Juve, tornano Conte e Trezeguet

dicembre 3, 2002 in Sport da Roberto Grossi

Bocche ancora cucite in casa Juve. Prosegue infatti, a tempo indeterminato, il silenzio stampa imposto dai dirigenti di corso Galileo Ferraris a tutti i tesserati bianconeri (incluse anche premiazioni e serate di beneficenza e qualche calciatore ha lamentato il proprio disappunto) e durerà sino a quando gli echi delle polemiche innescate dalla Capitale (prima, durante, e dopo Roma-Juve), non si saranno spente del tutto.

A rischio quindi anche la conferenza stampa di vigilia di Coppa Italia che dovrebbe tenersi oggi con Marcello Lippi al Comunale per presentare l’incontro contro la Reggina.

Tutti zitti e al lavoro: questa è l’unica parola d’ordine per preparare al meglio l’incontro con gli uomini di De Canio in programma domani allo stadio ‘Granillo’ (ore 21, diretta Rai) dove il tecnico toscano impiegherà le cosiddette ‘seconde linee’ per provare a prenotare l’ingresso ai quarti di finale della svilita coppa nazionale, ultimo obiettivo, in ordine di importanza, tra tutti quelli a disposizione.

Quasi tutti i protagonisti del pari ottenuto all’Olimpico hanno infatti ottenuto due giorni di riposo in vista dei prossimi, ben più impegnativi e importanti incontri con Brescia, Basilea e Lazio (gli ultimi due al Delle Alpi).

Al gruppo che ieri ha lavorato sul campo sono stati quindi aggregati sei ragazzi della Primavera (Bonnefoi, Cassani, Gastaldello, Paro, Marco Brighi e Palladino), alcuni di loro sicuramente in panchina nella difficile trasferta calabrese. L’elenco dei convocati sarà diramato solo prima della partenza prevista per oggi pomeriggio e potrebbe riservare qualche sorpresa, ma la formazione provata ieri durante la seduta di allenamento dovrebbe essere quella che scenderà in campo al ‘Granillo’: il 4-4-2 di partenza prevede Birindelli (il laterale toscano è squalificato per la prossima di campionato), Fresi, Moretti e Pessotto davanti a Chimenti. A centrocampo spazio a Zenoni, Conte (al rientro dopo l’infortunio), Baiocco e Olivera. Il duo d’attacco sarà composto da Salas e dal redivivo Trezeguet. L’attesa, ovviamente è tutta per il francese, fermo ai box dal 6 ottobre: nelle ultime due amichevoli organizzate appositamente per lui allo stadio Comunale i gol non sono mancati e le movenze apparivano discrete anche se ancora lente. Ma un conto è trovarsi di fronte, con tutto il rispetto, i dilettanti del Chisola, un altro mettere il ginocchio e contrastare i difensori reggini, che davanti al loro pubblico vorranno ottenere un risultato positivo dopo il deludente inizio di stagione.

Un test più che probante quindi per il franco-argentino, e nell’ora scarsa (già programmata) in cui starà in campo si trarranno utilissime indicazioni per il futuro del reparto avanzato bianconero.

di Roberto Grossi