Il Toro scaccia la paura

maggio 5, 2008 in Sport da Giovanni Rolle

TORINO – Il Torino vince l’importante sfida col Napoli e rilancia le proprie quotazioni in chiave salvezza. I granata si impongono per 2-1 al termine di una gara tesa fino all’ultimo minuto di recupero.Ma è del Napoli la prima palla gol dell’incontro, con il rientrante Sereni costretto a rifugiasrsi in angolo, chiamato in causa da Hamsik. La replica dei granata arriva al 20′, ma la conclusione di Di Michele è debole e viene neutralizzata senza troppa difficoltà da Navarro.

I giocatori di De Biasi cercano il momento propizio per attaccare la porta di Navarro, badando però a non scoprire il fianco alle giocate dei partenopei. Nessun arrembaggio, quindi, da parte dei granata. E a tattica del Toro offre il suoi frutti al 26′, quando il guardalinee segnala all’arbitro De Marco un’irregolarità da parte di Domizzi nei confronti di Di Michele. Molte le proteste dei partenopei per il calcio di rigore assegnato ai padroni di casa, con il cartellino giallo che viene sventolato all’indirizzo di Hamsik. Dal dischetto Rosina trasforma il penalty con freddezza, mandandola palla nella direzione opposta a quella del portiere azzurro.

In vantaggio di una rete, i granata possono affidarsi al gioco di rimessa, e si portano vicini al raddoppio con un’azione che prende il via dai piedi di Motta, il quale allunga su Stellone, che stoppa il pallone con il petto, servendo l’assist per il tiro al volo di Zanetti, con la palla che supera di poco la traversa.

La prima frazione si conclude con i granata in vantaggio di una rete. Nei primi minuti della ripresa De Biasi effettua il primo cambio, avvicendando gli acciaccati Zanetti e Grella. Al 55′ il pubblico del Toro subisce una doccia fredda, in quanto arriva il pareggio del Napoli, ad opera di Contini, con la difesa granata che nell’occasione si fa trovare impreparata. La cappa di angoscia sullo stadio Olimpico viene però subito dissipata da Di Michele, che piazza alle spalle di Navarro il pallone del 2-1 dopo appena un paio di minuti dal pareggio degli ospiti.

L’attaccante granata non bissa la freddezza dimostrata in occasione della rete del 2-1, sciupando una buona occasione per portare a tre le segnature granata e poco dopo anche Stellone fallisce il colpo del ko.

De Biasi effettua altri due cambi nel corso del secondo tempo, prima Recoba prende il posto dell’acciaccato Diana, successivamente si rivede Franceschini: il difensore torna in campo dopo circa un anno di assenza per infortunio, subentrando a Rosina, che esce tra gli applausi dello stadio Olimpico.

Il resto della ripresa è un lungo conto alla rovescia fino al triplice fischio dell’arbitro, che giunge dopo cinque minuti di recupero. Un fischio liberatorio, che libera la gioia del popolo granata per un successo che potrebbe essere fondamentale per il raggiungimento della salvezza, a due turni dalla fine del torneo.

  • TORINO-NAPOLI 2-1

    RETI: 27′ p.t. rig. Rosina (T), 8′ s.t. Contini (N), 11′ s.t. Di Michele (T).

    TORINO (4-1-4-1): Sereni; Motta, Di Loreto, Lanna, Pisano; Corini; Diana (27′ s.t. Recoba), Rosina (32′ s.t. Franceschini), Zanetti (9′ s.t. Grella), Di Michele; Stellone.

    In panchina: Fontana, Barone, Lazetic, Ventola.

    All. De Biasi.

    NAPOLI (3-5-1-1): Navarro; Santacroce, Contini, Cupi (20′ s.t. Garics); Mannini (36′ s.t. Capparella), Blasi, Gargano, Hamsik, Domizzi; Bogliacino (17′ s.t. Calaiò); Lavezzi.

    In panchina: Iezzo, Grava, Montervino, Pazienza.

    All. Reja.

    ARBITRO: De Marco di Chiavari.

    AMMONITI: Corini, Sereni, Stellone (T); Domizzi, Blasi, Santacroce, Hamsik (N).

    di Giovanni Rolle