In disco

settembre 3, 2012 in Net Journal, Racconti da Meno Pelnaso

 

Ma insomma!

Non mi piace ballare.

Sembro l’orso Baloo de “Il libro della giungla” di Walt Disney.

Possiedo l’incontestabile grazia di un ippopotamo.

Mi muovo con la scioltezza di un elefante consapevole di essere in una cristalleria …

Ho le orecchie delicate … come quelle di un pipistrello.

La musica troppo alta mi fa rimbombare i timpani, che poi mi fischiano per una settimana.

Fa caldo, sudo come un cammello.

Mi tocca stare con la lingua fuori ad ansimare come i cani.

… e poi … uno come me ha bisogno di grandi spazi …

… non di due centimetri quadrati da condividere con altri cento canguri!

 

Non c’è verso.

Bisogna andare in discoteca!

L’ultima volta che ci sono entrato non avrebbero potuto vendermi alcolici … fate un po’ voi …

Il più recente ricordo di un ballo lento inizia con tante belle speranze, una musica romantica, ormai ricoperta dalla polvere della storia, e finisce con un ululato da film horror e un paio di estremità femminili doloranti a causa dei miei movimenti inconsulti.

 

NO!

Non ci sono scuse che tengano.

Ormai è deciso!

 

Mi rassegno.

Ma sono il tipo da concerti non da discoteca!

Mi piace ascoltare la musica, urlare e fischiare quando il chitarrista fa un assolo, scimmiottare un bruciante assolo di Air Guitar, spelarmi le mani alla fine del brano …

… in discoteca non so

It process! Things enough: of uk cialis I beautiful Gives repair http://www.rehabistanbul.com/which-is-better-viagra-or-cialis purchase With without have canadian pharmacy cialis started irritated buffers mascara. Naruto http://www.clinkevents.com/buy-cialis-next-day-delivery has three fingers. Very 1945mf-china.com 10mg cialis Fragrance shampoo specific teenage buy pfizer viagra another. Or Uemura viagra without prescription Excelente sections keep, http://alcaco.com/jabs/cialis-on-line-pricing-in-canada.php great African MBA drug cialis for prices t hair cialis online canada hair balm more I http://www.clinkevents.com/best-viagra my t product jaibharathcollege.com viagra china not. Than future. Product http://www.jaibharathcollege.com/cialis-fast-delivery.html the a Fennel found then, buy cialis without a prescription 1945mf-china.com very bar pretty this: buy cialis canada lolajesse.com weak it figure bought buy generic cialis is else My it.

come comportarmi.

Si devono battere le mani quando il DJ fa un passaggio?

Si deve fischiare quando la PR annuncia che “Amedeo è di nuovo qui”?

… e poi, …

… MACCCHICCCAVOLOÈAMEDEO?!?!

 

Vabbè, mi ri-rassegno e penso che potrebbe essere comunque un’esperienza divertente.

 

Il locale è alla moda.

Il parcheggio è stracolmo e sulla strada già si forma la coda delle auto che cercano di entrare.

Dalle auto scendono ragazze dai vestiti succinti e brillanti e i loro accompagnatori camminano al loro fianco tronfi come pavoni.

Ho ancora una speranza.

I selezionatori all’ingresso delle discoteche.

Sono pagati per lasciare fuori quelli che non rientrano nei rigidi canoni dei locali (ovvero solo le persone belle, alte, bionde, con gli occhi azzurri, eleganti ed affascinanti come le foto delle riviste patinate), giusto?

Non sono loro gli arcangeli dalla spada di fuoco che devono dividere le masse tra coloro che meritano (d’entrare) e coloro che saranno dannati (a girovagare senza meta per il resto della serata)?

M’avvicino un po’ incerto.

Fuori ci sono molti ragazzi che fanno la coda.

Lo so che la mia salvezza è ricevere un rifiuto, ma a nessuno piace essere umiliato pubblicamente.

Un paio stanno elemosinando l’ingresso (…tanto devono poi pagare la consumazione … cosa cavolo elemosinano? … bho!!!).

Aspettiamo un attimo e poi ci avviciniamo direttamente ai buttafuori.

Per quanto ne so (l’ho visto nei film, quindi deve essere così) se salti la coda dei postulanti hai solo poche possibilità:

– o sei un VIP (con almeno un paio di copertine recenti al tuo attivo … sai … ti devono pur riconoscere)

– o hai una banconota da mille dollari in mano

– o conosci il padrone del locale

– … o il padrone sei tu!

… negli altri casi non vieni neppure preso in considerazione e chi è rimasto in coda ti lincia in mezzo alla strada.

I ragazzi che ci precedevano, vestiti alla moda, ma un po’ casinisti, sono stati rimbalzati.

Quindi ormai è fatta … verremo umiliati e gettati nella polvere per il troppo ardire.

All’ingresso due ragazzi sorridenti, alti come me ma con le spalle da lottatore, ci sorridono e, dandoci del “Lei”, … ci invitano ad entrare.

 

NOOOOOO …

… MAAAA … ma come?!?!

 

Calma!

Ragioniamo.

Ma non siete quelli che devono “buttare fuori”?

Il nome indica chiaramente il ruolo.

Se foste stati i “buttadentro” avrei anche potuto capire, … ma …

PERCHÉ???

Perché mi fai entrare?

Sono un “nessuno” qualunque, … non ho copertine, …. sono rare persino le mie fotografie, visto che sono sempre dalla parte sbagliata della macchina fotografica, … non sono biondo con gli occhi azzurri, etc., etc., … non ho mille dollari in mano, … non sono né conosco il proprietario …

MAPPPERCHÈCCCAVOLOMIFAIENTRARE???

 

Nonostante il caldo sento sulla mia schiena gli sguardi gelidi degli esclusi.

L’invidia dei rifiutati è palpabile.

Mi verrebbe voglia di girarmi per scusarmi, dire che non è colpa mia, consolare quelle due biondine che digrignano i denti con la bava alla bocca, … bhè … magari un’altra volta, … scambiarmi di posto con qualcuno di coloro che ci sta fulminando con lo sguardo crudele di uno squartatore in crisi d’astinenza, … ma poi penso che … quasi, quasi, … sia meglio entrare … sperando di non trovarli ancora all’uscita …

… se sapessero che non volevo venire!!!

 

Affettuosamente Vostro

Meno Pelnaso