Juve-Fiorentina 2-1 : Dominio e Sofferenza

ottobre 25, 2011 in Sport da Tomas

pagelle

Torna Vidal in campo, Conte non vuole solo produrre gioco ma intensità e ritmo a sfiancare gli avversari chiudendoli nella propria metà campo. Missione compiuta nel primo tempo dove il trio d’ attacco Vucinic-Matri-Pepe viene supportato perfettamente dal trio di centrocampo, con Pirlo a dettare i tempi e Vidal e Marchisio a pressare, tagliare e cucire il gioco per poi tentare l’ affondo in attacco. La squadra di Mihajlovic quasi non oppone resistenza pare stregata dai bianconeri, ammaliata dal gioco che riesce ad interpretare la squadra di Conte. La grande mole di gioco però viene solo concretizzata su calcio piazzato da Leonardo Bonucci su respinta corta del portiere viola e così, un primo tempo che poteva finire in goleada per i padroni di casa concede la possibilità di rifarsi ai viola nella ripresa. Mihajlovic cambia subito modulo e butta nella mischia il rientrante Gilardino, i bianconeri non riescono così a pressare più come prima, devono trovare le distanze giuste ma subiscono il pareggio con una precisa conclusione di Jovetic quasi all’ incrocio. Incredibilmente dopo un primo tempo dominato in lungo ed in largo l’ incubo della gara sprecata dopo i precedenti due pareggi si fa strada sugli spalti, i cori si abbassano, quasi ammutoliscono in apnea in attesa di un guizzo che non tarda ad arrivare. Matri sigilla la sua grande prestazione con un goal decisivo che chiude la gara permettendo ai compagni di tirare un sospiro di sollievo e, con sofferenza ma lucidità e gran possesso palla il risultato viene portato in salvo fino alla conclusione della partita. Quagliarella e Del Piero restano in panca mentre Krasic finisce in tribuna, ma in questa squadra quello che conta è lo spirito che l’ allenatore ha ormai marchiato a fuoco ai propri giocatori, riuscendo a combinare un grande possesso palla ad una intensità che ha in Vidal e Marchisio i migliori attori protagonisti. Con queste due qualità i difensori riescono ad essere più tranquilli e meno impegnati nascondendo i grandi difetti che restano. Se però l’ aggressività e la gran mole di gioco non riescono a produrre il goal ammazza risultato le gare possono venire pregiudicate come accaduto contro il Genoa e come poteva succedere contro la Fiorentina. Tutto questo nonostante il terzo goal in 2 partite di Matri.

  • Queste le squadre che son scese in campo:

    JUVENTUS (4-3-3): Storari 6; Lichtsteiner 6.5, Barzagli 7.5, Bonucci 7, Chiellini 6.5; Vidal 6.5 (43’ st Pazienza sv), Pirlo 7, Marchisio 6.5; Pepe 7.5 (42’ st De Ceglie sv), Matri 7.5, Vucinic 6 (33’ st Estigarribia 6).

    A disposizione: Manninger, Elia, Del Piero, Quagliarella.

    All. Conte 7

    FIORENTINA (4-3-3): Boruc; De Silvestri, Gamberini, Natali, Pasqual; Munari, Behrami, Kharja (39’ st Santiago Silva); Cerci (1’ st Gilardino), Jovetic, Vargas (26’ st Ljajic).

    A disposizione: Neto, Nastasic, Lazzari, Romulo.

    All. Mihajlovic.

    RETI: 13’ pt Bonucci, 13’ st Jovetic, 21’ st Matri

  • La partita

    Primo tempo ad una porta sola. Al 4° Pepe si infila in area centralmente su assist di Matri ma tira su Boruc. Marchisio ci prova al 6° Boruc alza in angolo. Matri al 10° serve nuovamente Pepe questa volta a destra ma il tiro è ciccato. Un minuto e Lichtsteiner crossa per Vucinic che calcia fuori. Arriva il goal al 13° su calcio d’ angolo, il tiro di Vidal viene respinto corto da Boruc lasciando il tempo a Bonucci di concludere a rete. Dopo 5 minuti lasciati ai tentativi goffi dei viola di recuperare la gara riparte la Juve ed al 21° Vucinic, sul solito appoggio di Matri, calcia al volo trovando Boruc. Al 22° Matri conclude di poco alto su cross da destra di Vidal. Al 23° Pepe su filtrante di Vucinic sulla destra calcia ma Boruc chiude. Piccolo break di Behrami che ruba palla a Pirlo e tenta il pallonetto, ma pretenzioso che finisce fuori. È un assolo dei bianconeri, passaggi e tocchi di prima da destra verso sinistra dove Vucinic tenta il tiro che viene deviato e bloccato infine da Boruc. Al 33° Matri su cross di Pepe viene anticipato in angolo dove Vucinic dalla sinistra calcia ma trova ancora Boruc. Juve padrona del campo ma non trova la via del raddoppio. Al 43° Vidal ci prova trovando solo l’angolo mentre al 44° Vucinic da sinistra non trova il goal di un soffio. Barzagli chiude il primo tempo con un affondo sulla destra lasciando sul posto Pasqual, Matri sul cross conclude ma Boruc para. Un solo goal di vantaggio è troppo poco e la Fiorentina entra più convinta dei propri mezzi nella ripresa con un Gilardino in più. Su angolo al 1° è Munari di testa che impegna Storari in angolo mentre al 9° Gilardino di testa manda fuori. Al 13° arriva il pareggio di Jovetic, tutto da rifare per i padroni di casa. Vucinic al 18° sulla destra prova il tiro trovando l’ angolo, dove Chiellini calcia debolmente su Boruc. Matri riporta in vantaggio i bianconeri al 21° su preziosa azione insistita di Pepe. Il centravanti bianconero potrebbe timbrare la doppietta al 23° su punizione di Pirlo, ma il suo tiro a giro da fuori area viene salvato miracolosamente da Boruc, migliore tra i suoi insieme a Behrami. Marchisio ci prova al 31° su assist di Vidal ma Boruc blocca ancora. Nel finale, meno intenso come ritmo ma sempre in mano ai bianconeri, Pazienza sulla destra trova in mezzo Matri che non riesce però a superare Boruc.

    Anticipo del turno infrasettimanale che vede i bianconeri vittoriosi scavalcare momentaneamente in testa alla classifica l’ Udinese impegnata al San Paolo. Lazio in casa contro il Catania mentre derby nerazzurro a Bergamo, con l’ Inter che affronterà i bianconeri a S. Siro sabato sera. Il Milan affronta invece il Parma di Giovinco in casa.

    Per commenti, consigli, opinioni scrivi a : Tomas .

    di Tomas