Il Barbiere di Siviglia

maggio 4, 2010 in Spettacoli da Barbara Novarese

barbiere sivigliaNulla è comparabile a “Il Barbiere di Siviglia”. La musicalità, la melodia, la baldanza fanno di quest’opera il più grande melodramma buffo italiana. Fu un’opera controversa e sfortunata nella sua prima rappresentazione ma divenne immediatamente un titolo conosciuto anche da chi non ha particolare predisposizione per il teatro, in genere. Il titolo originario “Almaviva, ossia L’inutile precauzione” fu composta in soli 20 giorni e rappresentata per la prima volta il 20 Febbraio 1816 al Teatro Argentina di Roma. Il giovane Gioachino Rossini si “ispirò” ad un’opera di Paisiello, mettendola in scena mentre il compositore napoletano era ancora vivo e famoso e questa fu la ragione per cui la prima fu boicotta tata ed ampiamente fischiata. Tuttavia i romani si ravvidero già dalla seconda rappresentazione poiché fu impossibile non premiarne le doti musicali.

Al teatro Regio di Torino sarà in scena melodramma di Rossini dal 2 al 15 maggio nella fortunata edizione firmata da Vittorio Borrelli e Claudia Boasso. Sul podio dell’Orchestra e del Coro del Teatro Regio salirà il maestro Alessandro Galoppini, il Coro sarà istruito da Claudio Fenoglio. Nel panni del factotum Figaro ci sarà il baritono Roberto de Candia, raffinato interprete rossiniano, che con questo ruolo ha recentemente compiuto il prestigioso debutto alla Wiener Staatsoper. La bella Rosina avrà la voce del mezzosoprano Marina Comparato, recentemente applaudita come protagonista di L’enfant et les sortilèges di Ravel con l’Orchestra Sinfonica della Rai. Il conte d’Almaviva sarà il tenore Antonino Siragusa, che torna al Regio dopo l’applaudito debutto come Argirio nel Tancredi. Protagonista della recita straordinaria del 14 maggio, aggiunta per soddisfare la grande richiesta di pubblico, sarà Juan Francisco Gatell.

Il barbiere di Siviglia sarà in scena: domenica 2 maggio, ore 15 – martedì 4 maggio, ore 20 – giovedì 6 maggio, ore 20 – sabato 8 maggio, ore 15 – mercoledì 12 maggio, ore 20 – venerdì 14 maggio, ore 20. L’opera sarà trasmessa in diretta da Rai-Radio3 martedì 4 maggio alle ore 20.

Come probabilmente già saprete, la prima esecuzione è stata annullata a causa dello sciopero nazionale delle Fondazioni lirico-sinfoniche. I rimborsi per la recita non andata in scena, si potranno ottenere presentando il tagliando di abbonamento o il biglietto a partire da mercoledì 5 maggio fino a sabato 15 maggio presso la Biglietteria del Teatro Regio, escluse le domeniche e i lunedì, nel consueto orario: martedì- venerdì: ore 10.30-18 e sabato: 10.30-16.

Per informazioni

Biglietteria del Teatro Regio, piazza Castello 215 – Tel. 011.8815.241/242

e-mail: [email protected]

sito internet: www.teatroregio.torino.it

di Barbara Novarese