I Grizzlies affossano la Juve

giugno 5, 2001 in Sport da Redazione

E’ stata una sfida dalle molteplici facce, della doppia vittoria per manifesta dei Grizzlies (2-16 e 8-18) e del brusco risveglio dei bianconeri. E’ stato il derby di Lole Avagnina, autore di una pregevole prestazione sul monte e di home run al settimo, di Max Marchitelli che nella prima gara ha dato il largo, con un fuoricampo, ai suoi. Senza dimenticare i vari Rosi, Lingua, Ballor, passato da vittima a carnefice nella seconda partita, e dello juventino Mammano, l’unico dei bianconeri che si è salvato. E’ una sconfitta che dovrà far riflettere la Juve’98 su chi la differenza la deve fare ma non la fa (gli oriundi discreti nella prima gara, inguardabili nella seconda), e su certe decisioni tattiche sbagliate. Il Torino aveva la voglia e il vigore per vincere, ma certi errori si possono evitare, così come la sofferenza per i tifosi.

Anche se non sembra, entrambe le partite sono iniziate benissimo per la Juve. Dopo aver eliminato facilmente tre giocatori, i bianconeri con Mammano, primo uomo in battuta realizzano subito una valida, contro un Lole Avagnina che non sembra in grande giornata (ma non sarà così). Il perfetto equilibrio continua ancora per altri due inning. Partita tesa e tagliente, ma Lingua al terzo con una volata di sacrificio spinge a casa Sergio Avagnina. Il piccolo vantaggio non intimorisce i bianconeri che continuano a tener testa agli ospiti.

Al quinto inning la Juve crolla di botto. Marchitelli batte un fuoricampo e il risultato va sul 0-2. D’Ercole coach juventino, sostituisce il lanciatore Contardo e con l’acerbo Mannucci, al suo esordio stagionale. E’ un disastro. Tutti gli orsi vanno nel box di battuta e tra basi su ball e valide portano a casa ben sette punti. La Juve è shockata e in attacco è come paralizzata. Sullo 0-8 c’è ben poco da fare. Esce Mannucci ed entra Celli, ma è un’altra valanga di punti, sei per l’esattezza, e si va sul 0-14. La settima ripresa vede i due punti della Juve, l’home run di Lole Avagnina e il sedicesimo punto che chiude l’incontro sul 2-16.

Più determinata la Juve nei primi inning della gara serale. I bianconeri riescono a portarsi sul 4-0, sfruttando la non buona serata di Ballor. Ma il lanciatore dei Grizzlies si riscatta, mentre gli juventini iniziano a commettere un sacco di errori. Al settimo inning i ragazzi di Costa sorpassano gli avversari segnando nove punti. Alla fine il risultato è di 18-8, con 16 valide per il Torino e 11 per la Juve che colleziona anche 13 errori.

Grizzlies Torino ’48

Lingua, Bonisoli, Celli (D’Ercole), Avagnina L., Rosi, Bellistracci (Testa), Marchitelli, Avagnina S.,Scalzo, (Cauda) All. Costa

Juve ’98

Mammano, Boarin, Rumenos, Gagliardi, Vicari, Hansen, Cangiatosi, Galliano, Crippa All. D’Ercole

di Fabio Granaro