Grinzane Montagna

settembre 21, 2002 in Attualità da Stefano Mola

Questa estate il Premio Grinzane si è mosso tra le onde delle nostre colline seguendo le suggestioni del Mediterraneo con gli incontri, i concerti e gli spettacoli del “Grinzane Festival”. Adesso, tornato indietro dal sogno impossibile del mare (quello che, come dice Paolo Conte, si muove anche di notte e non sta fermo mai) il raggio della sua infaticabile azione si sposta verso l’altro scenario di confine della nostra regione: le montagne.

Sabato 21 settembre, alle ore 10:30, presso la Sala Consigliare del comune di Sauze d’Oulx (Torino) si terrà in fatti la cerimonia di premiazione della prima edizione del Premio Grinzane Civiltà della Montagna. Due le sezioni previste: la prima destinata a una personalità che con la passione, l’impegno e le proprie opere abbia celebrato direttamente e indirettamente il mondo della montagna; la seconda destinata a un libro che valorizzi il sentimento della montagna.

La personalità premiata sarà Walter Bonatti. Alpinista, esploratore, per primo sulla parete Est del Grand Capucin (1951) e sulla direttissima invernale solitaria della parete Nord del Cervino, poi anche giornalista e fotoreporter. Sulle sue esperienze alpinistiche ha pubblicato Avventura (1984), La mia Patagonia (1986), Montagne di una vita (1995) e K2. Storia di un caso (1996). Grazie al Museo Nazionale della Montagna “Duca degli Abruzzi” sono stati raccolti – nel volume Fermare le emozioni. L’Universo fotografico di Walter Bonatti (1998) – i suoi splendidi servizi fotografici comparsi sulla rivista “Epoca”.

Per quanto riguarda invece il libro, chi ha visitato recentemente le pagine di Traspi.net ritroverà “La via dei lupi” (Ponte alle Grazie) di Carlo Grande ( leggete qui la recensione che ne abbiamo fatto). Sicuramente una buona scelta: in questo romanzo la montagna non è soltanto un paesaggio, una geografia su cui si muovono i personaggi, ma uno scenario dell’anima, personaggio essa stessa all’interno dei pensieri del protagonista, il nobile ribelle Francois de Bardonneche.

Interverranno alla premiazione: Roberto Faure (Sindaco di Sauze d’Oulx), Giampiero Leo (assessore Cultura Regione Piemonte), Pierluigi Marengo (Presidente Commissione Speciale Olimpiadi Regione Piemonte), Giuliano Soria (Presidente Premio Grinzane Cavour). Durante la mattinata si terrà il dibattito “Letteratura, giornalismo e montagna” cui parteciperanno Aldo Audisio (Direttore Museo della Montagna di Torino), Bruno Babando (Il Giornale), Giorgio Bertone (scrittore), Leonardo Bizzaro (la Repubblica), Guido Novaria (La Stampa). Presenterà Orlando Perera (RAI).

Il premio rientra in una serie di iniziative culturali legate alla montagna che il Grinzane intende promuovere, grazie all’aiuto della Regione Piemonte, in vista anche di Torino 2006. Fulcro simbolico delle manifestazioni sarà lo chalet “Capanna Mollino” (2400 m.) di Sauze d’Oulx, luogo emblematico delle montagne piemontesi, che diventerà una nuova sede del Parco Culturale Grinzane Cavour.

di Stefano Mola