L’Albinoleffe ferma ancora la Juve

aprile 9, 2007 in Sport da Giovanni Rolle

TORINO – L’Albinoleffe ferma ancora la Juve. I bianconeri vengono bloccati su pari all’Olimpico dai bergamaschi che già nel match di andata avevano impattato con gli uomini di Deschamps. Un pari meritato, quello della squadra di Mondonico, che ha disputato una buona gara al di là dei demeriti della formazione di Deschamps. I bianconeri hanno giocato con la mente evidentemente rivolta alla sfida di martedì con il Napoli, in vista della quale il tecnico francese ha concesso una giornata di riposo a Del Piero.

E’ l’Albinoleffe ad iniziare la parita in avanti, Belingheri tenta la via del gol con un colpo di testa sugli sviluppi di un calcio dalla bandierina della formazione lombarda, con la palla che finisce di poco alta. Marchetti, preferito da Mondonico ad Acerbis, giustifica la scelta del proprio allenatore commendo un doppio “miracolo” su Trezeguet e Palladino. Sempre sul fronte bianconero, Birindelli, già autore del gol che ha regalato la vittoria ai bianconeri contro il Pescara, prova a fare il bis con un bel pallonetto che per poco non si infila nella porta difesa da Marchetti. Iol difensore bianconero riceva tuttavia un cartellino giallo, che, essendo diffidato, lo obbligherà a saltare la sfida di mercoledì prossimo contro il Napoli.

E’ una Juve che gioca senza troppa convinzione e al 32’ subisce il gol dell’Albinoleffe. A segnare è Ruopolo, che insacca alle spalle di Buffon raccogliendo un cross di Bonazzi, con i componenti della retroguardia juventina che restano a guardare attoniti.

La replica dei giocatori di Deschamps arriva prima della fine della prima frazione. A pareggiare è Balzaretti, che sorprende Marchetti da fuori area con un pallonetto dopo avere raccolto una respinta del portiere dell’Albinoneffe.

Nella ripresa la Juve dovrebbe mettere a segno il colpo del ko e dopo pochi minuti Trezeguet non concretizza una buona occasione incornando a lato su cross di Balzaretti.

La Juventus gioca al piccolo trotto, senza mai dare l’accelerata decisiva per scardinare l’ordinata difesa degli orobici.

Nelle file juventine gli unici pericoli arrivano dal nuovo entrato Bojinov, che prima colpisce un palo e poi impegna Marchetti in una difficile parata.

La fornazione di Monsonico avrebbe addirittura l’occasione per portare a casa una storica vittoria Bonazzi, con Chiellini a terra, fallisce il colpo del ko, tentando la soluzione personale, senza servire cristiano, ben appostato a centro area.

Finisce 1-1, un punto che soddisfa ovviamente i pochi sostenitori che hanno seguito l’Albinoleffe nella trasferta torinese e che lascia l’amaro bocca al pubblico juventino.

  • JUVENTUS-ALBINOLEFFE 1-1

    RETI: 32′ p.t. Ruopolo (A), 38′ p.t. Balzaretti (J).

    JUVENTUS: Buffon; Birindelli, Boumsong, Chiellini, Balzaretti; Camoranesi (17′ s.t. Bojinov), Paro, Giannichedda (33′ s.t. Marchisio), Nedved; Palladino (28′ s.t. Marchionni), Trezeguet.

    In panchina: Mirante, Legrottaglie, De Ceglie, Zalayeta.

    All. Deschamps.

    ALBINOLEFFE: Marchetti; Colombo, Dal Canto, Santos; Innocenti, Belinghieri (1′ s.t. Previtali), Del Prato, Poloni, Peluso; Bonazzi (19′ s.t. Cristiano), Ruopolo (15′ s.t. Cellini).

    In panchina: Acerbis, Donadoni, Rabito, Ferrari.

    All. Mondonico.

    AMMONITI: 13′ p.t. Poloni, (A) 20′ p.t. Birindelli (J), 31′ p.t. Nedved (J), 37′ s.t. Marchetti (A).

    di Giovanni Rolle