Juve, ancora una vittoria in coppa

ottobre 2, 2002 in Sport da Giovanni Rolle

La Juventus, trascinata dal solito incontenibile Del Piero, dimentica l’opaca prestazione di sabato scorso contro il Parma battendo per 2-0 il Newcastle nella terza partita di Champions League grazie ad una doppietta del fuoriclasse bianconero. Con questo successo la formazione allenata da Marcello Lippi mette una seria ipoteca sul passaggio del turno, mettendo invece in difficoltà gli inglesi, alla terza sconfitta consecutiva nella massima competizione europea.

Il Newcastle, tuttavia, è un avversario ben più consistente rispetto alla Dinamo Kiev venuta a fare visita ai bianconeri una settimana fa. Partiti male anche in campionato, i bianconeri d’oltremanica nell’ultimo turno si sono riscattati imponendosi nel match contro il Birmingham City e anche nella serata di coppa si dimostrano avversari coriacei per i campioni d’Italia.

La Juventus sfoggia per questo match una completa tenuta bianca, mentre il Newcastle indossa la classica maglia a strisce bianconere. Al 4’ la prima offensiva juventina, cross di Nedved deviato di testa da Di Vaio, con palla di poco fuori dalla porta difesa da Givens. La replica del Newcastle giunge subito dopo e parte dai piedi di Dyer, il quale prova a sorprendere Buffon fuori dai pali, con palla di poco alta sopra la traversa.

Poco prima del 10’ gli inglesi non concretizzano una ghiotta occasione da rete: un traversone di Solano pesca in area Shearer, completamente dimenticato dalla difesa torinese, ma la conclusione in mezza rovesciata dell’attaccante della nazionale inglese non trova la porta. Poco dopo Dabizas sventa sul nascere una conclusione di Di Vaio che difficilmente avrebbe lasciato scampo al portiere britannico. Al quarto d’ora Di Vaio si scontra in una fase di gioco aereo con O’Brien. Lo juventino ha la peggio e rimane a terra privo di sensi a causa della botta alla testa.

Il giocatore viene prontamente soccorso dai sanitari della Juventus ma si rende necessario l’intervento dell’ambulanza per accompagnare il giocatore fuori dal terreno di gioco. Al posto dell’ex parmigiano, che vine trasportato all’ospedale torinese delle Molinette dove è sottoposto a tac (che riscontra un trauma cranico commotivo con momentanea perdita di conoscenza), Marcello Lippi manda in campo Trezeguet, il quale si presenta subito due volte pericolosamente davanti al portiere inglese, sfiorando il gol in entrambe le occasioni.

La paura per l’incidente occorso a Di Vaio scatena i giocatori della Vecchia Signora, che schiacciano gli avversari nella loro area, mentre Del Piero colpisce una clamorosa traversa. Gli inglesi escono indenni dall’assedio bianconero, rendendosi pericolosi a loro volta con una punizione di Robert che, deviata dalla barriera bianconera, per poco non beffa Buffon. Negli ultimi minuti della prima frazione gli uomini di Lippi vanno nuovamente vicinissimi al gol con una punizione Del Piero che viene però soltanto sfiorata di testa da Iuliano.

Se il difensore bianconero fosse riuscito ad incornare la sfera per Given non ci sarebbe stato scampo. L’arbitro comanda tre minuti di recupero alla fine del primo tempo e prima dell’intervallo il Newcastle trova il modo di mettere paura ai sostenitori della Vecchia Signora: Dyer fugge come una scheggia lungo l’out di destra e da fondo campo mette in mezzo un traversone sul quale interviene Shearer, la palla carambola sui piedi di Robert, che calcia a rete, impegnando Buffon in un difficile intervento in due tempi.

La ripresa si apre con gli inglesi in avanti ma è la Juve a sfiorare il vantaggio con Trezeguet, che devia fuori di una spanna un invitante assist di Del Piero. Al 10’ tocca agli inglesi rendersi pericolosi con un cross di Robert deviato da Shearer al volo, che guadagna un calio d’angolo perché è Montero l’ultimo a sfiorare la palla. La porta degli inglesi sembra stregata ma al 20’ la Juve può usufruire di un calcio di punizione dal limite dell’area. La posizione è abbastanza centrale, quasi un rigore per lo strepitoso Del Piero di questo periodo, che non lascia scampo al portiere inglese. Pochi minuti dopo il vantaggio bianconero Shearer incorna alle spalle di Buffon, ma la rete dell’illusorio pareggio ospite viene annullata per la posizione irregolare dell’attaccante di oltremanica. Poco prima della mezz’ora anche Bobby Robson effettua il primo cambio: fuori Solano e dentro il gioiellino portoghese Hugo Viana. Entra anche Lua Lua al posto di Griffin, ma gli inglesi al 35’ devono sventolare bandiera bianca di fronte allo scatenato del Piero, che piazza la rete del raddoppio dal limite dell’area. Il 2-0 sancisce la fine delle ostilità nonostante il forcing finale degli inglesi. Buone notizie arrivano anche dalle Molinette dove Di Vaio sta bene. Per precauzione il giocatore viene tuttavia trasferito alla clinica Fornaca per ventiquattro ore.

Juventus – Newcastle 2-0

  • Reti: 66’ e 81’ Del Piero.

    Juventus (4-3-1-2): Buffon; Thuram, Iuliano, Montero, Moretti; Baiocco (86’ Fresi), Tudor (84’ Birindelli), Davids; Nedved; Del Piaro, Di Vaio (17’ Trezeguet).

    All. Lippi. In panchina: Chimenti, Ferrara, Salas, Camoranesi.

  • Newcastle (4-4-2): Given; Griffin (79’ Ameobi), O’Brien, Dabizas, Hughes; Solano (70’ Viana), Speed, Jenas (80’ Lua Lua), Robert; Shearer, Dyer.

    All. Robson. In panchina: Harper, Elliott, Bramble, Bernard.

  • Arbitro: Temmink (Olanda).

  • Ammoniti: Iuliano (J); Dabizas (N).

    di Giovanni Rolle