Juve-Lazio 0-0 : Vince Marchetti

novembre 19, 2012 in Net Journal, Sport da Tomas

Migliori-Peggiori Juve-Lazio

Migliori-Peggiori Juve-Lazio

Dopo l’abbuffata abruzzese i bianconeri restano a stecchetto nell’anticipo preserale del sabato. Marchetti non apre la porta e così l’antipasto della 13a giornata rimane intatto con gli attaccanti bianconeri, guidati da un ispiratissimo Giovinco, che non riescono a forzare la saracinesca alzata dai biancocelesti. Buffon rimane inoperoso, quasi dispiaciuto per non aver potuto allenarsi per la grande sfida contro i londinesi del Chelsea, avversari di Champions del prossimo martedì 20 Novembre. I mormorii allo stadio per gli errori di mira di Giovinco e l’attacco anemico non cancellano la grande prova di squadra, capace di azzannare l’avversario fin dall’inizio chiudendolo nella propria trequarti per tutta la gara. Persino Petkovic, all’ennesima prova di signorilità, si deve inchinare allo strapotere degli uomini di Alessio/Conte elogiando la squadra di casa ed ammettendo di essere passati indenni grazie alla grande prova del proprio portiere e ad un pizzico di fortuna su quella conclusione di Bonucci terminata sulla traversa da pochi passi. Marotta a fine gara è invece costretto a ribadire, per l’ennesima volta, la difficoltà per le squadre italiane di pescare il grande campione che fa la differenza in attacco, ammettendo allo stesso tempo la stima per Drobga sogno bianconero di fine estate e forse avverabile a Gennaio, sempre che si passi il turno di Champions, cominciando con una vittoria contro i Blues, magari con il goal vittoria di un attaccante. I numeri, però, continuano a dire altro con i bianconeri in testa alla classifica, a 4 punti dalla seconda, con la miglior difesa ed il miglior attacco. Ed ora, tra gli ottavi di Champions ed i bianconeri, oltre ai diretti avversari del Chelsea e dello Shaaktar ci si mettono di mezzo il Milan ed il Torino, nel derby ritrovato dopo 3 anni. Poi comincerà la stagione di Conte, anticipata da una intervista dedicata alle domande dei bianconeri del web, tra soldatini e quaquaraqua, confermandosi leader assoluto della squadra Campione d’Italia, ricercando il passaporto per l’Europa che conta della prossima primavera.

Queste le squadre che son scese in campo:
JUVENTUS (3-5-2): Buffon sv; Barzagli 6,5, Bonucci 7, Chiellini 7,5; Isla 6,5 (25’ st Pepe 6), Vidal 6, Pogba 5,5 (39’ st Bendtner 5,5), Marchisio 6, Asamoah 6,5; Giovinco 7, Quagliarella 5,5 (21’ st Matri 5,5)
A disposizione: Storari, Rubinho, Lucio, Caceres, Marrone, De Ceglie, Lichtsteiner, Padoin, Giaccherini
Allenatore: Alessio/Conte 6,5

LAZIO (4-5-1): Marchetti; Konko, Biava, Dias (20’ pt Ciani), Radu; Gonzales, Brocchi (12’ st Ederson), Ledesma, Hernanes, Candreva; Klose (36’ st Kozak).
A disposizione: Bizzarri, Carrizo, Cana, Cavanda, Stankevicius, Onazi, Zarate, Floccari, Rocchi.
Allenatore: Petkovic

RETI: –

La partita

I bianconeri asfissiano fin da subito i laziali a tal punto che al 3° un retropassaggio insidioso costringe Marchetti a districarsi tra le maglie degli attaccanti bianconeri. Al 16° Asamoah spinge fino in fondo e scaglia un tiro che Marchetti mette in angolo di pugno. Al 19° Giovinco si gira in area ed impegna Marchetti in una parata miracolo in tuffo, Quagliarella si avventa sul pallone ma la conclusione finisce sull’esterno della rete. È sempre Giovinco a provarci, questa volta su punizione al 30° dalla sinistra ma è troppo facile questa volta per Marchetti. Al 31° di nuovo la punta tascabile bianconera aggancia al limite dell’area si gira e tira fuori, poteva sicuramente far meglio. Un minuto dopo è Bonucci che lancia Giovinco sulla destra gran controllo a superare con palombella 2 difensori in un colpo solo ma anche questa volta la conclusione non sporca le mani a Marchetti. Finisce così la prima frazione con i bianconeri che dominano ma non pungono l’estremo difensore avversario. Nella ripresa Pogba viene spostato a destra con Vidal al centro ed al 2° il francesino si fa vedere con un tiro da lontano che finisce alto. Al 17° ci prova Vidal dal limite, Quagliarella devia la conclusione impegnando Marchetti in una parata miracolosa mandando in angolo il pallone e la rabbia juventina alle stelle. Al 23° Isla spinge sulla destra e piazza una palla pericolosa in mezzo che viene però cacciata in angolo prima che le punte bianconere potessero impensierire Marchetti. Al 30° la voglia bianconera di sbloccare il risultato si stampa sulla traversa quando Bonucci su angolo interviene di piattone alzando troppo il pallone. Ultima occasione bianconera per Marchisio che scambia con i compagni e cerca la conclusione a giro, ma il tuffo di Marchetti toglie la palla dall’angolino alla sua sinistra. Marchetti insuperabile e bianconeri graziati dalle avversarie che non vincono.

Primi posti 13a

Primi posti 13a

Napoli si fa recuperare dal Milan faraonico mentre l’Inter pareggia contro il Cagliari lamentandosi per l’arbitraggio. La Fiorentina è l’unica tra le prime a vincere surclassando un’ Atalanta capace la settimana prima di battere gli uomini di Stramaccioni. Nel derby della Lanterna Ferrara si salva battendo Del Neri. Nel Monday Night italiano si sfideranno Roma e Torino.

Per commenti, consigli, opinioni scrivi a : Tomas .