I gusti dei bambini

febbraio 15, 2002 in il Traspiratore da Stefano Mola

25174Giorgio e Caterina Calabrese, con “Bambini a tavola” (Piemme, Lire 25.000), hanno vinto l’edizione 2001 di Libri da Gustare, la prima che ha visto impegnata la redazione di www.traspi.net. Tra i 20 libri, recensiti uno dopo l’altro sulle nostre pagine virtuali, che si sono disputati la vittoria nell’annuale salotto letterario del libro enogastronomico organizzato dall’Associazione Ca dj’ Amis, i navigatori del nostro sito hanno dunque scelto questa guida all’educazione alimentare dei figli (ma non solo, dei genitori in primo luogo).

Il testo vuol essere uno strumento nelle mani delle povere mamme di questi difficili tempi moderni. Il professor Giorgio Calabrese, dietologo di fama, docente presso le Università di Piacenza e Torino, e la moglie Caterina (tecnologa alimentare) descrivono i fabbisogni nutrizionali per le varie fasce d’età, suddividono i cibi in 7 gruppi fondamentali, forniscono un ricettario dietetico per diversi possibili stati patologici: il tutto in modo chiaro e sintetico, per aiutare a nutrire in modo sano e corretto i bambini nelle diverse fasi della crescita.

Le parole di Calabrese stesso spiegano “grazie alla dietetica, che si avvicina sempre di più alla tradizione locale dei cibi, da alcuni anni ogni alimento diventa quasi un farmaco, anche se non lo è, e aiuta la prevenzione di malattie che spesso nascono dalla non conoscenza delle proprietà salutiste dei cibi.”

Ai posti d’onore si sono classificati, nell’ordine, “Alfonso Iaccarino”, Rita Rutigliano con “Spunti e spuntini letterari” (GS Edizioni), Alberto Capatti con “L’osteria nuova” (SlowFood Editore) e Salvatore Vullo, con “La cucina di Sicania” (Gruppo Edicom). Premio speciale della giuria ad Ave Appiano per “Bello da mangiare” (Meltemi).

Il Traspiratore – Numero 34

di S. Mola