Il Salotto di Papillon a Torino

novembre 27, 2004 in Enogastronomia da Claris

Le tradizioni sono tali perché ti aspettano puntuali, ti portano a fermare il tempo in maniera cadenzata con frequenza prevista. Sono tali le ricorrenze religiose, sono tali gli anniversari, sono tali le feste, quando si va a mangiare in posti golosi o si rimane in casa a preparare leccornie con ingredienti tipici e selezionati per le loro qualità, tali sono le manifestazioni pubbliche, come fiere e saloni. Tra questi, quelli enogastronomici sono i più attesi, specialmente all’approssimarsi dei periodi di feste, pranzi in famiglia ed ufficiali, per i quali, come detto, si devono selezionare locali ed ingredienti, cibi e modi di cucinarli.

Ad unire queste esigenze, da dodici anni, ci pensa uno dei giornalisti enogastronimici più noti in Italia, Paolo Massobrio, che cura, programma, gestisce e mette in vetrina un salotto molto particolare, ma ricco di calore umano e di bontà: il Salotto di Papillon.

Il Salotto di Papillon è una manifestazione itinerante per l’Italia, un po’ come lo erano le fiere di una volta, e, proprio come i mercanti di una volta, portano a conoscenza del pubblico tante novità di nicchia, ma pregiate per gusto, sapore e qualità. Così per tutta la giornata del prossimo lunedì, 29 novembre, il Teatro Regio di Torino si trasformerà in un’isola del gusto secondo lo stile di Papillon, l’associazione di consumatori che mette su un piedistallo il lavoro dei piccoli artigiani del gusto.

Già, proprio così, perché arriveranno ben 100 fra i migliori produttori di cose buone d’Italia, con una proposta ricca di almeno 500 prodotti che Paolo Massobrio puntualmente recensisce, con tanti altri, nel suo annuale volume (ecco un’altra tradizione) il Golosario, “la guida alle 1000 e più cose buone d’Italia”, che verrà presentata, ovviamente, nella stessa giornata, nella stessa prestigiosa cornice del teatro Regio, per una volta prestato dalla musica vera e propria alle sinfonie del palato.

La cerimonia nella sala del Teatro Regio prevede, al mattino, a partire dalle 10.30 un omaggio di musica e poesia al conte Riccardo Riccardi, scomparso due mesi or sono. Il momento musicale prevede tra l’altro alcune arie da opere di Puccini (Manon, Tosca, Madame Butterfly) con al piano Raffaella Portolesi e l’interpretazione del soprano Barbara Costa; l’interpretazione delle poesie invece è affidata al noto e bravo Mario Brusa.

Quindi, a seguire, la presentazione dell’attesa 13a edizione della Guida Critica & Golosa al Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria e Costa Azzurra, che, in 800 pagine, racchiude il meglio dell’offerta enogastronomica verificata e raccontata dall’équipe guidata da Paolo Massobrio.

Sempre in Teatro, alle 12.00, un altro momento particolarmente significativo della giornata: trenta artigiani radiosi, che si sono distinti per la loro valenza culturale, verranno premiati dal critico gastronomico Edoardo Raspelli, dal Presidente della Regione Piemonte Enzo Ghigo, dal Presidente della Provincia Antonio Saitta e dal Sindaco di Torino Sergio Chiamparino.

Al termine della cerimonia di inaugurazione l’Associazione Culturale Ca dj’Amis – I Ristoranti della Tavolozza offrirà un cocktail con tema “l’ascolto dei sapori”. Sarà quello il momento, dalle 13.00, dopo tante vere ed importanti parole, del via ufficiale agli assaggi, nel foyer del Regio, con curiosità che spaziano dalla Sicilia al Friuli, dalla Calabria alle Marche.

E, durante il pomeriggio, non mancheranno appuntamenti di valore, come la presentazione del “Paniere dei prodotti tipici” della Provincia di Torino (ormai realtà consolidata e pregiata), o come l’anteprima di CioccolaTò 2005, manifestazione che annualmente fa convergere su Torino migliaia di appassionati del cibo degli dei.

Nel pomeriggio inoltre ci sarà la presentazione dei nuovi libri di Papillon che suonano, è proprio il caso di dirlo, con titoli come “L’Ascolto dei Sapori” (ricette) e “A me piace l’Estate ma è così bello l’Inverno” (racconti).

Per i tanti appassionati di enogastronomia e tutti i soci dei club di Papillon che non riuscissero a presenziare a Torino lunedì 29 novembre, l’agenda degli incontri di Paolo MAssobrio con il suo pubblico è ancora fitta, infatti sarà

  • venerdì 3 dicembre (dalle 16.00) a Santa Vittoria d’Alba (Cn) presso il ristorante Fuori Porta (via Statale, 68);

  • sabato 4 dicembre (dalle 11.00) a Boves (Cn) presso la confraternita di Santa Croce;

  • sabato 4 dicembre (dalle 15.00) a Mombasiglio (Cn) presso il Castello;

  • mercoledì 8 dicembre (dalle 18.00) a Courmayeur (Ao) presso la sala comunale.

    Il Salotto di Papillon a Torino

    Lunedì 29 novembre 2004 – dalle 10.30 alle 20.30

    Teatro Regio di Torino

    Informazioni: I club di Papillon – C.P. 320 – 15100 Alessandria – tel. 0131.261670 – fax 0131.261678 – www.clubpapillon.it

    di Claris