Il Soldato Fanfarone

ottobre 10, 2011 in Spettacoli da Redazione

Prosegue l’Edizione numero 13 per il seguitissimo Festival di cultura classica, in scena al Teatro Erba dal 3 al 30 ottobre 2011.

Concepito per portare in scena i capolavori greci e romani, radici alle quali attinge a tutt’oggi la nostra cultura di teatro e di vita, il Festival rinnova il proposito di offrire spettacoli di livello, integrati da serate a tema e approfondimento. Per un coinvolgimento di spettatori, insegnanti e studenti in una fruizione partecipata e consapevole, all’insegna di un dialogo capace di chiarificare la materia poetica, la sua interpretazione e la rappresentazione.

Questa settimana, ritorno a grande richiesta per un grande successo comico firmato da Gian Mesturino e Girolamo Angione Il Soldato Fanfarone.

Tutto in Plauto è moderno: la comicità di situazione, l’invenzione linguistica, il contributo della musica, la modernissima lezione della contaminatio.

Mettere in scena Plauto vuol dire tornare alle radici della comicità e, nello stesso tempo, metterne a frutto gli esiti più attuali.

In questa prospettiva, abbiamo scelto di collocare la vicenda nella città in costruzione d’una provincia romana appena colonizzata: Augusta Bagennorum o ancora Augusta Taurinorum e poi chissà!

I Romani sono appena arrivati ma la fanno da padroni e sulla scena, a colpo d’occhio, marmi e capitelli si sovrappongono a steccati e pollai di matrice contadina in una divertente contaminazione di stili di vita e di cultura.

Il Miles, campione di tracotanza “romanesca”, non lega affatto col carattere dei locali che, dunque, sono ben lieti di collaborare alla buona riuscita della beffa che un simpatico servo ordisce ai suoi danni. In questo crogiolo di genti e di esperienze, tra soldati veneti e romani, servi napoletani e contadini piemontesi, le sfumature dialettali giocano un ruolo di spassosa comicità.

Il Soldato Fanfarone

da Tito Maccio Plauto – nuova edizione di Gian Mesturino e Girolamo Angione

Musiche Bruno Coli – maestro di canto Paolo Zaltron – coreografia Ekaterina Savina – regia Girolamo Angione

Teatro Erba, c. Moncalieri 241 – tel 011/6615447

mer 12 ottobre ore 10

gio 13 ottobre ore 10 e ore 21

ven 14 e sab 15 ottobre ore 21

dom 16 ottobre ore 16

di Redazione Teatro