Juve-Bari 2-1 : Aspettando un attaccante

gennaio 17, 2011 in Sport da Tomas

pagelle

Rientra Gigi Buffon, ma continua il periodo no per l’ attacco bianconero. Dopo la partita di Coppa Italia, dove Toni ne usciva con un ginocchio malconcio che lo terrà lontano dai campi per un mesetto, ed il terrore quando anche Del Piero si è accasciato a terra tenendosi la gamba, terrore svanito completamente solo dopo gli esami della mattina successiva, purtroppo Del Neri ha dovuto constatare che le condizioni di Amauri non erano quelle adatte per un rientro lampo contro il Bari. E così Giannetti fa il suo esordio al fianco del capitano, con Pepe e Krasic che si dividono i compiti di incursori a dare una mano all’ attacco spuntato. All’ assenza per squalifica in mezzo al campo di Melo si aggiunge quella di Marchisio per un attacco influenzale, ma per fortuna questa volta Sissoko è pronto a giocare, piazzandosi al fianco di Aquilani e dando quel contributo che molti ricordavano essere tra le sue possibilità. Le voci di mercato lo danno per partente, ma se non si troverà un adeguato sostituto Del Neri non può fare a meno di lui, che il maliano sia o meno soddisfatto delle proprie presenze in campo. Per l’ attacco Floro Flores pare essere vicinissimo alla firma ma il dg bianconero Marotta non conferma né smentisce, nemmeno l’ interessamento per Luis Fabiano o Forlan in uno scambio fantacalcistico con Amauri, italo brasiliano che si è dichiarato contento delle parole del suo ex presidente Zamparini ammettendo che non si sentirebbe scontento nel tornare a Palermo dove si è trovato benissimo. Chissà che Marotta non abbia in mente per Giugno un vero scambio fantacalcistico con il Palermo, ed allora meglio aspettare e tenersi stretta una pedina che potrebbe essere più utile a fine campionato che a Gennaio. Nonostante le voci di mercato e l’ emergenza infortuni, i bianconeri riescono a battere il Bari di Ventura che da ultimo in classifica è messo molto peggio in fatto di organico, anche se gli ultimi arrivi di Okaka e Rudolf pare abbiano messo una pezza alla falla offensiva dei galletti. Ma i bianconeri riescono ad uscire vincenti dall’ Olimpico grazie a due grandi colpi degli uomini con più alto tasso tecnico, prima Del Piero con una punizione dal limite nel primo tempo ed infine Aquilani con un gran tiro al volo da fuori area, molto simile nella preparazione e realizzazione al suo primo goal contro il Lecce, segnato nello stesso angolo nella stessa porta. Tre punti che riportano fiducia e mantengono inalterate le ambizioni di Champions dei bianconeri, ma l’ assenza di Quagliarella non è stata ancora del tutto smaltita negli schemi dei bianconeri e la prossima sfida contro la Samp a Marassi non sarà di certo una gara facile per chi sta ancora cercando l’ equilibrio perduto.

  • Queste le squadre che son scese in campo:

    JUVENTUS (4-4-2): Buffon 6; Sorensen 5.5 (19’st Motta 6), Chiellini 6, Bonucci 6, Traore 5.5 (31’st Grygera 6); Krasic 6.5, Sissoko 7, Aquilani 7, Pepe 6; Del Piero 7. Giannetti 5.5 (12’st Martinez).

    A disposizione: Storari, Salihamidzic, Legrottaglie, Buchel.

    All. Del Neri.

    BARI (4-4-2): Gillet, Masiello, Rossi, Glik, Belmonte; Alvarez, Donati, Gazzi, Romero; Kutuzov (5’st Okaka), Rudolf (31’st Castillo).

    A disposizione: Padelli, Crimi, Parisi, Rinaldi, Raggi.

    All. Ventura.

    RETI: 43’pt Del Piero, 12’st Rudolf, 34’st Aquilani.

  • La partita

    Primo tempo a dir poco scialbo, con la prima conclusione dei bianconeri che arriva al 27° direttamente da calcio d’ angolo di Del Piero, Gillet riesce a smanacciare fuori il pericolo. Del Piero protagonista nel finale della prima frazione, ed al 34° da punizione che è quasi un corner corto da sinistra piazza la palla di poco sopra la traversa. Al 40° il capitano prende le misure e calcia una punizione da destra alta, mentre al 43° da più o meno la stessa posizione, ma dal limite dell’ area, mette il pallone dove Gillet non può nulla. Bianconeri in vantaggio dopo un primo tempo davvero noioso e povero di occasioni da goal per entrambe le formazioni. La ripresa inizia con i pugliesi che trovano il pareggio al 12°, Alvarez lascia sul posto Sorensen, che non interviene anche per essere già stato ammonito, entra in area e rimette dietro per l’ accorrente Rudolf che segna sul primo palo prendendo alla sprovvista Buffon al rientro in campionato dopo la partita in Coppa Italia e mesi di assenza dalla serie A per l’ operazione subita. Dopo il goal si vede finalmente Krasic che al 19°, spostato a sinistra, serve Aquilani in mezzo, il compagno si gira e tira di sinistro ma fuori dallo specchio. Al 27° è sempre il serbo ma questa volta a destra che crossa in mezzo creando il caos, Pepe schiaccia il tiro creando una palombella malefica che viene respinta di testa dalla difesa barese. Due minuti dopo Aquilani prova il tiro da lontano mandando fuori il pallone. I bianconeri passano in vantaggio al 34° con una punizione di Del Piero respinta in area dai pugliesi, ma Aquilani questa volta non sbaglia la conclusione dal limite, calciando perfettamente al volo la palla che si infila nell’ angolo alla sinistra di Gillet. Il Bari ci prova ma senza mai impensierire Buffon, mentre al 41° Martinez, entrato al posto di Giannetti, dribbla l’ avversario e tira in porta, ma la conclusione viene deviata in angolo. Nei minuti di recupero la Juventus si schiaccia troppo in difesa lasciando che il Bari ci provi fino alla fine, e da un angolo da destra Donati tenta il jolly con un tiro che per fortuna di Del Neri va fuori lasciando immutato il risultato.

  • Classifica primi posti

    classifica

    Classifica ancora corta per quanto riguarda la lotta Champions, con Napoli che pareggia contro la Fiorentina e Palermo che viene battuto a pranzo dai cagliaritani. Vincono le romane e l’ Inter, ancora indietro di 2 gare che se vinte la porterebbero sola al secondo posto a soli 3 punti dalla vetta (visto il pareggio a Lecce del Milan di Ibra), a 4 punti dai bianconeri, ad un punto da Lazio e Napoli. Continua la corsa dell’ Udinese di Guidolin, con la coppia Sanchez-Di Natale a dar spettacolo anche a Genova contro i rossoblu.

    Per commenti, consigli, opinioni scrivi a : Tomas .

    di Tomas