Kill The Granny

febbraio 27, 2008 in Libri da Cinzia Modena

Titolo: KILL THE GRANNY – I gioielli del gatto
Autore: Francesca Mengozzi – Giovanni Marcora
Casa editrice: Vittorio Pavesio Productions
Prezzo: € 14,90
Pagine: 112

Kill the GrannyE’ da poco uscito un libro realizzato da due giovani fumettisti fiorentini, Mengozzi e Marcora, che raccontano le avventure di un gatto che ha fatto un patto col diavolo. Una piacevole proposta dell’editore Vittorio Pavesio Editore che scommette su due leve allevate alla Scuola del Fumetto di Firenze.

Kill the Granny, questo il titolo, ossia “uccidi la nonna” è il comando che impone un grasso satana al gatto protagonista che vuole riappropiarsi di qualcosa a lui tanto caro da accettare di fare un patto col diavolo.

Quale sia l’oggetto del contendere è lasciato ai lettori. Il prezzo da pagare è tuttavia caro: uccidere la sua padroncina, una docile nonnina dal volto paffuto e sorridente.

Ci riuscirà il nostro protagonista? Di sicuro c’è che il gatto fa diversi tentativi, quante sono le ipotetiche vite di un gatto. Una tenera “sfiga” o sfortuna, di cui farà sempre resoconto al suo capo, un opulento satana, accompagna il gattino siamese nel corso dei suoi tentativi di impadronirsi della vita della padroncina.

Ci riuscirà?

A gennaio c’è stata una simpatica presentazione del libro a Torino, presso la libreria Feltrinelli. Presenti l’editore e i due giovani ideatori e realizzatori dell’opera: la dark lady Francesca Mengozzi e l’ombroso Giovanni Marcora.

  • L’opera è tanto inquietante quanto il titolo?

    Francesca: Assolutamente no, svela con un sorriso aperto e vagamente imbarazzato, è una tenera storia di un gatto che prova, avventura dopo avventura, a portare a termine la sua missione ma è anche goffo, di una goffaggine che fa tenerezza. Vuol essere cattivo ma in realtà è troppo imbranato per riuscire nelle sue imprese!

  • Questa è la vostra prima opera pubblicata da una casa editrice. Impressioni?

    F. : Rispetto ai lavori fatti alla Scuola di Fumetto c’è una grande differenza. Ci si deve confrontare con scadenze, esigenze editoriali, redazionali, di tipografia… C’è la tensione, la dimensione del tempo che sembra volare, la sfiga che perseguita gli autori (come il gatto protagonista!) ché si ammalano in corso d’opera! E poi le interviste, il confronto con il pubblico…

  • Qualche anedotto legato alla realizzazione del libro?

    Giovanni: Riagganciandomi alla domanda precedente, sicuramente ci siamo confrontati con esigenze di produzione che seguono paramentri diversi da quelli cui eravamo abituati. Se prima si curava molto le matite, il tratto, la precisione dello stesso, i colori (l’albo è stato interamente dipinto ad acquarello, non al computer), abbiamo dovuto trovare un compromesso tra il nostro modus operandi e le scadenze che incalzano senza compromettere stile e qualità.

    Francesca: Io mi curo dei colori e Giovanni delle matite, è stata un’avventura quando prima io e poi lui ci ammalavamo rallentando l’attività o lavorando in un modo che a pensarci oggi è davvero molto buffo. Ma ci siamo divertiti e ci è piaciuto metterci in gioco.

  • Perchè leggere Kill The Granny?

    Perchè non è diabolico, anche se ci prova. Ha quella sbadataggine e sfortuna che abbiamo un po’ anche noi. E’ un amico che si mette in gioco in strane avventure suscitando simpatia con le sue espressioni ed azioni.

    Infine merita segnalare che esiste anche la versione francese dell’opera:

    KILL THE GRANNY – Les bijoux du chat

    Francesca Mengozzi – Giovanni Marcora

    Vittorio Pavesio Productions

    acquistabile anche on-line sul sito

    www.pavesiostore.com

    di Cinzia Modena