Il Paesaggio Umano visto attraverso il Grand Re-tour

novembre 15, 2006 in Medley da Cinzia Modena

Il 24 novembre approda al teatro Sannazaro di Napoli lo spettacolo “Il Paesaggio Umano”. Condotto dal giornalista Marino Sinibaldi, con la regia di Marco Amato, lo spettacolo realizzato pe il Grand Re-tour vuole ripercorrere l’esperienza dei viaggiatori di un tempo in Italia, persone che rimanevano affascinati dai monumenti e dall’arte, ma anche dai volti, dai personaggi, dai mestieri, dai suoni, dai profumi, dal carattere delle sue genti.

Parole e multimedialità

In undici tappe che toccheranno undici città italiane del Grand Re-tour, “Paesaggio Umano” si rirpoppone di scoprire e rappresentare l’identità e il fermento culturale di ciascuno dei luoghi che lo ospita, attraverso le voci di scrittori, sociologi, creativi che, con la curiosità del viaggiatore e lo spirito critico dell’intellettuale, raccontano impressioni e sensazioni in un ideale diario di parole e immagini.

Il Paesaggio Umano è uno spettacolo multimediale: sul palco si alternano proiezioni audiovisive realizzate da giovani videomaker, musica dal vivo con gruppi locali, reading di scrittori e autori-attori teatrali. Nelle parti «parlate» si affrontano temi di attualità legati alla vita della città protagonista: in ogni tappa il cast è composto da un noto personaggio locale, la Guida, e uno straniero, l’Ospite.

Si parte da Napoli

A raccontare il paesaggio umano di Napoli, insieme a Marino Sinibaldi, sono la giornalista de Il Mattino Titti Marrone e Iain Chambers, professore di studi post-coloniali all’Istituto Orientale e studioso delle nuove dinamiche urbane: rispettivamente la guidache condurrà attraverso le sensazioni, le persone e i suoi idiomi più segreti, e l’ospite, novello Goethe o Stendhal provvisto dello sguardo vergine ed acuto dei grandtouristes di un tempo.

Con loro, la scrittrice Valeria Parrella e lo scrittore-attore-drammaturgo Enzo Moscato.

Le immagini dei giovani videomaker Mara Maglione e Giovanni Scurria ne racconteranno le pietre, gli uomini e l’anima loci. Esul palco le note live di Francesco Di Bella Unplugged, il nuovo progetto acustico del cantante dei 24 Grana, ne evocheranno le sonorità etniche e metropolitane, universali e misteriose al tempo stesso.

Napoli. Il Paesaggio Umano

25 novembre 2006

ore 21

Teatro Sannazaro, Via Chiaia 157, Napoli

– Conduce: Marino Sinibaldi

– La Guida: Titti Marrone

– L’Ospite: Iain Chambers

– Gli Scrittori: Valeria Parrella, Enzo Moscato

– I Videomaker: Mara Maglione, Giovanni Scurria

– La Band: Francesco Di Bella Unplugged, progetto acustico del cantante dei 24 Grana

Scenografia Fabio Carturan (Oz Eventi), regia video Marco Ferrari (CUT), light design Emanuela Merlo, direttore di palcoscenico Daniele Salomone, responsabile di produzione Silvia Banaudo

Uno spettacolo prodotto da Blue Klein & Petrus di Davide Rampello – Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura

di Cinzia Modena