Il Circolo dei Lettori festeggia il suo primo anno di attività

agosto 2, 2007 in Attualità da Redazione

Per l’occasione e per l’apertura della nuova stagione a settembre, un palinsesto fitto di appuntamenti

Circolo dei lettori È passato quasi un anno dall’apertura del Circolo dei Lettori e la sede di via Bogino è stata sempre al centro di importanti eventi. Personaggi internazionali e iniziative di livello si sono incontrate e svolte in questi mesi, sempre con l’obbiettivo principale di mostrare e condividere la passione per la letteratura. Per festeggiare il primo e importante compleanno, il Circolo non solo organizzerà il 29 e il 30 settembre una speciale ricorrenza, ma per tutto il mese ha già previsto un programma ricco di avvenimenti. Così il Circolo dei Lettori intende aprire la sua nuova stagione culturale, con un occhio di riguardo proprio al mese che lo ha visto nascere.

Gli appuntamenti copriranno una rosa di temi in grado di soddisfare un po’ tutti, come l’interessante incontro del 4 settembre alle 21 Indi-Pulitzer: quando il giornalismo diventa letteratura. Nel corso della serata verranno presentate da Andrea Purgatori, con taglio mordente, le grandi inchieste del giornalismo americano raccontate dai premi Pulitzer. E la rassegna spazierà dal Watergate al reportage sui preti pedofili, dall’inchiesta su persone usate come cavie, all’utilizzo di ammoniaca nelle fabbriche di tabacco per aumentare la dipendenza da fumo. Tutti temi di attualità sempre rinnovata e che non smettono mai né di incuriosire né di impensierire.

Sempre intorno al tema dell’impegno civile e sociale, la sera del 5 settembre, sarà presentato lo spettacolo di teatro narrativo civile “Quel giorno a Cinisi, storia di Peppino Impastato”. Ricordate il commovente ed energico personaggio impersonato da Luigi Lo Cascio ne “I cento passi”? Esattamente come nel film ma con tecniche artistiche differenti, Daniele Biacchessi e Gaetano Liguori faranno rivivere attraverso la voce, il monologo teatrale e la musica, la storia di Giuseppe Impastato, giovane militante antimafia ucciso nel 1978 dai sicari di Don Tano Badalamenti.

Qualche giorno dopo, e precisamente lunedì 17 settembre alle 21, Gherardo Colombo aprirà il ciclo “Dialoghi Scomodi: persone scomode che leggono libri scomodi”, con protagonista Paolo Borsellino. Nel corso della serata verrà letto e commentato il testo di Giuseppe Lo Bianco e Sandra Rizza “La morte del magistrato ucciso della mafia. Cosa conteneva l’agenda rossa di Paolo Borsellino”. Nel testo sono narrati i suoi ultimi drammatici 56 giorni, attraverso il racconto di familiari, colleghi, magistrati, investigatori e pentiti. L’incontro successivo, invece, avverrà giovedì 20 settembre sempre alle 21, con protagonista Telmo Pievani, docente di Filosofia della Scienza. Tema affrontato: “I taccuini giovanili di Charles Darwin”, nel quale si potrà intravedere un Darwin assolutamente inedito, lontano dalle prudenze e dalle ritrosie della maturità. Lo stesso Pievani sarà il curatore dell’edizione italiana dei “Taccuini”, pubblicazione prevista per il 2008, ma durante la serata proporrà un assaggio del volume con letture e commenti di passi importanti, corredati da alcune immagini.

Ma non è tutto, perché i protagonisti saranno tantissimi e molteplici. Come gli incontri di Torino Spiritualità dal 20 settembre, o i Workshop di danza indiana o di elaborazione del lutto, ed altri alcuni appuntamenti della sezione Preghiere, Canzoni d’Amori Feroci e Techno Sufi.

Un approfondimento particolare sarà dedicato a “Il Velo” islamico, al centro di una serie di dibattiti, spettacoli e interventi che si svolgeranno nei mesi di settembre e di ottobre 2007 e che culmineranno con l’inaugurazione a Cuneo della mostra “Il Velo”, patrocinata dalla Regione Piemonte. E quindi anche confronti con la letteratura.

Inoltre da segnalare il 26 settembre alle 11, la presentazione di “Quando la liberta è altrove”, un progetto organizzato dal comitato Passato e presente. Si tratta di un ciclo di appuntamenti dedicati al tema dell’esilio e dei percorsi del dissenso verso la libertà, a partire dal pensiero di Gramsci, Gobetti, Salvemini e dai fratelli Rosselli . Tra il 2006 e il 2007 ricorre infatti l’anniversario della morte di questi grandi intellettuali italiani e, per celebrarli, sarà allestito un fitto cartellone di iniziative pubbliche (testimonianze, letture, convegni, un ciclo cinematografico, laboratori per le scuole, un itinerario nei luoghi della cultura gramsciani e uno spettacolo teatrale), che partirà dal mese di ottobre.

Ma ci stavamo dimenticando proprio del primo compleanno del Circolo dei Lettori. Il festeggiamento avverrà Sabato 29 e domenica 30 settembre, in occasione della “Festa dei Lettori” organizzata dal Comune, grazie a una due giorni di letture, appuntamenti e giochi, in cui ovviamente si vinceranno dei libri. Ad animare le due giornate ci saranno molti dei personaggi, già protagonisti del primo anno, a partire dai due registi che cureranno i contenuti e le azioni sceniche, Gianni Bissaca e Roberto Tarasco.

E il contesto non potrà che essere uno dei più appropriati, perché negli stessi giorni a Torino sarà costruita la libreria all’aperto più grande del mondo. Un’occasione ghiotta e fondamentale per tutti coloro che amano i libri e in genere il mondo della letteratura.

Il Circolo dei Lettori

via Bogino 9

10123 Torino

Tel 011-4326820/1

www.circololettori.it

[email protected]

di Davide Greco