Incuriositi dal Cicap?

novembre 4, 2003 in Technology da Claris

Ciò che serve non è la volontà di credere, ma il desiderio di capire

logo cicap piemonteQuesta affermazione di Bertrand Russell è diventata il motto del CICAP, comitato italiano per il controllo delle affermazioni sul paranormale, organizzazione scientifica ed educativa senza fini di lucro nata nel 1989 per iniziativa di Piero Angela e di un gruppo di scienziati e studiosi con l’obiettivo di promuovere indagini scientifiche e critiche nei confronti del paranormale e delle pseudo-scienze.

In quasi 15 anni di attività, la credibilità del CICAP è diventata talmente forte che l’associazione è un riferimento assoluto per indagini su presunte frodi ed inoltre annovera tra i suoi membri onorari Rita Levi Montalcini e Carlo Rubbia, tra i suoi garanti scientifici Tullio Regge, Margherita Hack, Silvio Garattini, Giuliano Toraldo e Aldo Visalberghi.

Il CICAP contribuisce a scoraggiare sia la diffusa tendenza all’irrazionalità, sia la credibilità di coloro che traggono vantaggio nel mostrare come paranormali eventi facilmente spiegabili scientificamente (pensiamo a imbonitori e maghi di ogni genere).

Per favorire la diffusione di una mentalità scientifica e del metodo razionale di giudizio critico, il CICAP, tra le altre attività, pubblica la rivista bimestrale Scienza & Paranormale, organizza conferenze, dibattiti e corsi per investigatori dell’occulto.

A Torino esiste un forte gruppo locale del Cicap, che ha organizzato un riuscitissimo convegno nazionale lo scorso inizio giugno, con tema “Il ritorno della magia? Un viaggio nel mistero tra fascino, tradizioni e rischi”. Gli echi dei dibattiti ancora non si sono spenti che la sezione del Cicap Piemonte ha organizzato il III Corso di formazione per i nuovi aderenti.

Il corso si tiene presso la nuova sede regionale di via S. Tommaso 17 a Torino, presso la scuola media statale Meucci e consta di 4 incontri.

Al primo di martedì scorso, seguono quelli di martedì 4 novembre, 11 novembre e 18 novembre, tutti con inizio alle ore 20.45.

Come sempre il corso è rivolto sia a chi conosce già il CICAP e desidera collaborare attivamente, sia a chi desidera semplicemente saperne di più sulle attività di questa associazione indaga misteri.

Non si tratta, infatti, di vere e proprie conferenze, ma di incontri informali in cui vengono illustrate le finalità del CICAP e le attività svolte, con un taglio un po’ diverso da quello delle conferenze tradizionali: l’obiettivo è fornire ai partecipanti una panoramica completa sulle iniziative del gruppo sia dal punto di vista metodologico (mostrando l’applicazione del metodo scientifico alle indagini svolte dal CICAP su astrologia, UFO, medicine alternative, eccetera…), sia dal punto di vista pratico (mostrando il tipo di impegno necessario per realizzare il bollettino regionale “La voce scettica”, le conferenze, il sito, le indagini e il convegno nazionale…).

I relatori del seminario sono componenti del CICAP Piemonte ed esperti esterni: Stefano Bagnasco, Mauro Prencipe, Claudio Dati, Lorenzo Balbi, Mariano Tomatis, Edoardo Russo (presidente del CISU – Centro Italiano di Studi Ufologici) e altri.

Alla conclusione del corso gli intervenuti, se vorranno, potranno entrare tra i soci attivi del CICAP gruppo Piemonte e partecipare alle sue numerose iniziative.

Per informazioni:

Andrea Ferrero (coordinatore CICAP Piemonte): tel. 339.837.1833; e-mail [email protected]

Lorenzo Balbi: e-mail: [email protected]

Il Programma (N.B. – la partecipazione è completamente gratuita)

  • martedì 28 ottobre

    Il mandato del CICAP – Andrea Ferrero

    Un’introduzione al fenomeno UFO – Edoardo Russo

  • martedì 4 novembre

    Le attività del CICAP Piemonte – Stefano Bagnasco

    Le indagini sui luoghi misteriosi: tecniche e stile – Mariano Tomatis

  • martedì 11 novembre

    Metodo scientifico e astrologia – Lorenzo Balbi

    Le medicine alternative – Claudio Dati

  • martedì 18 novembre

    Le pubblicazioni scientifiche – Mauro Prencipe

    Presentazione dei coordinamenti provinciali – Fabrizio Bonetto

    di Claris