Juventus, Lazio e Fiorentina in serie B

luglio 16, 2006 in Sport da Claris

Una settimana è passata dal trionfo mondiale dell’Italia, ma solo le bandiere sono rimaste ferme sui balconi delle case. Nel calcio italiano tutto è cambiato: Donadoni al posto di Lippi alla NAzionale, Capello al Real Madrid e le sentenze di calcio-poli, con la serie B che diventa più blasonata della A.

Una settimana è passata dal trionfo mondiale dell’Italia, il 4° della sua storia, e, se le bandiere restano appese ai balconi delle case e l’emozione dei ricordi è ancora molto forte, nel calcio tante cose sono cambiate, tantissime se si pensa che siamo a luglio, un mese tradizionalmente calmo.

  • Lippi, l’allenatore campione del mondo ha lasciato la nazionale, con uno score invidiabile e un’imbattibilità che dura da oltre un anno. Spiace a tutti, dopo il trionfo, ma occorre rispettare la decisione coerente di chi è stato bersagliato in maniera violenta durante il ritiro azzurro.

    E poi,ritirarsi da trionfatore, dopo il primo incarico azzurro, è una prerogativa di pochi, un gesto da ricordare, come l’abilità nel condurre l’Italia ai vertici a Germania 2006. E poi, Lippi, a volte torna… vedi Juve…

  • Donadoni, ex giocatore del Milan, ed ex allenatore del Livorno, è il nuovo allenatore della Nazionale. Primo appuntamento con la Croazia in amichevole ad agosto e poi a settembre subito due partite di qualificazione agli europei, tra cui la rivincita con la Francia. Auguti al nuovo CT, nel ricordo dei suoi dribbling sulla fascia sinistra nel più bel Milan di sempre e della freschezza che ha portato nel Livorno, prima di un esonero insensato.
  • Juve, Fiorentina e Lazio il prossimo campionato saranno in serie B, il Milan in A ma partirà da -15. Queste le principali sentenze del processo di calcio-poli,

    Più precisamente bianconeri con 30 punti di penalità, viola con -12, romani con -7. Ed ancora 5 anni di inibizione a Moggi e a Giraudo, 1 a Galliani, 4 a Della Valle, 3 a Lotito.

    Così ha sentenziato venerdì sera Cesare Ruperto, 81 anni, presidente Caf.

    Che commenti fare? Uno su tutti. Nessuna dei condannati ha accettato serenamente la pena (ovvio!), ma non perché si sia proclamato non colpevole, ma perché la giudica eccessiva.

    Quindi? La bilancia di primo grado ha deciso così, ora iniziano giorni di ricorsi, settimane di attesa e sentenze, nella speranza che portare a galla questi comportamenti scorretti sia da monito a non ripeterli.

    Certo, se le sentenze venissero confermate, la Juventus, con la revoca dello scudetto nel campionato 2004-05 e la non-assegnazione dello scudetto 2005-06 scenderebbe a quota 27 scudetti, ma soprattutto passerebbe almeno 2 anni senza Coppe Europee e non avrebbe vita facile nel risalire subito nella massima divisione.

    Già, infatti la serie B sarebbe la più agguerrita di sempre, con una sfilza mai vista di squadre scudettate: Juventus, Fiorentina, Lazio, Genoa, Napoli, Verona, Bologna… E solo 3 posti per risalire… pronostici non facili per nessuno, ma una sicurezza: si rischierà di parlare più della B che della A!

    Quella A che vedrebbe favorita d’obbligo l’Inter sulla Roma e sul Milan… ma se in un campionato post-mondiale le sorprese sono sempre state alle porte (vedi Roma nell’83, Napoli nell’87, Sampdoria nel ’91… in questo qualche matricola potrebbe tentare il colpo della vita… RIuscito comunque a chi va nelle coppe in maniera inaspettata…

    Già, le coppe? In Champions ci sarebbero Inter, Roma, Chievo e Palermo. Insomma per queste ultime due una sfida quasi impossibile, ma non si sa mai, i miracoli a Verona e a Zamparini a volte riescono….

    Certo con ogni probabilità i giocatori che si aspettavano di giocarle, le coppe, le giocheranno, ma con altre maglie… Facile infatti pronosticare la fuga di talenti dalle squadre retrocesse… Capello a Madrid ha ritrovato Cassano, ma aspetta Cannavaro e il suo fedelissimo Emerson… e chissà dove andranno Trezeguet, Toni, Ibrahimovic e Buffon…

    di Claris