Focus 11, il Festival internazionale di danza

settembre 12, 2006 in Spettacoli da Marcella Trapani

Focus 11 - Torino Danza

  • Ha preso il via l’8 settembre la rassegna internazionale di danza Focus giunta all’XI edizione ed organizzata da Torinodanza in concomitanza con Settembre Musica. Proseguirà fino al 22 ottobre e coinvolgerà grossi nomi della danza internazionale sui palcoscemci delle Limone Fonderie Teatrali e dei Teatri Astra e Nuovo.
  • Si inizia con la compagnia belga Les Ballets C. de la B. (= Les Ballets Contemporaines de la Belgique) che interpretano lo spettacolo di A. Platel e F. Cassol, VPRS in prima nazionale, con replica il 9 settembre alle Fonderie Limone. A. Platel riutilizza qui la musica di C. Monteverdi , in particolare i Vespri della Beata Vergine, per riadattarvi le movenze di dieci danzatori capaci di grandi prodezze fisiche. Della compagnia, fondata dallo stesso A. Platel nel 1984, fa parte anche Sidi Larbi Cherkaoui che avevamo visto l’anno scorso al Teatro Nuovo insieme ad A. Khan (vedi Traspi del 20 ottobre 2005).
  • Vedremo poi una coreografia di S.L. Cherkaoui, Loin, il 28 e il 29 settembre assieme ad Allegro macabro, firmata da F. Lattuada in collaborazione con il coreografo giapponese S. Teshigawara, in prima nazionale sempre alle Fonderie Limone. Entrambi i balletti saranno interpretati dal Ballet du Grand Theâtre de Genève. Artista eclettica e completa, oltre che coreografa e ballerina, la Lattuada è anche regista e cantante. Ha fatto della Francia la sua patria di adozione, trasferendovisi nel 1985, e qui è venuta a contatto con le danze e le atmosfere orientali, soprattutto giapponesi e indiani. Allegro macabro è stato presentato in prima mondiale al Grand Théâtre di Genève nel 2005.
  • Il Focus 11 continua ad ottobre, il 5 e il 6, al Teatro Astra dove si potrà assistere alla coreografia di P. Bianchi-Agar, Corpus Hominis, in replica il 7 insieme a Behind the Door, di G. Cerritelli in prima nazionale. Corpus Hominis è una co-produzione con Torinodanza e Regione Piemonte che vede protagonisti tre danzatori uomini, mentre Behind the Door è parte di un lavoro a quattro mani con le realizzazione di un video di E. Vida, un viaggio sensoriale e visivo che parte da una storia di abuso e violenza.
  • Il 12 e il 13 ottobre è di scena al Teatro Nuovo la Compagnie Anomalie con Anatomie Anomalie di M. Zimmermann: la scenografia è formata da cinque torri trasformabili e sculture viventi dove otto artisti circensi giocano con le proprie paure, i propri sentimenti e i propri slanci. Anatomie Anomalie bandisce gli oggetti tradizionali del circo e considera lo spazio come unico, vero attrezzo con cui gli artisti si esprimono. M. Zimmermann, co-fondatore di Anomalie, firma regia e scenografia dello spettacolo.
  • La performance della Compagnie DCA-Philippe Decouflé, Sombrero, chiuderà la rassegna il 21 e 22 ottobre in prima nazionale al Teatro Nuovo. Già il titolo contiene un gioco di parole tra “sombrero” e “sombre héros” (“l’eroe oscuro”) che in francese si pronunciano alla stessa maniera. L’eroe oscuro rappresentato può assumere varie forme: Zorro, Tartan, Peter Pan, Nosferatu, tutte ombre celebri che vengono evocate nel corso di questa coreografia, ovvero di questo melodramma, strutturato in tre atti e composto da ombre e contorni che sfuggono e si inseguono.

    Sedi:

    Teatro Nuovo

    Corso Massimo D’Azeglio 17

    Torino

    Teatro Astra

    Via Rosolino Pilo 6

    Torino

    Limone Fonderie Teatrali

    Via Pastrengo 88

    Moncalieri (TO)

    Info e biglietteria:

    Torinodanza

    tel. 011 8815259

    fax 011 8815268

    [email protected]

    www.comune.torino.it/torinodanza

    Torino Settembre Musica

    Via S. Francesco da Paola 6

    Tel. 011 442 47 77

    [email protected]

    www.comune.torino.it/settembremusica

    di Marcella Trapani