Inarrestabile Juve

aprile 18, 2008 in Sport da Giovanni Rolle

TORINO – La Juventus supera il Parma nel recupero della gara rinviata in seguito alla tragica morte del sostenitore emiliano Matteo Bagnaresi. Una vittoria agevole per gli uomini di Ranieri, che non hanno dovuto faticare per avere ragione di un Parma apparso rassegnato alla sconfitta conto un’avversaria che veleggia sempre più in zona Champions League.

Al 7′ c’è un tentativo degli ospiti con un tiro rasoterra di Dessena che non impegna tuttavia Buffon. Facile l’intervento del portiere bianconero, unica parata di un primo quarto d’ora che scorre via senza azioni di rilievo. Subito dopo però arriva la rete del vantaggio juventino: a segnarla è David Trezeguet, che per l’ennesima volta dimostra il suo fiuto del gol, facendosi trovare pronto all’appuntamento con il pallone, che l’attaccante francese deve solo appoggiare in rete, a pochi centimetri dalla linea di porta, dopo che la sfera di cuoio aveva carambolato contro il palo sul colpo di testa di Camoranesi.

Il Parma ha una ghiotta occasione per pervenire al pareggio pochi minuti dopo, ma Antonelli non approfitta della buona opportunità, sparecchiando a lato dopo aver svirgolato il pallone da posizione favorevole. Gli uomini di Cuper subiscono quindi la seconda rete bianconera, che viene realizzata alla mezz’ora da Palladino, che trafigge Bucci con un gran tiro dai pressi del vertice sinistro dell’area. Nel corso della prima frazione è quindi Del Piero a rendersi pericoloso con un tiro che sorvola di poco la porta difesa da Bucci.

Nel secondo tempo si rivede Pavel Nedved: Il centrocampista ceco entra in campo insieme a Tiago; i due prendono il posto di Camoranesi e Del Piero. Nedved trova subito il modo di rendersi pericoloso con una botta rasoterra che esce di poco a lato.

Al 77′ il Parma finisce definitivamente ko. Un cross di Tiago trova l’involontaria deviazione di Morrone, con la palla che si impenna e scavalca Bucci, battuto per la terza volta. Oltre al terzo gol juventino, gli emiliani rimangono in dieci per l’espulsione di Couto. E’ il doppio episodio che chiude definitivamente una partita, che è apparsa sempre saldamente nelle mani degli uomini di Ranieri.

  • JUVENTUS-PARMA 3-0

    RETI: 16′ pt Trezeguet, 31′ pt Palladino, 32′ st aut. Morrone.

    JUVENTUS: Buffon; Grygera, Stendardo, Chiellini, Molinaro; Salihamidzic, Camoranesi (21′ st Tiago), Nocerino Palladino (35′ st Marchionni); Del Piero (21′ st Nedved), Trezeguet.

    In panchina: Belardi, Birindelli, Ariaudo, Essabr.

    All. Ranieri.

    PARMA: Bucci; Zenoni, Couto, Falcone (30′ st Rossi), Castellini; Morrone; Dessena (43′ st Cigarini), Antonelli, Mariga; Reginaldo, Corradi (3′ st Gasbarroni).

    In panchina: Pavarini, Parravicini, Morfeo, Martinez.

    All. Cùper.

    ARBITRO: Banti di Livorno.

    ESPULSI: 33′ st Couto (P).

    AMMONITI: Falcone (P).

    di Giovanni Rolle