio, si tratta di un gradito ritorno, visto che lo chef aveva diretto alcuni anni orsono, insieme ai suoi 32 fidi compagni, i ristoranti Aphrodite e Giardino, proponendo un eccellente misto tra cucina tradizionale italiana e nouvelle cuisine francese.

Per un rovente anticipo di Ferragosto vi consigliamo di non perdere, il 13 agosto, la performance di Thomas Balensiefer, maitre a Villa Hammerschmiede, uno splendido esempio di Art Nouveau immerso nella quiete di Pfinztal, in Germania.

L’autunno comincia, il 23 settembre, con Christian Henze, il cui locale, il Landhaus Henze, è riuscito a conquistare una preziosissima stella Michelin.

Gli ultimi due appuntamenti vedranno in scena, rispettivamente il 21 ed il 31 ottobre, Robert Speth il cui Ristorante Chesery è uno dei più rinomati di Gstaad (se avete l’occasione di andarci, provate la specialità della casa: formaggio Brie de Meaux ai tartufi!) e Rolf Heiniger del Ristorante Giardinetto.

Per ulteriori informazioni:

www.giardino.ch

Il programma delle serate

  • 28 aprile: Beat Caduff – Caduff’s Wine Loft [14 punti]

  • 11 maggio: Heinz Winkler – Residenz Heinz Winkler [19,5 punti & 3 stelle Michelin]

  • 29 maggio: Bernhard Diers – Hotel Am Schlossgarten [18 punti & 1 stella Michelin]

  • 31 maggio: Alois Brünner – Savoy Baur en Ville [14 punti]

  • 10 giugno: Reto Mathis – Mathis Food Affairs [St. Moritz Gourmet Festival]

  • 23 luglio: Armin Röttele – Schloss Neuweier [15 punti]

  • 13 agosto: Thomas Balensiefer – Villa Hammerschmiede [17 punti & 1 stella Michelin]

  • 23 settembre: Christian Henze – Landhaus Henze [16 punti & 1 stella Michelin]

  • 21 ottobre: Robert Speth – Ristorante Chesery [18 punti & 1 stella Michelin]

  • 31 ottobre: Rolf Heiniger – Ristorante Giardinetto [15 punti]

    di Monica Mautino