F1 2002, la saga continua

giugno 29, 2002 in Technology da Redazione

31377In anticipo come il caldo estivo e l’eliminazione dell’Italia dai mondiali ecco arrivare nei negozi Formula 1 2002 di EA, unico titolo ufficiale con la licenza della stagione in corso di F1.

Come di consueto, il titolo del colosso americano propone tutti i nomi e livree ufficiali (tabacchi e alcolici esclusi of course) e quindi potremo correre il mondiale di F1 anche con la nuovissima Toyota di McNish.

Ma di solito la domanda che viene spontanea in questi casi è se questo F12002 vale i soldi che costa e cosa c’è in più rispetto alla versione 2001.

Innanzitutto possiamo dire che il team di sviluppo ce l’ha messa veramente tutta per cogliere le critiche dei videogiocatori che, essendo l’unico franchise sempre aggiornatissimo, ci tengono in particolar modo ad avere un titolo il più realistico possibile.

Graficamente il gioco si presenta con un ottimo aspetto, le auto sono realistiche e alcune imperfezioni dei citcuiti sono tate limate, anche se spesso alcuni tracciati denotano un livello di dettaglio abbastanza misero.

I vari effetti (riflessi, ombre, pulviscolo…) sono stati migliorati sensibilmente e l’aspetto “plasticoso” che caratterizzava F12001 è quasi totalmente assente.

Il motore grafico è finalemnte ottimizzato in maniera ragionevole e quindi anche com PC di medio livello le prestazioni sono più che buone.

Sul sonoro non mi soffermo a lungo considerando che già quello di F12001 era spettacolare. In questa nuova versione è stato ulteriormente migliorato anche se manca (a dire il vero abbastanza inspiegabilmente) il supporto per il 5.1, sistema che sta trovando molti adepti.

Ma da una simulazione di F1 ci si aspetta qualcosa di più che una buona grafica ed un ottimo sonoro: la giocabilità.

31378(1)F12002 è, secondo me, una delle serie di EA meglio riuscita (insieme all’italianissima Superbike e al contrario dell’orrido FIFA) e pertanto le attese sono sempre alte e aspetti come simulazione ed intelligenza artificiale sono ovviamente i più importanti. Iniziamo subito dicendo che anche in questo capitolo la fisica delle auto e soddisfacente, ma non eccelle. Le monoposto si comportano bene e i settaggi influenzano in maniera abbastanza evidente il comportamento delle vetture (provate Montecarlo con gli alettoni scarichi) ma anche qui ritroviamo errori grossolani: un esempio lampante è avere gli alettoni completamente partiti e in rettilineo andare molto più forte degli altri (il che non sarebbe sbagliato visto che la resistenza aerodinamica viene a mancare, ma la macchina nella realtà tenderebbe a decollare!!!).

L’intelligenza artificiale purtroppo non è ai livelli del concorrente principale, Grand Prix 4 che sarà nei negozi a giorni, e questo potrebbe essere un punto molto importante a sfavore di F12002. I piloti controllati dal computer sono un sfida troppo facile per uno che vive a pane e motori, mentre, al contrario di F12001, sono ben calibrati per chi si avvicina per la prima volta a questo genere e le gare, per i rookie, sono abbastanza divertenti.

Sfortunatamente un punto ancora abbastanza “artefatto” è la fisica degli incidenti dove spesso le cose vanno come non dovrebbero, lasciando intatte parti della monoposto che si schiantano violentemente e distruggendo invece altre parti che ad un attento replay non sono state coinvolte nell’incidente. Cosa curiosa è la possibilità di investire detriti di vetture incidentate, cosa molto realistica ma a mio avviso messa un po’ lì all’ultimo momento.

F12002 è l’unico, comunque, a poter offrire ai giocatori un vero multiplayer in rete. Questa opzione, ormai di serie in qualsiasi gioco dagli sparatutto ai puzzle, quando si parla di F1 è sempre una questione spinosa. Infatti i diritti per poter implementare il gioco via internet sono un “optional”. EA quindi non solo ha sborsato un inverecondo numero di dollari al sig. Ecclestone, padre-padrone del circus, ma ha dato un extra (che immagino sia mooolto corposo) per il gioco online. Fortunatamente questa opzione è stata sviluppata in maniera molto migliore che nel prequel e si può prendere parte con altri 15 giocatori ai vari gran premi del mondiale.

F12002 è un bel gioco, curato, abbastanza simulativo e decisamente emozionante. Certo se avete F12001 forse potreste accontentarvi di quello e upgradarlo con tutte le pach e mod che ci sono gratis in rete, ma comunque le innovazioni che porta F12002 non sono poche (il gioco online su tutte) e un pensierino bisognerebbe comunque farlo…..o aspettate Grand Prix 4.

di Davide ‘Zak’ Moretto