Juve-Palermo 1-3 : Super Pastore

settembre 24, 2010 in Sport da Tomas

pagelle juve

Dopo la vittoria convincente contro l’ Udinese i bianconeri devono affrontare una serie ravvicinata di gare per trovare la continuità e le risposte che Del Neri ed i tifosi si aspettano siano finalmente positive anche in difesa e nella concentrazione. Il Palermo è ancora ad un punto in classifica ma, con i giovani nuovi acquisti e l’ ormai stella nascente di Javier Pastore a creare e concludere, non è certamente un’ avversario facile da affrontare per chi deve ancora oliare i meccanismi difensivi. La gara, che parte subito in salita per la rete del miglior in campo Pastore, non si delinea nel modo in cui vorrebbe Del Neri nel primo tempo, con Quagliarella poco incisivo e Krasic che punta spesso Balzaretti senza però trovare il cross vincente. Ci pensa allora Del Piero a risvegliare i suoi con qualche giocata delle sue, una traversa ed un rigore non concesso nel finale dalla terna arbitrale. I primi minuti della ripresa vedono una Juventus più incisiva sulla destra dove Krasic è più pericoloso ma, nonostante la doppia torre Iaquinta Amauri messa in campo per Pepe e Quagliarella, il Palermo trova il raddoppio con l’ ennesima azione di Pastore respinta da Storari e mandata in palo rete da Ilicic, fotocopia del goal contro l’ Inter. Il tempo per recuperare c’è ma i pericoli per Sirigu non sono così tanti da preoccupare Delio Rossi che vede invece triplicare su punizione il suo Palermo con una pennellata di sinistro di Bovo. Nel finale Iaquinta segna la rete della bandiera. L’ impegno e la corsa ai bianconeri non sono di certo mancati, ma se non si riesce a finalizzare producendo azioni pulite da rete ed in più nelle poche occasioni lasciate agli avversari si concedono delle reti incredibili allora questa stagione non potrà essere molto più positiva di quella passata, lasciando l’ obiettivo della Champions ancora come una irraggiungibile chimera.

  • Queste le squadre che son scese in campo:

    JUVENTUS (4-4-2): Storari 5; Motta 5, Bonucci 5.5, Chiellini 5.5, Grygera 6, Krasic 6.5, Marchisio 6, Felipe Melo 6.5, Pepe 5.5 (1’st Iaquinta 6), Del Piero 6.5 (15’st Aquilani 5.5), Quagliarella 5 (1’st Amauri 6).

    A disposizione: Manninger, Sissoko, Aquilani, Rinaudo, Legrottaglie.

    All. Del Neri.

    PALERMO (4-3-2-1): Sirigu; Cassani, Munoz, Bovo, Balzaretti; Migliaccio, Bacinovic (32’st Rigoni), Nocerino; Ilicic, Pastore (47’st Darmian); Pinilla (22’st Hernandez).

    A disposizione: Benussi, Kasami, Hernandez, Miccoli, Liverani, Rigoni, Darmian

    All. Rossi.

    RETI: 2’pt Pastore, 17’st Ilicic, 40’st Bovo, 42’st Iaquinta.

  • La partita

    Due minuti incredibili, due minuti che sembrano la carta carbone di quel che sarà la partita. Pressing alto dei bianconeri, Krasic che si getta oltre Balzaretti negli spazi, ma le occasioni non arrivano e così al 2° è il Palermo che beffa subito i bianconeri. Inserimento a sinistra di Pinilla, conclusione stoppata da Storari, ma la parata finisce a Pastore che mette in fondo al sacco per il vantaggio rosanero. Al 5° Pastore si ripresenta a destra ma il suo tiro viene bloccato da Storari. A questo punto il gioco passa ai bianconeri, fioccano le occasioni da cross ma finiscono sempre fuori, fino al 24° quando un tiro di Krasic viene bloccato da Sirigu. Dopo un colpo di nuca di Quagliarella che finisce fuori al 30° il Palermo si risveglia e trova due occasioni, prima con Pastore ma Storari è attento, poi con Pinilla ma la palla finisce di poco a lato del palo alla destra del portiere bianconero. Al 38° grande punizione di Del Piero da sinistra ma Sirigu svetta e manda in angolo. Al 41° altra occasione per Pastore che si libera a sinistra in area dopo una caduta di Motta, ma trova il palo alla sinistra di Storari. Al 43° Del Piero calcia una gran palla che Sirigu manda sulla traversa finendo in angolo. Nel finale Cassani calcia in area Del Piero ma l’ arbitro non fischia la massima punizione. Ad inizio ripresa i bianconeri cercano subito il pareggio ed al 5° il neo entrato Iaquinta lanciato da Del Piero a sinistra trova solo l’ angolo bloccato da Cassani. Sirigu torna protagonista e blocca tutto quel che può, da Krasic a Del Piero per finire con Iaquinta, mentre al 13° Balzaretti rompe il predominio juventino con una discesa da sinistra ma trova solo l’ angolo su parata di Storari. Dopo una punizione che finisce alta di Del Piero ecco al 17° il raddoppio rosanero, su conclusione di Pastore Storari respinge male in mezzo all’ area ed Ilicic spedisce la palla in rete colpendo il palo alla destra del portiere juventino. Continuano le occasioni per i bianconeri, ma o Sirigu è insuperabile, bloccando i colpi di testa di Amauri al 23° ed al 34°, o le conclusioni finiscono fuori. Così, nonostante il predominio, i bianconeri subiscono l’ ennesima beffa con la punizione di Bovo mal gestita da Storari e barriera. Gran palla nel sette al 40° per il difensore palermitano. Due minuti ed i bianconeri trovano la rete di testa con Iaquinta su cross di Motta, e poi nel finale potrebbero anche accorciare, ma ormai la gara è persa per 3 a 1.

    Palermo che vince 3 volte di fila a Torino e ritrova ossigeno raggiungendo proprio i bianconeri in classifica, tutto questo mentre il campionato trova la solita fuga dei nerazzurri a 10 punti, vittoriosi in casa contro il Bari. Le inseguitrici più accreditate annaspano, come il Milan bloccato a Roma dalla Lazio sul pareggio, e la Roma perde tra le polemiche a Brescia, lombardi secondi assieme al Chievo che batte il Napoli al S. Paolo, mentre Fiorentina e Samp pareggiano a Genova e Cagliari. Sembra che nessuno voglia proprio dar fastidio alla squadra di Moratti, men che meno gli arbitri.

    Per commenti, consigli, opinioni scrivi a : Tomas .

    di Tomas