Il Segreto degli Elohim e i tre elementi

maggio 30, 2011 in Libri da Redazione

cover Il Segreto degli Elohim e i tre elementi_Gino StrippoliUn romanzo da leggere e su cui riflettere. Non un romanzo di fantascienza, ma “anche” un romanzo di fantascienza. Questo è “il Segreto degli Elohim e i tre elementi”,il nuovo libro scritto da Gino Steiner Strippoli, giornalista professionista e scrittore, uscito il 14 maggio per la Triskel edizioni. Presentato al Salone del Libro , sarà oggetto, con un altro libro, di un convegno di ufologia che si terrà poi a dicembre.

Fantascienza e non solo nel nuovo romanzo dello scrittore e giornalista Gino Steiner Strippoli. “Il Segreto degli Elohim e i tre elementi” è un libro da leggere a cominciare dalla realtà descritta che si associa con facilità alla fiction tanto da non riuscire più a districarsi dalla trama, confondendola con il vissuto di ogni giorno. Gli appassionati del fenomeno UFO e delle “teorie della cospirazione” troveranno un’opera che travalica il ruolo di semplice romanzo per proporre un quadro inusitato del nostro pianeta. Un romanzo visionario dove la realtà si associa con facilità alla fiction tanto da non riuscire più a districarsi dalla trama, confondendola con il vissuto di ogni giorno.

La storia vede protagonista Lisa, una reporter americana che da anni nella Bretagna Francese con il suo cane danese Rudolph Lisa riceve la visita di Louis, un giornalista che deve intervistarla per il suo giornale. Davanti ad una tazza di tè, la protagonista gli racconta del rapimento alieno e l’incontro con il Grigio buono di Orione e la presenza di un uomo misterioso chiamato “The Vagabond”.

Louis decide di approfondire le informazioni ricevute e la sua vita cambierà di colpo. Suo malgrado verrà coinvolto in una storia intricata che lo porterà prima a Volterra spinto da da una misteriosa mappa che lo condurrà a Chichen Itza dove nella hall dell’albergo “Resort Viva Mexico” viene urtato da Jennifer Prado, una seducente bionda.

Gino Steiner StrippoliDall’incontro fortuito e casuale il giornalista si trova iprovvisamente inseguito da una banda che lo vuole uccidere tra il corollario della Piramide di Kukulkan, El Caracul e il Tempio del Giaguaro. Da qui, grazie ad un passaggio dimensionale, gli si aprono le porte del passato si ritrova davanti a 300 maya in adorazione verso il Re Giaguaro. Grazie a questa situazione inconsueta, Loius scopre le cause della guerra tra i popoli alieni degli Orioni e i Lizard. La lettura di un vecchio libro contenenti le profezie del monaco Basilio e il sessantesimo gradino del Kulkulkan portano il giornalista a scontarsi con la cruda realtà della dimensione aliena. Nella stanza segreta di Chac Mool, il cronista si ritrova davanti la regina dei Lizard: Jennifer Prado.

Dalle parole regina il viaggio di Louis prosegue in maniera incessante e redditizia perché i segreti da scoprire sono tanti e il cronista non ha intenzione di fermarsi.

I cenni storici del “Il Segreto degli Elohim e i tre elementi” sono tratteggiati in maniera minuziosa e la storia è un susseguirsi di emozionanti avventure che catturano il lettore dalla prima all’ultima pagina.

di Marco Aceto