Esordio vincente del Tennis Tavolo Torino

ottobre 9, 2005 in Sport da Redazione

Ottimo debutto stagionale nella massima serie per il Tennis Tavolo Torino, che nell’impianto Sisport di via Regio Parco 85 a Settimo Torinese ha superato il Marcozzi Cagliari per 5-2. Le due compagini erano molto diverse da quelle che si affrontarono lo scorso anno, con due successi degli isolani, per 6-1 in via Tempia e 6-3 in Sardegna.

Oggi i torinesi sono più forti e i cagliaritani probabilmente meno competitivi e la differenza si è vista chiaramente. A trascinare con due vittorie individuali i suoi compagni è stato proprio il russo Grigori Vlassov, che in estate ha cambiato casacca, passando dal Marcozzi alla corte del presidente Renato Di Napoli. Ma andiamo con ordine. Al tavolo uno il cinese Zhao Rui Guang ha lasciato il primo set a Mattia Crotti (9-11), dopo avere rimontato da 3-9 a 9-10. Poi ha preso nettamente il sopravvento aggiudicandosi i tre successivi per 11-5, 11-5 e 11-8.

Al tavolo due Simone Spinicchia ha giocato due splendide frazioni contro Stefano Tomasi (11-8 e 14-12 dopo aver annullato quattro set-point all’avversario) e nella terza ha avuto una palla match sul 10-9. Ha perso per 12-10 e nel quarto parziale si è trovato sulla racchetta altri due match-point (10-9 e 11-10), prima di perdere per 12-14. Il varesino ha però insistito e sul 10-7 nel quinto ha sfruttato la seconda opportunità per chiudere 11-8. Ottimi anche Grigori Vlassov e Romualdo Manna. Il russo sul risultato di 1-1 si imposto in un delicato terzo set (15-13), alla terza palla utile dopo che aveva rimontato da 4-9 e neutralizzato due set-point del cinese Guo Yu. Nel quarto ha vinto chiaramente per 11-6. Manna è stato perfetto nei primi due parziali (11-7, 11-9).

Il nigeriano Michael Oyebode ha trovato le contromisure (11-8, 11-9), ma sul 2-2 il molisano è tornato inarrestabile (11-8). Sul 4-0 per il Tt Torino il confronto pareva agli sgoccioli, ma il Marcozzi ha stretto i denti. Oyebode è scappato a Spinicchia (16-14, 11-7), ma il vicecampione italiano assoluto ha ripreso in mano la situazione (14-12, 11-3). Il netto punteggio del quarto set faceva presagire un sorpasso del pongista locale, che nella fase iniziale del quinto ha sbagliato tattica, forzando il ritmo invece di costringere Oyebode all’errore con palle corte e prive di peso. Per l’africano partenza a razzo sul 6-0 e conclusione per 11-4.

Nel derby cinese, giocato in alcuni frangenti al fulmicotone, Zhao ha fallito un set-point nella prima frazione e ben cinque nella terza e Guo Yu lo ha piegato per 11-9 al quinto. Vlassov ha però messo a tacere le velleità sarde. Ha controllato Crotti nel primo set (11-7), cedendogli solo nel secondo (8-11). Sul 9-9 del terzo il giovane russo è stato bravissimo a concludere e nel quarto, finito 11-4, in campo c’è stato soltanto lui. La giovanissima banda guidata in panchina da Jiang Zi Long ha dimostrato tutto il suo valore e anche se non è ancora tempo per sognare i presupposti per farlo, magari fra qualche mese, paiono esserci.

Scendendo in A2, i “ragazzini terribili” (Margarone e Franco 17 anni, Panzera 21 e il solo Sytch a fare da “chioccia” con le sue 28 primavere) non hanno ripetuto la bella prestazione offerta contro il Tt Brescia e in casa della Libertas Verres, altra candidata alla promozione sono stati travolti (0-5). Al tavolo uno Margarone è stato il solo a sottrarre un set a Mantegazza, mentre al due Avola e Meazza hanno lasciato a secco Franco e Sytch. L’avversario era semplicemente troppo forte e non è il caso di preoccuparsi. Brave le ragazze a espugnare (5-3) il terreno del Morelli Milano senza Antonella Di Napoli, tenuta a riposo per questione di turnover. L’ucraina Zoya Pogoryelova ha fatto strike ai danni della cinese Chen Yun e di Bonini e Castorina. Manuela Daniele ed Elisa Marzolla hanno completato l’opera con un punto a testa.

In B2 maschile il Tt Torino ha subìto il “cappotto” (0-5) a Vercelli, mentre la compagine di C1 non ha concesso chance al Tt Sport Club Nuova Casale (5-1).

di redazione