Juve avanti aspettando l’Inter

gennaio 17, 2008 in Sport da Giovanni Rolle

TORINO – La Juventus accede ai quarti di finale di Coppa Italia. I bianconeri sono riusciti a ribaltare il 2-1 subito dall’Empoli nella gara di andata al Castellani, al termine di una gara avvincente, nella quale i bianconeri hanno però dovuto faticare per avere la meglio sull’indomita formazione allenata da Malesani. Per la Juve si prefigura ora un doppio quarto di finale di lusso contro l’Inter.

La gara di ritorno degli ottavi di finale fra i bianconeri e l’Empoli richiama allo stadio Olimpico 4.626 spettatori, fra i quali 23 tifosi ospiti. E la partita darà ragione ai pochi temerari che hanno osato sfidare il freddo della serata torinese, con otto gol e la qualificazione della squadra di Ranieri. Otto reti ma anche parecchi errori, commessi soprattutto dalle due difese, compresa quella dei padroni di casa, dove la coppia centrale è stata costituita da Grygera e Boumsong, subentrato all’inizio dei primo tempo all’infortunato Chiellini.

Dopo appena quattro minuti Marchionni porta in vantaggio la squadra di Ranieri con una conclusione dal limite dell’area. Al 10′ Nedved mette il secondo sigillo scagliando alle spalle di bassi un pallone catturato dopo una respinta del portiere empolese su un cross di Marchionni.

La squadra di Malsani potrebbe rimettere tutto in discussione poco prima della mezz’ora, con un traversone di Abate sul quale Pozzi si produce in una bella girata al volo che trova però Belardi pronto alla respinta.

La qualificazione per i bianconeri sembra ormai cosa fatta, ma al 33′ arriva il gol empolese a rompere le uova nel paniere agli uomini di Ranieri. Un nuovo cross di Abate trova questa volta Marianini pronto alla deviazione vincente di prima intenzione: un’azione di squisita fattura che rimette in discussione l’esito della doppia sfida, a questo punto in perfetta parità, alla luce del risultato della gara di andata. Il giovane laterale destro dell’Empoli è letteralmente scatenato: dai suoi piedi parte un nuovo traversone allo scadere del primo tempo, che Pozzi gira di testa alle spalle di Belardi per il 2-2 dei toscani. Un gol che complica parecchio la vita ai giocatori di Ranieri, i quali si vedono costretti a questo punto a realizzare altre due reti per accedere ai quarti. Uno viene annullato a Palladino per fuorigioco nei minuti di recupero della prima frazione.

Nella ripresa la Juve si ripresenta in campo con Salihamidzic al posto di Tiago; un’altra bocciatura per il centrocampista portoghese, nuovamente sostituito da Ranieri come accaduto sabato scorso nel match di Catania. Nelle file empolesi c’è un avvicendamento tra i pali, con Balli al posto di Bassi. Per il portiere dei toscani è già ora di raccogliere il pallone in fondo alla rete dopo pochi minuti dalla ripresa del gioco, quando Iaquinta riesce a trovare un buco nella difesa ospite per siglare la rete che riporta i bianconeri ad un solo gol dalla qualificazione.

Gli episodi clamorosi però non sono ancora finiti ed infatti immediatamente arriva il 3-3 dell’Empoli re3alizzato da Pozzi con la difesa juventina che si lascia nuovamente trovare impreparata.

La Juve non si rassegna a congedarsi dalla Coppa Italia senza affrontare l’Inter e Nedved prova a riportare sotto la formazione di Ranieri con un potente tiro su punizione, sul quale però Balli si fa trovare pronto alla respinta. E’ ancora Iaquinta ad alimentare le speranze di qualificazione dei bianconeri, insaccando la rete del 4-3 su un taglio di Nedved.

Un’ovazione accoglie l’ingresso in campo di Alessandro Del Piero, che entra al posto di Palladino. Ed è proprio il capitano bianconero che a un quarto d’ora dalla fine realizza dal dischetto la rete della qualificazione juventina dopo che Iaquinta di era procurato il calcio di rigore. Un gol che spezza definitivamente le speranze degli uomini di Malesani, costretti inoltre a giocare in dieci dal 26′ della ripresa a causa dell’uscita per infortunio di Pratali, avvenuta a cambi empolesi esauriti.

  • JUVENTUS-EMPOLI 5-3

    RETI: 4′ pt Marchionni (J), 10′ pt Nedved (J), 33′ pt Marianini (E), 46′ pt e 6′ st Pozzi (E), 5′ st e 16′ st Iaquinta (J), 33′ st rig Del Piero (J).

    JUVENTUS (4-4-2): Belardi; Birindelli, Grygera, Chiellini (20′ pt Boumsong), Molinaro; Marchionni, Tiago (1′ st Salihamidzic), Zanetti, Nedved; Palladino (20′ st Del Piero), Iaquinta.

    In panchina: Buffon, Castiglia, Esposito, Trezeguet.

    All. Ranieri.

    EMPOLI (4-4-2): Bassi (1′ st Balli); Raggi, Adani, Pratali, Antonini; Abate (22′ st Buscè), Piccolo (16′ st Marianini), Moro, Tosto; Vannucchi; Pozzi.

    In panchna: Ascoli, Marzoratti, Giovinco, Saudati.

    All. Malesani.

    ARBITRO: Gervasoni di Mantova.

    AMMONITI: Zanetti (J); Piccolo, Pozzi, Balli, Marianini (E).

    SPETTATORI: 4.626.

    di Giovanni Rolle