Filippo Juvarra, l’architetto dei Savoia

novembre 11, 2011 in Arte da Benedetta Gigli

juvaAl via il terzo appuntamento del ciclo di convegni Architettura e potere. Lo Stato sabaudo e la costruzione dell’immagine di una corte europea, organizzati dalla Reggia di Venaria Reale, che stavolta è dedicato alla figura di Filippo Juvarra (1678-1736), un abate messinese, che diviene nel 1714 primo architetto di corte dei Savoia e che collega indissolubilmente il suo nome a quello della capitale del Regno, Torino.

Il convegno si propone di affrontare temi che offrano, anche dal punto di vista metodologico, nuovi contributi volti a precisare e ad approfondire quali furono le attività e quale l’influenza esercitata in ambito europeo dallo Juvarra.

La maggioranza degli studi sia italiani, sia internazionali, si è concentrata con coerenza sull’asse Torino-Madrid prendendo in considerazione prevalentemente l’architettura realizzata e i progetti a essa collegati (fosse questa di natura stabile o effimera) e il ruolo di grande regista delle arti. Tuttavia meno studiati risultano i suoi viaggi, che assieme agli album di disegni, oggi conservati in collezioni italiane e straniere, furono importanti veicoli per la diffusione di idee; la sua eterogenea attività di progettista esercitata anche in altri centri italiani ed europei (ad esempio Messina, Napoli, Lucca, Como, Mantova, Brescia o Lisbona), nonché i suoi progetti per decorazioni di giardini reali o per giardini di villa e il loro legame con la trattatistica coeva. Ed è proprio tutta questa parte meno nota che verrà approfondita e discussa durante i tre giorni di convegni, grazie agli interventi di docenti ed esperti italiani e stranieri.

Per visionare il programma completo vi rimandiamo al sito

www.lavenaria.it

di Benedetta Gigli