Il Nonno Racconta

dicembre 19, 2005 in Attualità da Stefano Mola

gufoStrano pensare che due passi dietro corso Orbassano si trovi una orangerie, ovvero una serra ante litteram per la coltivazione degli agrumi. Però è proprio così: è all’interno del Parco Rignon, accanto a Villa Amoretti, sede di una Biblioteca Civica. Sembra una favola, non vi pare? Soprattutto in questi giorni cortissimi di luce, quando, complice il Natale incombente, vorremmo tutti tornare bambini e farci cullare da storie raccontate mentre scivoliamo nel sonno, con lenzuolo e coperta tirati fin sopra la punta del naso.

Ebbene, questo curioso edificio e fiabesco edificio (sembra di sentir frusciare vestiti francesi e forse nel folto del parco, il tintinnare delle spade in duello), un emiciclo vetrato per catturare quanto più sole possibile, di solito svolge l’importante ruolo di emeroteca. Sabato 17 dicembre, ha giustamente ospitato la premiazione della prima edizione del Concorso Nazionale di Letteratura per bambini e ragazzi intitolato a Dada Rosso (che noi di Traspi continuiamo a considerare la nostra madrina, e con un velo di tristezza sappiamo che da qualche parte ci sorride).

La giornata è stata aperta dall’intervento di Lella Ciaccia presidente dell’Associazione Letteraria Il nonno racconta. Lella ha ricordato come la fiaba rappresenti un momento culturale fondamentale: è il primo approccio alla trasmissione culturale, lo strumento attraverso il quale il bambino può elaborare le sue paure, stimolare fantasia, creatività, interesse per la narrazione, che costituisce l’approccio alla conoscenza. Di qui il valore di un’iniziativa che vuole stimolare alla produzione di storie.

In seguito è intervenuto l’Assessore alla Cultura del Comune di Torino, Fiorenzo Alfieri, il quale ha ricordato Dada raccontando il legame di amicizia e di lavoro che lo ha unito a lei. Dada ha fatto parte dell’equipe che ha aiutato Alfieri quando nel 1997 è stato chiamato a occuparsi di promuovere la città in un momento in cui era drammaticamente chiaro che Torino non sarebbe più stata in primo luogo una capitale industriale, ma non era per nulla evidente che cosa sarebbe diventata. Lo slancio e la disponibilità di Dada sono stati un segnale importante, così come il suo coinvolgimento nell’avvio di quel piano strategico oggi fiore all’occhiello della riflessione su Torino e il suo futuro.

Alfieri ha aggiunto un aneddoto, dei tanti che possono aiutare per capire che cosa è stata Dada. Quando la città ha presentato la sua candidatura ai giochi olimpici, Dada ha portato da casa sua nell’ufficio di Castellani un quadro che raffigura un atleta impegna nel salto con gli sci, dicendo: starà qui fino al giorno in cui Torino non sarà designata sede olimpica.

Infine, i premi. Come sapete, Priuli e Verlucca, Gianni Oddone e La Stampa hanno raccolto le 17 storie finaliste in un libro che a partire dal 16 dicembre è in vendita al prezzo speciale di 9,90 Euro in abbinamento con il quotidiano torinese. Citiamo gli autori e le loro storie, insieme ai premi speciali ricevuti dai partner dell’iniziativa:

  • Giuseppe Bertola autore della favola “CHICCO”

  • Elena Bonino autrice della favola “LA SINFONIA DELLA NEVE”

  • Anna Maria Bracale autrice della favola “LA STELLINA E LA BANDIERA” (premiata dalla Città di Torino)

  • Barbara Delmastro autrice della favola “MAGIA DI NATALE” (premiata dalla Regione Piemonte)

  • Anna Maria Di Lorenzo autrice della favola “GLI ALBERI DI VIALE LOMBARDIA”

  • Vanna Marci autrice della favola “LA COLOMBA”

  • Pietro Maruca autore della favola “E…IL BUE?” (premiato dalla COOP)

  • Marco Maria Miglietti autore della favola “MERAVIGLIA!” (premiato dal CEPU)

  • Pier Luigi Olocco autore della favola “LA CODA DEL CANE DI PETER PAN” (premiato dalla Provincia di Torino)

  • Maria Pizzuoli autrice della favola “L’AGNELLINO DI LEGNO”

  • Adriana Pugno autrice della favola “QUASI UNA FAVOLA” (premiata dall’Impresa Rosso come più anziana partecipante)

  • Giuseppina Ranalli autrice della favola “FAVOLA DI NATALE”

  • Maria Rosaria Ribolla autrice della poesia “UN DONO DI NATALE ANZI DUE” (premiata dalla Kinder)

  • Lucia Saffioti autrice della favola “ANDREA E IL PICCOLO PETTIROSSO”

  • Carla Taranto autrice della favola “IL CARRO ARMATO E LA NONNA RAMPANTE”

  • Gian Albino Testa autore della favola “L’OMINO DELLE FIABE”

  • Giuseppina Vittaz autrice della favola “GLI ANIMALI DEL MIO GIARDINO”

    di Stefano Mola