Hockey Prato Maschile e Femminile

marzo 13, 2001 in Sport da Redazione

Hockey Prato Femminile: per Cus e Bra neanche un punto in trasferta

La seconda giornata della Serie A femminile è stata avara di soddisfazioni per i colori piemontesi.

Il Cus Torino di Simone Levizzari, infatti, dopo il successo interno con le neopromosse dell’Amsicora Cagliari nel match d’esordio, si è arreso alle forti trentine del Mori: 2-1 il risultato in Trentino. Il match è stato combattuto e giocato sul filo dell’equilibrio. Per le biancoblù torinesi ha pesato l’esiguità della rosa, ridotta all’osso (per la stagione open) dopo l’addio all’hockey di Fassina e Mioci. Il Mori si è portato subito in vantaggio con la russa Roussina (13’), ma le torinesi hanno dimostrato carattere, rispondendo colpo su colpo e pervenendo al pareggio prima dell’intervallo con un rigore trasformato dall’azzurra Laura Monteleone.

Nella ripresa, nonostante una pressione abbastanza costante delle padrone di casa, le torinesi sembravano poter resistere. E così è stato finché le forze in campo sono state in equilibrio. Poi l’esclusione per 2’ della polacca 19enne Zaneta Lukasiewicz (cartellino giallo), perno della difesa biancoblù, ha consegnato al Mori la superiorità numerica a poco più di 10’ dalla fine: l’esperienza della Roussina si è fatta sentire in quel frangente, ed è arrivato il definitivo 2-1.

A fare più scalpore è però la battuta d’arresto della Lorenzoni Bra, campione d’Italia in carica, sul campo del Cus Catania: le cuneesi sono capitolate con un rocambolesco 3-2 nel match che, di fatto, ne sanciva l’esordio stagionale con il tricolore sul petto (dopo il rinvio per neve del primo turno a Bra).

La prossima settimana le due squadre piemontesi hanno una pronta occasione di riscatto casalingo: a Torino (via Panetti, ore 12) arriva il Cus Brescia, mentre a Bra (ore 14.30) sarà di scena l’Amsicora Cagliari.

Hockey Prato Maschile – Serie A1: Bodino alla polacca

Prova di carattere per il Bodino di Alfredo Serra, che riscatta prontamente la beffa di Cagliari, battendo con pieno merito 2-0 i milanesi del Cernusco, privi del bomber italo-argentino Ferrara. Per gli orange torinesi i tre punti conquistati al Panetti valgono oro: aggancio al Cernusco stesso e sorpasso ai danni di Ferrini Cagliari e Naxos Catania. Il girone d’andata si chiude dunque con un terzultimo posto che fa ben sperare per la salvezza del club subalpino.

La gara è stata decisa dalle reti dei due polacchi del Bodino. Il solito Loukaszewsky ha infatti portato subito in vantaggio la squadra di Serra, con un corto dopo 10’.

Il resto dell’incontro ha visto i torinesi impegnati soprattutto a non concedere spazio agli ospiti, imbrigliati senza troppe sofferenze. Quindi a tempo quasi scaduto (68’) è arrivato il primo gol torinese del 25enne Pawel Jahubih, il neoacquisto degli orange, polacco come Loukaszewsky: conclusione vincente su assist di Garbarino.

A fine gara sono quindi arrivate le buone notizie da Bologna (ko del Ferrini) e da Roma (sconfitta del Naxos Catania): meglio di così l’andata non poteva finire.

Sabato prossimo a Roma, gli orange sono chiamati a dar seguito alla risalita in classifica: una vittoria (che rappresenterebbe un’impresa di grande rilievo), varrebbe l’aggancio ai biancazzurri.

RISULTATI (8a Giornata)

Bodino – Cernusco 2-0

Amsicora – Lazio 1-0

Cus Bologna – Ferrini Cagliari 4-0

Eur – Naxos 5-1

Roma – Suelli Ca 5-0

CLASSIFICA

Amsicora Ca 25

Roma 21

Eur 18

Suelli Ca 13

Lazio 11

Bologna 10

Bodino Torino, Cernusco 8

Ferrini Ca 7

Naxos Ct 6

PROSSIMO TURNO (1a di ritorno)

Cus Bologna – Amsicora

Ferrini – Roma

Eur – Cernusco

Naxos – Suelli

Lazio – Bodino

Hockey Prato Maschile – Serie A2: Cus e Bra a segno

Il Cus Torino è torna alla vittoria dopo il primo stop stagionale subito sabato scorso a Padova. La squadra di Mjshlevic ha conquistato, anche se con fatica, tre punti fondamentali ai danni di un sorprendente Bondeno (3-2). Gli ospiti, infatti, pur se ultimi in classifica, hanno venduto cara la pelle, riuscendo a infilare la porta torinese per ben due volte.

Al 15′, dopo alcuni tentativi di marca biancoblù, il Cus è passato in vantaggio con Kuba Mjshlevic su un ottimo passaggio di Lorenzo Picco. In avvio di ripresa il pareggio ospite, sfruttando un’indecisione della difesa avversaria. Ma la risposta torinese non si è fatta attendere: prima Powar Singh (2′) ha seminato il panico nell’area avversaria, sfoderando un gran tiro per il 2-1. Quindi Ribetto (25’) ha chiuso i conti, rendendo vano il forcing finale degli emiliani, nonostante il gol del definitivo 3-2. Con i tre punti conquistati, pur senza entusiasmare, i ragazzi di Mishlevic si sono laureati Campioni d’Inverno.

Bene anche il Bra di Massimo Nania, che, con una prova non entusiasmante, ma sicuramente concreta, ha regolato in casa il Cus Cagliari (2-0), confermandosi nelle zone alte della classifica. La gara è stata decisa nella ripresa, grazie alle reti, entrambe su corto, di Gianpaolo Lanzano e Gualtiero Berrino.

RISULTATI (8a Giornata)

Cus Padova – Cus Catania 5-1

Cus Torino – Bondeno 3-2

Bra – Cus Cagliari 2-0

Mori – Moncalvese 8-1

Villafranca – Pontevecchio 2-3

CLASSIFICA

Cus Torino 20

Bra 18

Padova, Pontevecchio 17

Mori 15

Catania 12

Cagliari 9

Villafranca 8

Moncalvese 3

Bondeno 1

PROSSIMO TURNO (1a di ritorno)

Bondeno – Padova

Moncalvese – Cus Torino

Pontevecchio – Cagliari

Villafranca – Catania

Mori – Bra

di Luigi Schiffo e Maurizio Versaci