Hockey Prato Femminile

marzo 28, 2001 in Sport da Redazione

La quarta giornata della Serie A femminile rilancia la Lorenzoni Bra di Gigi Esposito, che, battendo 5-0 in casa la titolata Martesana, dimostra di meritare lo scudetto cucito sulle maglie e di poter ancora dire più di qualcosa in questa stagione. Le braidesi hanno dilagato senza concedere grandi speranze alle lombarde, travolte prima nel gioco che nel risultato. Sotto rete, poi, ha dimostrato un’ottima vena la Celli, autrice di una tripletta e trascinatrice della Lorenzoni. Hanno completato il tabellino della giornata la Tosco e la russa Romanenko. Ora la classifica si fa più veritiera, in attesa del recupero casalingo del primo match stagionale, contro il Cus Brescia, fissato per il 25 aprile.

Amara trasferta, invece, per il Cus Torino di Levizzari contro la capolista S.Saba Roma. Le biancoblù sono state battute 2-0, senza molto spazio per le recriminazioni. La formazione torinese, con evidenti problemi di organico (è rimasta a casa all’ultimo minuto anche il portiere Battaglia per un attacco influenzale), ha affrontato l’incontro con la consapevolezza di dover limitare i danni. La tattica difensivistica, però, non è bastata a contenere la forza d’urto delle capolista, in vantaggio al 20′ con Faustini. Il gol che ha chiuso l’incontro è arrivato a metà del secondo tempo ad opera di Cotelli su corto. Le torinesi hanno potuto usufruire di tre corti in tutto il match, ma la bomber polacca Wybieralska non è riuscita a far centro. Per il Cus Torino, dunque, il San Saba, già fatale nella corsa allo scudetto indoor, si conferma un tabù difficile da superare.

Domenica prossima, 1° Aprile, la Lorenzoni sarà chiamata ad una conferma sul campo non facile del Mori Trento, mentre il Cus Torino ospiterà la Martesana reduce dalla mazzata di Bra.

di Luigi Schiffo e Maurizio Versaci