In vendita i biglietti per i giochi

novembre 4, 2004 in Sport da Redazione

Giovedì 4 novembre, apre la biglietteria di Torino 2006: attraverso il sito www.torino2006.org/tickets, le 3.000 filiali Sanpaolo e delle banche del Gruppo (Sponsor Principale di Torino 2006), i 400 punti vendita della rete TicketOne (Fornitore Ufficiale dei Servizi di Biglietteria) e il call center di Torino 2006 (848.88.2006, attivo dalle 10 alle 19 dal lunedì al venerdì e dalle 10 alle 16 il sabato), si potranno ordinare i biglietti e i carnet per i 177 eventi sportivi e per le Cerimonie di Apertura e Chiusura dei XX Giochi Olimpici Invernali, che si terranno dal 10 al 26 febbraio 2006.

Il programma di biglietteria è stato presentato oggi a Milano dal presidente TOROC Valentino Castellani, dal responsabile Ticketing Giorgio Lauretta, dal responsabile del Programma Olimpico per Sanpaolo Giancarlo Ferraris e dall’amministratore delegato di TicketOne Marco Gualtieri.

Con l’apertura della biglietteria i XX Giochi Olimpici Invernali entrano nel vivo – ha detto il presidente del TOROC Valentino Castellani – l’Italia e Torino in particolare si stanno preparando per accogliere tra poco più di un anno gli sportivi da tutto il mondo. Oltre la metà dei biglietti ha una cifra compresa tra i 20 e i 50 euro: l’offerta è variegata e prevede anche carnet che permetteranno agli appassionati di seguire il proprio sport o la propria squadra in tutti gli eventi o di vivere un’esperienza olimpica più articolata.

Il pubblico potrà scegliere tra ingressi per le singole gare o tra una selezione dei migliori eventi. Le proposte sono: Carnet Sport, per seguire tutte le gare di una disciplina fino alla medaglia d’oro; Carnet Montagna e Carnet Città, per organizzare una giornata partecipando a due gare di sport diversi a Torino o nelle valli; Carnet Esperienza Olimpica, per assistere a quattro eventi in tre giorni consecutivi e l’invito per una serata alla Piazza delle Medaglie, dove si svolgerà la premiazioni degli atleti.

La prima fase di vendita si concluderà il 15 dicembre. Solo in questa fase (e limitatamente agli eventi per i quali la domanda supererà la disponibilità) per garantire la massima equità e trasparenza si applicherà un sistema di selezione casuale, in modo da garantire a tutti la medesima opportunità di ottenere i biglietti. Entro la fine del mese di gennaio 2005 tutti i clienti riceveranno una comunicazione ufficiale da Torino 2006 con la conferma dei biglietti acquistati. Nella fase di vendita successiva, che riprenderà il 10 febbraio 2005 (a un anno esatto dall’inizio dei Giochi), il pubblico potrà scegliere e acquistare in tempo reale i biglietti per l’evento desiderato scegliendo tra le date e le categorie di prezzo ancora disponibili. Al momento dell’acquisto verrà consegnato un voucher mentre i biglietti, per evitare ogni rischio di contraffazione, saranno recapitati a domicilio poche settimane prima dei Giochi.

Con oltre 75 milioni di euro, la vendita dei biglietti rappresenta la terza fonte di entrate per il TOROC, dopo i diritti TV e le sponsorizzazioni. In termini di ricavi è già possibile fare primo bilancio estremamente positivo: Circa il 35% dei biglietti disponibili è già stato prenotato dai cosiddetti grandi clienti: Comitati Olimpici Nazionali, Sponsor, Federazioni Sportive Internazionali e Broadcaster – ha dichiarato il responsabile Ticketing del TOROC Giorgio Lauretta – ma per ogni evento è stato riservata una quota almeno del 20 per cento dei posti. Questa prima fase di vendita è quindi un’opportunità da non perdere per tutti gli appassionati che fino al prossimo 15 dicembre possono di scegliere liberamente tra tutti gli eventi in calendario e tra le diverse fasce di prezzo. Da febbraio, quando partirà la seconda fase di vendita, i biglietti per alcune gare molto richieste, come le finali dell’hockey su ghiaccio, di pattinaggio di figura e di velocità o le Cerimonie di Apertura e Chiusura, potrebbero anche non essere più disponibili.

I singoli eventi sportivi avranno prezzi che variano dai 20 euro ai 70 euro per assistere a una gara di curling, dai 25 ai 110 euro per le diverse gare di sci alpino, dai 20 ai 70 euro per lo sci di fondo, dai 35 ai 90 euro per lo snowboard, dai 20 ai 90 euro per il freestyle, dai 20 ai 60 euro per il biathlon, dai 60 ai 90 euro per la combinata nordica, tra i 35 e i 170 euro il salto, dai 25 ai 50 euro per le gare di bob e slittino, dai 35 ai 50 euro per lo skeleton, dai 30 ai 95 euro per il pattinaggio di velocità, dai 40 ai 90 euro per lo short track, tra i 70 e i 300 euro per il pattinaggio di figura e tra i 20 e 350 euro per le partite di hockey. Per ogni evento sono previste due o tre fasce di prezzo, definite in base alla posizione rispetto al campo di gara. I prezzi variano in base alla disciplina e allevento. Alcuni esempi: per il super-G maschile sono previste due fasce prezzo, 30 e 110 euro; per le finali di short track i biglietti tre fasce da 40, 70 e 90 euro.

I biglietti più richiesti finora dai grandi clienti – ha aggiunto Lauretta – sono per hockey su ghiaccio maschile, tutte le specialità del pattinaggio e il salto, ma la domanda è alta anche per freestyle e curling. Stati Uniti, Canada e Francia si confermano grandi appassionati di sport invernali, ma ci sono sorprese interessanti come il Giappone, la Russia e l’Olanda.

Per assistere alla Cerimonia di Apertura dei Giochi, uno spettacolo unico e irripetibile seguito da più di tre miliardi di persone in mondovisione, si spenderanno tra i 250 e gli 850 euro; mentre i biglietti della Cerimonia di Chiusura, che segnerà la conclusione dei Giochi e la fesa di tutti gli atleti, avranno prezzi compresi tra i 200 e i 600 euro.

Nei paesi dell’Area Economica Europea i biglietti saranno disponibili attraverso il sito internet www.torino2006.org/tickets, il call center di Torino 2006 +39.039.838250 e l’organizzazione di vendita dei Comitati Olimpici Nazionali. In tutti gli altri paesi esclusivamente attraverso i Comitati Olimpici Nazionali.

di redazione