Juve-Genoa 3-2 : Cioccolatini alla Vecchia Signora

febbraio 15, 2010 in Sport da Tomas

pagelle

Nonostante tutto non si può non amare la Vecchia Signora, men che meno proprio nel giorno di S. Valentino. La Juventus fa quindi di tutto per non deludere le attese dei propri amanti, nonostante la lungo degenza, la convalescenza prolungata per malattia cronica che l’ha allontanata dagli spasimanti in questa difficile annata. Fa proprio di tutto, anche rendersi complice di qualche indigesta burla carnevalesca, rimontando lo svantaggio per poi farsi riprendere subito dopo, e colpevole proprio uno tra i propri uomini migliori quali Gigi Buffon. A confezionare la scatola di cioccolatini, indigesta per i genoani, ci pensa però l’ arbitro, evidentemente annebbiato dal fascino immutato nel tempo della più amata fra gli italiani. Zaccheroni passa così dai brodini delle passate partite al dolce di questa giornata, un atteso zuccherino che potrebbe rimettere finalmente in carreggiata i bianconeri nella corsa alla Champions, anche se tutto dipenderà molto anche dalle prestazioni delle dirette concorrenti, a cominciare da Napoli e Sampdoria.

  • Queste le squadre che son scese in campo:

    JUVENTUS (3-4-1-2): Buffon 5; Zebina 6, Legrottaglie 6, Chiellini 6; Caceres 6.5, Sissoko 5.5, Candreva 5.5 (21’ st Marchiso 6), De Ceglie 6; Diego 6; Del Piero 7 (35’ st Salihamidzic 6), Amauri 6.5 (48’ st Giovinco s.v.).

    A disposizione: Manninger, Grygera, Grosso, Paolucci.

    All. Zaccheroni.

    GENOA (3-4-3): Amelia; Papastathopoulos, Dainelli, Bocchetti; Mesto, Rossi, Zapater, Criscito (43’ st Aleksic); Suazo (23’ st El Shaarawy), Acquafresca (1’ st Fatic), Sculli.

    A disposizione: Scarpi, Polenta, Gucher, Bertoncini.

    All. Gasperini.

    RETI: 16’ pt e 18’ st Rossi, 42’ pt Amauri, 16’ st e 33’ st Del Piero.

  • La partita

    Il primo tempo mostra un Genoa ben messo in campo da Gasperini che trova in Marco Rossi il puntello per cercare di colpire i bianconeri, con Acquafresca e Suazo in avanti a vedersela con l’ ormai confermata difesa a tre di Zaccheroni. Al 10° un tiro tremendo di Marco Rossi va a sbattere contro il palo alla sinistra di Buffon, mentre al 16° un’ azione in velocità dei rossoblu mette in condizione Acquafresca dalla destra di servire il tutto solo Marco Rossi in mezzo all’ area, palla a fil di palo e Buffon battuto. I bianconeri si svegliano ma non riescono a incidere subito. Al 19° un tiraccio debole di Candreva viene facilmente bloccato da Amelia e lo stesso accade con una conclusione di Diego un minuto dopo. Al 23° è Sissoko che ci prova ma spedisce la palla fuori. Al 27° un cross dalla sinistra di Sculli viene invece concluso malamente fuori da Suazo, mentre un minuto dopo la punizione di Del Piero finisce docile tra le braccia di Amelia. Poi più nulla fino al 42° quando uno spunto di Caceres sulla destra finisce con un bel cross in area per lo stacco di Amauri, che torna al goal dopo mesi, esattamente dal 28 ottobre scorso. La ripresa comincia con i bianconeri alla ricerca del goal della vittoria, ed al 2° un tiro al volo di Caceres viene bloccato da Amelia. Nei minuti successivi la fascia sinistra offensiva del Genoa porta alcuni cross insidiosi ma nessuna conclusione nello specchio, mentre all’ 8° una sponda di Amauri porta al tiro Diego contrato in angolo. Al 16° grande azione caparbia di Del Piero, scambio veloce con Diego che di tacco serve il capitano, tocco dolce a superare Amelia per il 2 a 1. Vantaggio che dura solo due minuti, il tempo necessario per portare il Genoa al cross dalla destra, Buffon abbranca male il pallone che gli sfugge, Marco Rossi interviene di punta e segna la doppietta personale riacciuffando i bianconeri sul 2 a 2. I bianconeri non ci stanno e si ributtano in avanti, anche se non molto lucidamente. Al 20° un tiro al volo di Sissoko finisce molto più che fuori dai pali protetti da Amelia, mentre al 31° una punizione di Diego viene incocciata di testa da Amauri finendo di poco fuori. Due minuti dopo una palla filtrante sulla sinistra per Del Piero permette al capitano di trovare in Papastathopoulos e nell’ arbitro due complici per ottenere il calcio di rigore e la conseguente rete del vantaggio finale. Vittoria nella terza gara di Zaccheroni in serie A con i bianconeri, ed ora spazio all’ Europa League contro l’ Ajax per mantenere alta l’ autostima.

  • Classifica primi posti

    classifica

    Continua inarrestabile la marcia della Roma, vincente anche contro il Palermo, mentre torna alla vittoria il Milan contro l’ Udinese. La Samp batte la Fiorentina mantenendo le distanza sui bianconeri, tornati alla vittoria dopo quella del 6 Gennaio, mentre il Napoli blocca l’ Inter ma vede assottigliarsi il vantaggio per la lotta Champions.

    Per commenti, consigli, opinioni scrivi a : Tomas .

    di Tomas